Eccoci a pochi giorni dalla fine di questo anno ed è quindi il momento di tirare le somme su "Sci-Fi World", la nostra rubrica nata per esplorare il fantastico Mondo della Fantascienza.

Un mondo che non è fatto solo di grandi film dal cast e dal budget stellare, ma anche da piccole realtà  che, con pochissimi  mezzi ma con tanta tanta fantasia, riescono a produrre dei veri e propri piccoli capolavori, alcuni dei dei quali, attraverso una continua ricerca ed una attenta selezione, sono stati presentati nell'ambito della nostra rubrica.

Pertanto, in questo nostro articolo cercheremo di ripercorrere velocemente il nostro  viaggio durato poco meno di un anno, riproponendo quello che riteniamo sia stato da Voi maggiormente gradito e che, comunque, riteniamo più interessante.

Come non ricordare  "Wrapped", realizzato dagli studenti della tedesca  Film Academy Baden-Württemberg. in cui assistiamo ad una natura pronta a riprendersi quanto le è stato tolto, ma degni di nota sono inoltre 6EQUJ5, un affascinante ed emozionante corto del talentuoso Trevor Brymer e "Saurora", realizzato con pochissimi mezzi da Pavel Siska.

Ci siamo inoltre commossi vedendo gli intensi e toccanti "In Sight" e "Ad Astra", entrambi realizzati dalla scuola  ArtFX di Montpellier in Francia.

Abbiamo esplorato il nostro sistema solare con "Wanderers" dello svedese Erik Ernquist e abbiamo riso con i buffi  piccoli rover in "Planet Unknown" scritto e diretto dal regista cinese Shawn Wang.

Abbiamo tremato nel vedere una Parigi risucchiata da una enorme nave aliena in "Invasion Day", realizzato da  ISART DIGITAL  e non abbiamo potuto evitare di essere partecipi nel vedere "Become Human", la sofferta storia dell'androide Kara nella Demo firmata Quantic Dream.

Come non riflettere poi sull'esistenza della vita ultraterrena, tema centrale di "Existence" l'animazione realizzata dal talentuoso artista persiano Alireza Mokarram, oppure chiederci cosa sia il passato e come possa interagire con il presente nel vedere "STOP", il corto firmato e interpretato dallo statunitense Mikel J. Wisler.

Sperando di aver fatto cosa gradita  ripercorrendo insieme a Voi queste interessanti tappe, Vi diamo appuntamento con "Sci-Fi World" anche per il prossimo 2017.