Aria di cambiamento in casa Legendary Entertainment. Dopo undici anni dalla sua fondazione avvenuta per mano di Thomas Tull, è giunta la notizia che proprio quest’ultimo avrebbe dato le dimissioni, lasciando così il ruolo di chairman e CEO della compagnia.

Secondo quanto riportato, Tull si sarebbe dimesso a causa dei contrasti con Wang Jianlin, chairman di Dalian Wanda (colosso cinese dell’immobiliare che ha acquistato la Legendary nel 2016 per la cifra di 3.5 miliardi) a causa delle differenti visioni sulla gestione dei film. Anche dopo l’acquisizione da parte del colosso cinese, Tull si occupava della gestione del settore cinematografico, televisivo, digitale e dei fumetti, ma ora è necessario sostituire Tull con qualcuno che sappia proseguire il suo lavoro. Impresa non facile.

Tra i film prodotti dopo l’acquisizione della Legendary da parte di Dalian Wanda, c’è The Great Wall, il kolossal diretto da Zhang Yimou e interpretato da Matt Damon; proprio durante la produzione di questo film – primo film inglese ad alto budget prodotto in Cina – sarebbero sorti i contrasti tra Tull e Jianlin e che hanno portato alle dimissioni del primo. In ogni caso, Tull resterà come produttore dei prossimi film della Legendary, ovvero Pacific Rim 2, Kong: Skull Island e il remake di Dune.