Durante l'ultima edizione del Torino Film Festival, abbiamo visto l'ultimo film del regista rumeno Bogdan Mirica, che si chiama Caini o Dogs, come si chiamerà per il mercato internazionale. Il film è stato presentato anche a Cannes, nella sezione A certain regard, dove ha vinto il premio FIPRESCI, e in numerosi altri festival internazionali come quello di Sarajevo e di Lisbona.

Erede di un vasto appezzamento di terreno al confine fra la Romania e l’Ucraina, Roman fa visita alla sua nuova proprietà. L’intenzione sarebbe quella di vendere, ma Hogas, il poliziotto del luogo, svela a Roman che suo nonno era un boss e che il controllo dei suoi affari è ora nelle mani del pericoloso Samir. Il progetto di Roman va quindi a scontrarsi con i piani di Samir e l’incolpevole ragazzo di città diventa il testimone di una faida eterna fra malavita locale e forze dell’ordine.

Il film di Mirica ha un sapore western, come non se ne fanno più. Ricco di immagini suggestive e illuminato da una fotografia calda e straniante, costellato da spazi aperti a perdita d'occhio, il lavoro del regista rumeno ha un sapore forte, intenso, ruvido, che richiama i film del passato e dove nessuno ne esce bene.

Molto interessante è la scelta del regista di introdurre i personaggi mano a mano che il film prosegue, e sono tutti al servizio della storia, senza forzature. Ogni persona aggiunge al film un sapore diverso e dà all'opera il suo contributo. Il finale non è consolatorio e porterà morte e distruzione per quasi tutti.

Mirica, qui presente anche come sceneggiatore, fa parte della new wave cinematografica rumena, anche se è al suo primo lungometraggio come regista. Ha, infatti, diretto solo un corto e due episodi della serie tv Umbre, ma prevediamo un grande futuro. Il protagonista ha il viso e la presenza perfetti per quest'opera: il suo nome è Dragos Bucur e abbiamo già potuto vederlo in The way back di Peter Weir e in Poliziotto in prova di Tim Story.

Vi consigliamo vivamente di vedere quest'opera intensa e spiazzante, per ammirare un western moderno dai colori caldi e dalla storia sapida.

Voto: 8

 

Ecco due trailer per voi:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.