Era il 1984 e nelle sale di tutto il mondo uscì un film destinato a diventare un cult della fantascienza: Terminator diretto da un appena trentenne James Cameron.

Il film ebbe un enorme successo sia di critica che commerciale e contribui non poco alla consacrazione di Arnold Schwarzenegger come uno piu rappresentativi attori del genere Action/Sci-Fi.

A questo capitolo seguì nel 1991 un’altro grande capolavoro del genere, sempre diretto da James Cameroon: Terminator 2 – Il giorno del giudizio.

Purtroppo le successive 3 pellicole di questo franchise non riscossero il grande successo delle prime due, anzi a dire il vero risultarono estremamente deludenti, soprattutto Terminator Genisys del 2015, diretta da un confusionario Alan Taylor, il quale ha avuto anche la presunzione di considerare questa sua creatura come il vero sequel dei primi due capitoli, cancellando, quindi, sia Terminator: le Macchine Ribelli e sia Terminator Salvation, quest’ultimo unico film della saga in cui il cyborg non era impersonato dal nostro Swarzy.

Malgrado queste vicende non troppo positive per la saga, secondo quanto riportato dal sito Deadline James Cameroon in persona avrebbe la volontà di riprendere personalmente in mano le redini del franchise, rilanciandolo con una nuova pellicola che dovrebbe uscire entro il 2019. Come regista sarebbe stato individuato Tim Miller, colui che ha diretto l’ironico e dissacrante cinecomic  Deadpool.

Ancora non abbiamo notizie riguardanti la trama di questo prossimo capitolo e ne sappiamo se si aggancerà ai primi due, ignorando gli accadimenti successivi, o se ritroveremo un “T800 upgradato a T1000”.

Non resta che attendere ulteriori aggiornamenti….