La divisione commerciale della Disney ha riferito alcune novità riguardanti il lancio – oramai imminente – della nota piattaforma di streaming Disney+.

Come noto, Disney+ aprirà i battenti in Usa e in Canada il prossimo 12 novembre 2019, ma attenzione perchè altri paesi stanno per ufruire del servizio nello stesso periodo. Il 12 novembre, oltre ache in Usa e Canada, la piattaforma arriverà in Olanda, una settimana dopo (il 19), invece, arriverà in Australia e Nuova Zelanda.

Il lancio in Europa Occidentale, nonchè in America Latina, è previsto – non ci sono ancora conferme ufficiali – per la prima metà del 2020 (Italia inclusa). Per quanto riguarda il lancio globale, l’ultimo aggiornamento parlava di fine 2021.

Disney ha confermato poi i prezzi di lancio del servizio. In Usa e in Canada 6.99 dollari mensili, mentre in Olanda 6.99 euro mensili, e 69.99 dollari annui. In Usa, inoltre, sarà possibile avere anche Hulu ed ESPN per 12.99 dollari. Non sarà possibile invece condividere le password (ciò che accade oggi con Netflix o Hulu), a tal proposito Disney collaborerà con Charter Communications per tracciare gli IP e fare controlli incrociati.

L’iscrizione per il servizio Disney+, infine, sarà possibile online o attraverso le app delle piattaforme Apple, Google, Xbox One, Sony (Android TV o PlayStation 4) e Roku.