Trieste Science+Fiction Festival annuncia l’apertura della manifestazione (1-6 novembre) con il concerto dei Tre Allegri Ragazzi Morti, la notte di Halloween, lunedì 31 ottobre al teatro Miela, in collaborazione con Bonawentura.

Davide Toffolo, cantante dei Tre Allegri Ragazzi Morti, è anche il creatore dell’immagine ufficiale del festival. I Tre Allegri Ragazzi Morti, band nata più di vent’anni fa a Pordenone, sono la punta di diamante della scena indipendente nazionale, anche nel loro ruolo di inarrestabili divulgatori della migliore musica italiana attraverso l’etichetta La Tempesta.

Una grande occasione per riportarli a Trieste dopo l’uscita di “Inumani”, ottavo disco in studio che segna la fine di una trilogia iniziata con gli album “Primitivi del futuro” e “Nel giardino dei fantasmi”. Inumani ha in sé tutti gli aspetti dell’eclettica attitudine musicale dei tre, dal rock al reggae passando per il folk di un’etnia immaginaria che ha caratterizzato il sound del gruppo negli ultimi anni. Inumani raccoglie undici nuove canzoni che vanno ad arricchire l’immaginario fantastico del trio mascherato. Spesso narrato al femminile, Inumani ha a che fare con i nostri sogni, con le nostre ambizioni, con le nostre ferite esorcizzate dalla forza della musica. Alternando inni e ballate, Inumani si lega a doppio filo al mondo dei fumetti: il titolo stesso è un omaggio all’epica americana dei supereroi nell’invenzione più visionaria del grande Jack Kirby: “Questo è un momento di passaggio: la tecnologia ci sta trasformando. Non siamo più umani. Non come lo eravamo”.

Si svolgerà dall’1 al 6 novembre 2016 la 16a edizione di Trieste Science+Fiction Festival, organizzato da La Cappella Underground. Trieste tornerà ad essere, così, la città della scienza e della fantascienza, grazie alla sua storica manifestazione internazionale dedicata all’esplorazione dei mondi del fantastico.

Per ulteriori informazioni: www.sciencefictionfestival.org

Di seguito potete vedere il manifesto del Trieste Science+Fiction Festival creato da Davide Toffolo:

trieste science+fiction16-manifesto