I trailer, negli anni, hanno raggiunto un loro status e una loro autonomia. Non credo di errare affermando che oramai hanno anche una vita propria: alcune volte il trailer sembra bellissimo e ben fatto su un film magari mediocre o, peggio, molto brutto. Il trailer quindi, per alcuni, è considerato un’opera che ha vita propria, quasi estrapolato dal contesto filmico. Non è raro, infatti, trovarvi scene che nel film non compariranno o colonne sonore non utilizzate.

Questo spinge noi di Universal Movies ha creare un momento dedicato alla critica e all’opinione del trailer cinematografico o televisivo estrapolato dal contesto filmico, quindi qui parleremo e valuteremo il trailer per quel che è, senza dare giudizi sul film stesso.

Spero vi divertiate a leggerlo come noi ci siamo divertiti a farlo. Ecco i trailer visti in questi giorni:

  • Taboo di Kristoffer Nyholm (miniserie TV) – Grande atmosfera per la nuova miniserie con, tra i protagonisti, Tom Hardy, sempre più bravo, ambientato nei primi dell’800. Prodotta per FX e BBC One da Tom Hardy stesso e dal padre, Chips Hardy, l’opera è presentata dalla casa di produzione di Ridley Scott, Scottfree. Il trailer presenta un’ottima ricostruzione d’ambiente, volti noti, tra cui Jonathan Pryce e David Hayman, molto bravi e un mood veramente interessante. E la mano di Scott si vede pesante.  Voto: 8
  • Angry birds – Il film di Clay Kaytis e Fergal Reilly -Mantenere lo stile e lo spirito di un videogioco in un film è cosa difficilissima e raremente ha generato film di valore o di qualità. Da quel che si vede in questo pirotecnico trailer i registi hanno colpito il centro e hanno mantenuto struttura, look, trama e aspettative dal famoso gioco dei volatili cattivi.  Voto: 7
  • Be here now di Lilibet Foster – Qualche anno fa Starz lanciò una bellissima versione della storia di Spartacus per la tv, prodotta da Raimi e ispirata, nello stile, da 300. Protagonista era Andy Whitfield, carismatico attore che dovette interrompere la serie poichè scoprì di avere un tumore molto aggressivo. L’attore si dedicò, con la famiglia, alle cure ma, purtroppo, il tumore ebbe la meglio ed Andy morì. Il documentario narra le vicende dell’attore scomparso e la lotta alla malattia. Chi l’ha visto ne parla un gran bene. Il trailer appare ben fatto e stringe un po’ il cuore vedere l’attore perdere peso e fare la chemioterapia. Vedremo. Voto: 6
  • Maggie’s plan di Rebecca Miller – La regista è nota per aver girato alcuni film molto interessanti. In questa storia si parla di relazioni extraconiugali e di amore vero. Uno stropicciato Ethan Hawke e una sublime Julianne Moore appaiono nel cast, ma le immagini non chiariscono il tono dell’opera e il trailer, purtroppo, finisce nel dimenticatoio subito dopo averlo visto. Voto: 5
  • Hardcore! di Ilya Naishuller – Il regista di quest’opera particolare è al suo secondo film e il trailer è veramente survolato come pochi, mantenendo fede al nome del film. Nel cast abbiamo Tim Roth e Sharlto Copley e la trama pare un pretesto per sperimentare un nuovo modo filmico in soggettiva, quasi fosse il videogioco Duke o simili. A me è bastato il trailer per avere una nausea storica e penso che eviterò la sala come la peste. Coraggioso chi ci entrerà. Voto: 3

Ecco alcuni trailer di cui abbiamo parlato:

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=wE_Y5brW-ZE[/youtube]

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=6ZYAQSlIhM4[/youtube]

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=XbJ49IUyCcA[/youtube]