E' dal 2011 che il regista danese Lars von Trier non mette piede a Cannes. Il motivo ce lo ricordiamo tutti, ovvero la dichiarazione alla conferenza stampa di Melancholia durante la quale il regista affermò - provocatoriamente? - di essere filonazista e di simpatizzare per Hitler. Il risultato fu che von Trier venne dichiarato "persona non grata" e fu bandito a tempo indeterminato dal festival. Ora, per von Trier potrebbe esserci l'occasione per farsi perdonare e tornare sulla croisette con The House that Jack Built, il thriller che il regista sta girando attualmente.

Chiaramente, il film potrebbe essere pronto per Cannes 2018 e potrebbe rappresentare un cambio di rotta nella filmografia del regista che rinuncerebbe (almeno in parte) alle provocazioni di Nimphomaniac per un approccio più tradizionale ma, visto e considerato il soggetto del film riguardante le vicende di un serial killer a immagine e somiglianza di Jack lo Squartatore, non senza rinunciare alla sua consueta brutalità.

Ecco quanto affermato da von Trier a proposito del film:

"Non trovo nulla di particolarmente interessante nei serial killer. Sono più interessato alle donne. Per qualche strano motivo tutte le donne con cui sono stato erano ossessionate dai serial killer. Forse c’entro io."

Il cast di The House that Jack Built comprende Matt Damon, Uma Thurman e Bruno Ganz.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.