Siamo entrati nella fase discendente di questa 73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Oggi, settimo giorno, verranno presentati il film Tommaso (fuori concorso), seconda prova registica per Kim Rossi Stuart, e The Bad Batch diretto da Ana Lily Amirpour.

Tommaso, interpretato da Kim Rossi Stuart, Cristiana Capotondi, Camilla Diana e Jasmine Trinca è la storia di Tommaso che, dopo una lunga relazione, riesce a farsi lasciare da Chiara, la sua compagna. Ora ad attenderlo pensa ci sia una sconfinata libertà e innumerevoli avventure. E’ un attore giovane, bello, gentile e romantico ma oscilla perennemente tra slanci e resistenze e presto si rende conto di essere libero solo di ripetere sempre lo stesso copione: insomma è una “bomba innescata” sulla strada delle donne che incontra. Le sue relazioni finiscono dolorosamente sempre nello stesso modo, tra inconfessabili pensieri e paure paralizzanti. Questa sua coazione a ripetere un giorno finalmente s’interrompe e intorno a sé si genera un vuoto assoluto. Tommaso ora è solo e non ha più scampo: deve affrontare quel momento del suo passato in cui tutto si è fermato.

A proposito del film, Kim Rossi Stuart ha detto:

“”Tommaso” incarna nelle mie intenzioni la difficoltà suprema degli esseri umani, perennemente occupati e indaffarati a gestire quel disagio relazionale (in molti casi mascherato da fenomeni di vario tipo, come il superomismo, l’istinto alla supremazia, i problemi di autostima e molti altri), derivante dal bisogno assolutamente totalizzante di stringere legami sessuali e amorosi soddisfacenti. Tommaso è lo stesso protagonista bambino del mio primo film di regia “Anche libero va bene”, qui divenuto uomo. In quel film veniva abbandonato dalla madre, anche lei vittima della confusione della civiltà umana in relazione al rapporto uomo-donna. In “Tommaso”, lo ritroviamo mentre cerca di liberarsi delle conseguenze di quell’abbandono. In questo senso il secondo tema del film è l’imprinting familiare” (dal pressbook del film).

The Bad Batch, della regista Ana Lily Amirpour (statunitense di origini iraniane), che ha stupito col suo precedente lavoro A Girl walks home alone at Night, vanta un cast quanto mai variegato ed eterogeneo: Suki Waterhouse, Jason Momoa, Keanu Reeves, Jim Carrey, Giovanni Ribisi. Il film è una feroce fiaba distopica ambientata in una desolata regione del Texas in cui alcuni reietti della società cercano di sopravvivere.