black phone horror trailer
Horror Film Romanzo Trailer

Il trailer italiano di Black Phone, l’horror di Scott Derrickson


Universal Pictures International Italy questa sera ha rilasciato il trailer italiano di Black Phone, il nuovo horror diretto da Scott Derrickson, regista della saga Sinister.

Reduce dal divorzio artistico con i Marvel Studios, il regista appassionato di horror ha basato la sua nuova opera sulla storia breve firmata da Joe Hill, il figlio del più celebre romanziere Stephen King, collaborando tra l’altro con la Blumhouse Productions di Jason Blum. Con il lancio del trailer, Universal ha anche diffuso la sinossi ufficiale di Black Phone, la quale recita quanto segue:

Il telefono è morto. E sta squillando. Finney Shaw, un timido ma intelligente ragazzo di 13 anni, viene rapito da un sadico assassino che lo rinchiude in un seminterrato insonorizzato dove le urla servono a poco. Quando un telefono disconnesso inizia a squillare sul muro, Finney scopre di poter sentire le voci delle precedenti vittime dell’assassino. E sono decisi a fare in modo che ciò che è successo a loro non accada a Finney.

THE BLACK PHONE

PRODUZIONE: Il ritorno di Derrickson al genere horror verrà co-firmato col suo storico collaboratore Robert Cargill, e sarà tratto da un racconto firmato da Joe Hill (il figlio di Stephen King). Le società che produrranno The Black Phone sono Universal Pictures e Blumhouse Productions. CAST: Jeremy Davis, Ethan Hawke, Madeleine McGraw, Mason Thames, James Ransone. DISTRIBUZIONE: Da febbraio 2022 nelle sale italiane.

TRAMA RACCONTO JOE HILL: L’adolescente Finney, per un istintivo gesto di altruismo, finisce nella trappola tesa da Al, un pericoloso serial killer pedofilo che lo segrega nella sua prigione-cantina, dove prima di lui altri ragazzi hanno già agonizzato, in attesa della loro inesorabile fine per mano dello spietato assassino. Il destino di Finney sembra segnato, in quella spoglia e oscura cantina, dove, obnubilato dalla fame e dalla paura, poco alla volta il ragazzo si convince di non essere solo, e comincia a nutrire anche qualche flebile speranza di sopravvivenza.


Lascia un Commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.