Sembra incredibile, ma oggi l’attore Kirk Douglas, padre di Michael, festeggia il centesimo compleanno. Noi di Universal Movies gli rendiamo omaggio con questo articolo celebrativo, ripercorrendo brevemente la sua lunga carriera.

Kirk Douglas, all’anagrafe Issur Danielovitch Demsky, è nato ad Amsterdam nel 1916 da due emigrati russi. Il suo primo ruolo nel cinema è nel film Lo strano amore di Marta Ivers (1946), ma il successo arriva pochi anni dopo con Il grande campione (per il quale ottiene la sua prima nomination all’Oscar) e, in maniera più massiccia, con L’asso nella manica (1951) diretto da Billy Wilder.

Nel 1956, per la regia di Vincent Minnelli, veste i panni di Vincent van Gogh in Brama di vivere con il quale l’attore conquista una nomination all’Oscar, riuscendo a vincere però il Golden Globe. L’anno seguente viene diretto da Stanley Kubrick in Orizzonti di gloria dando vita a una delle sue interpretazioni più sentite e riuscite.

Douglas ritrova Kubrick in Spartacus (1960), iniziato da Anthony Mann, ma sostituito da Kubrick per volere di Douglas che del film era anche produttore. Da ricordare anche il film Ulisse (1954), di Mario Camerini, in cui l’attore veste i panni del protagonista.

Douglas ha lavorato anche col figlio Michael nel film Vizio di famiglia (2003) di Fred Schepisi a cui prende parte anche il nipote Cameron, ma il film viene stroncato dalla critica e si rivela un flop al botteghino.

Nel 1968 riceve il Golden Globe alla carriera, mentre, nonostante le  tre nomination all’Oscar, non è mai riuscito a vincere la statuetta; nel 1996, però, l’Academy gli conferisce un meritato Oscar alla carriera.

Tanti auguri Kirk, e 100 di questi giorni!