Archivi tag: William Shatner

William Shatner: i nostri auguri per i 90 anni dell’iconico Capitano Kirk

Nulla dura. Questo è ciò che rende tutto …così prezioso.”

90 anni e non sentirli, questa è la prima impressione che si ha approcciando con William Shatner. L’attore canadese spegne oggi le candeline di un importante traguardo. Una vita professionale legata a doppio filo all’iconico Capitano Kirk, rendendo entrambi immortali.

Il buon William Shatner, nonostante le buone sensazioni che gli aveva regalato Roddenberry, mai avrebbe immaginato che sarebbe stato Kirk per i successivi 60 anni. Un legame così profondo che ha spinto gli stessi autori di Star Trek a dare, al personaggio, la stessa data di compleanno dell’attore, cioè il 22 marzo. In tutto il mondo, quindi, si festeggiano oggi Bill (Shatner) e Jim (Kirk).

Il ragazzone canadese ha infranto mille cuori viaggiando a curvatura tra i pianeti di classe M, ma ha sempre permesso agli appassionati di sognare in grande stile le galassie lontane portando sullo schermo un uomo, un amico, un giusto. Il rapporto con Kelley e Nimoy, fatto di scanzonati siparietti sul ponte dell’Enterprise, aveva un riscontro anche nella realtà quotidiana, fatto salvo qualche incomprensione che portò ad una rottura col vulcaniano pochi anni prima della sua morte.

UN CENNO ALLA CARRIERA

Shatner, di carattere forte, ha sempre avuto qualche incomprensione con alcuni suoi colleghi, ma il suo modo di essere e di fare gli ha permesso di affermarsi in diversi ruoli ed in diverse accezioni del mondo artistico. A tal proposito, è importante ricordare che William Shatner è anche un musicista, uno scrittore, un regista ed infine, un divulgatore scientifico.

Come attore, ha prediletto, da sempre, ruoli da protagonista che ne hanno messo in luce la grinta, facendo risaltare il personaggio come faro delle situazioni. Ciononostante, William ha amato cimentarsi in passato con ruoli brillanti in cui ha saputo prendersi in giro. A tal proposito, ha giocato con i fan, destabilizzandoli, con interpretazioni sopra le righe come in L’aereo più pazzo del mondo… sempre più pazzo, Palle in canna e Miss Detective.

Il suo ultimo ruolo lo ha riportato nella fantascienza, con il film Creators – The Past del regista italiano Piergiuseppe Zaia. La pellicola, uscita in piena emergenza Covid, non ha avuto un grande successo e vorremmo non fosse l’ultima fatica dell’attore prima di abbandonare le scene. La sua ultima fatica televisiva, The UnXplained, è stata rinnovata da History Channel per una seconda stagione, da registrare nel corso del 2021 ed il buon Bill sembra sia intenzionato a chiedere un ulteriore rinnovo.

CURIOSITA’ DALLO SPAZIO

Il 7 marzo 2011, sullo Space Shuttle Discovery, per il suo ultimo giorno di attracco alla Stazione Spaziale Internazionale, è partito un jingle con il sottofondo musicale del tema di Star Trek. Nella navicella spaziale, la voce di Shatner diffondeva il seguente messaggio

Spazio, ultima frontiera. Questi sono stati i viaggi dello Space Shuttle Discovery, nella sua missione trentennale alla ricerca di nuova scienza. Per costruire nuovi avamposti. Per riunire le nazioni sull’ultima frontiera. Per andare coraggiosamente e fare ciò che nessun veicolo spaziale ha mai fatto prima.”


William Shatner e Jeri Ryan nel film horror Devil’s Revenge

William Shatner, colui che per la prima volta ha indossato i panni dell’iconico James T. Kirk, sarà tra i protagonisti del film horror Devil’s Revenge.

L’originale interprete del capitano della USS Enterprise NCC 1701 non sarà il solo rappresentante della saga Star Trek a recitare in questa pellicola. Infatti nel cast è nota anche la presenza di Jason Brooks, attore apparso nel film del 2009 Star Trek: Il Futuro ha Inizio, nonché quella di Jeri Ryan, famosa per aver interpretato l’affascinante Borg 7 di 9, in Star Trek: Voyager e nel prossimo spin-off dedicato a Jean-Luc Picard.

La regia di Devil’s Revenge è stata curata da Jared Cohn, mentre la sceneggiatura è di Maurice Hurley, quest’ultimo già sceneggiatore di numerosi episodi di Star Trek: The Next Generation.

Questa la trama. Uno sfortunato archeologo, interpretato da Jason Brooks, scopre una antica reliquia all’interno di una misteriosa grotta che, per sua sfortuna, sembra essere una sorta di portale per l’inferno. Purtroppo l’archeologo, a causa di questa sua scoperta, sarà vittima, insieme alla sua famiglia, di una terribile maledizione.

Stasera su Focus William Shatner nel docu-film The Truth Is in the Stars

Stasera su Focus, canale 35 del Digitale Terrestre, William Shatner sarà il protagonista de The Truth Is in the Stars, il docu-film diretto da Craig Thompson.

L’attore canadese, interprete dell’iconico Capitano James Tiberius Kirk, in The Truth Is in the Stars, insieme a diversi scienziati, attori e personaggi famosi, analizzerà come l’ottimismo insito nella saga di Star Trek e la fantascienza in generale abbiano influenzato diverse generazioni.

Nel documentario di stasera, oltre all’astrofisico, matematico, cosmologo, fisico Stephen Hawking, scomparso lo scorso 14 marzo, incontreremo: Jason Alexander, Tracy Drain, Whoopy Goldberg, Chris Hadfield, Michio Kaku, Emily Lakdawalla, Mike Lazaridis e Seth MacFarlane, il deus ex machina della serie comico-fantascientifica The Orville.

William Shatner nello Star Trek di Tarantino ad una condizione

William Shatner ha dichiarato in queste ore che farebbe parte volentieri del nuovo film di Quentin Tarantino targato Star Trek.

Il nostro amato Kirk, nonostante la sua veneranda età (86 anni), è incredibilmente attivo su Twitter, e spesso si intrattiene con i suoi fan. Di recente, in relazione al falso trailer che utilizza filmati TOS per mostrare come sarebbe potuto apparire il film di Tarantino, un fan gli ha chiesto se avrebbe davvero preso in considerazione la possibilità di apparire nella ipotetica nuova pellicola Trek. Questa la risposta Shatner:

    “Dipende dalla sceneggiatura, ma se fosse bello allora assolutamente, perché no?”

Quale sia effettivamente la strada battuta da Tarantino rimane al momento un mistero: proseguirà sulla scia dei 3 reboot firmati J.J. Abrams o esplorerà altri “strani, nuovi mondi”. Non resta che aspettare ulteriori notizie in merito.

Nell’attesa vi lasciamo con la visione di questo simpaticissimo fake trailer in stile Tarantino.

 

William Shatner citato in giudizio da un uomo che afferma di essere suo figlio

Di casi in cui uomini e/o donne che fanno di tutto per farsi riconoscere lo status di “figlio di” ce ne sono stati moltissimi. L’ultimo in ordine di tempo riguarda William Shatner, il celebre Capitano Kirk di Star Trek che si è visto citare in giudizio da un uomo che afferma di essere suo figlio.

Stando agli atti giudiziari, l’uomo, di nome Peter Sloan, ha citato in giudizio l’attore per una cifra che ammonta a 170.000.000 di dollari, ritenendo che l’attore abbia avuto una relazione con la madre biologica, ovvero l’attrice canadese Kathy McNeil mentre stavano lavorando insieme a Toronto; l’attrice avrebbe poi dato in adozione Sloan cinque giorni dopo la sua nascita. Sempre secondo gli atti giudiziari, l’attore avrebbe negato di essere il padre di Sloan.

Sloan ha affermato di aver incontrato Shatner nel 1984 a Burbank, California, sul set di T.J. Hooker, e sostiene che l’attore ammise di essere il padre e lo invitò a tornare sul set la settimana successiva.

Sloan, tornato a casa nel New Jersey, telefonò a Shatner il quale riattaccò. Alcuni giorni dopo, Sloan sarebbe stato contattato da qualcuno a nome di Shatner, che ha detto Sloan l’attore negava la paternità e non avrebbe fatto il test del DNA; a Sloan venne chiesto di non rendere pubbliche le affermazioni in quanto “avrebbero potuto essere micidiali per” l’attore.

Nel 2009, Sloan dice di aver incontrato Shatner pubblicamente. Nel 2011, ricevette una lettera dall’avvocato di Shatner, riportata parzialmente dagli atti giudiziari: “Ci sono state molte persone nel corso degli anni che hanno affermato di essere suoi figli o altri parenti. Lui è incredibilmente occupato, ha  80 anni, è vecchio, e non è interessato a passare il tempo a discutere la questione con te o con qualcun altro”.

Ora, Sloan chiede 30 milioni di risarcimento danni, 90 milioni di danni punitivi e 50 milioni per danni morali.

Fonte: Entertainment Weekly