Archivi tag: Vision Distribution

Lilo e Greg tornano sul set con GLI IDOLI DELLE DONNE

Dopo il grande successo di LoL, Lilo é inarrestabile, torna sul set con il suo socio-amico Greg. I due attori hanno iniziato da pochi giorni le riprese de Gli idoli delle donne, diretto da loro stessi con Eros Puglielli, il film é stato scritto dalla coppia di attori con Matteo Menduni e Tommaso Renzoni.

Nel cast di Gli idoli delle donne sono presenti anche Ilaria Spada, Francesco Arca, Maryna, e Corrado Guzzanti.

Lilo e Greg sul set de “Gli idoli delle donne” (foto di Arianna Lanzuisi)

Cosa succede se un gigolò bello ma un po’ sempliciotto perde improvvisamente la sua arma più efficace? Una storia che parla di tecniche di seduzione, di vero amore, di frasi da rimorchio che non funzionano mai e del coraggio di essere se stessi in un mondo che dà così tanta importanza alla bellezza.

TRAMA
Filippo (Lillo) è uno dei gigolò più avvenenti e di successo che ci siano su piazza, tutte le donne lo vogliono, ma solo per il suo corpo, dato che non eccelle in brillantezza. Peccato che a seguito di un incidente si debba sottoporre ad una plastica facciale non perfettamente riuscita e si ritrovi ad essere bello come… Lillo. Disperato e incapace di lavorare, Filippo si rivolge all’unico in grado di insegnargli a soddisfare le donne nonostante l’aspetto fisico: Max (Greg), guru del fascino e della sensualità, il più grande e ambito gigolò di sempre ritiratosi misteriosamente dal giro.
A dispetto del training e della maestria di Max,  i risultati di Filippo sono molto scarsi, eppure succede che una bella colombiana, figlia di un pericolosissimo narcotrafficante, si innamori davvero di lui… ma i guai sono appena iniziati per Filippo e Max!

Gli idoli delle donne è prodotto da Lucky Red e Vision Distribution, e sarà distribuito da Vision Distribution.

L’ULTIMA CENA: al via le riprese del film di Davide Minnella con Salvatore Esposito e Greta Scarano

Sono in corso a Roma le riprese del film L’ULTIMA CENA, esordio di Davide Minnella nel lungometraggio, con Salvatore Esposito e Greta Scarano, una produzione Italian International Film – Gruppo Lucisano e Vision Distribution.

Autore del soggetto è Stefano Sardo (La doppia ora, Il ragazzo Invisibile 1 e 2, la trilogia 1992-3-4, In Treatment), che firma la sceneggiatura insieme a Giordana Mari e Gianluca Bernardini e con la collaborazione di Salvatore Esposito.

Oltre a Greta Scarano e Salvatore Esposito, completano il cast de L’ULTIMA CENA Fru, Gianfranco Gallo, Antonella Attili, Antonio Grosso.

TRAMA
Carmine (Salvatore Esposito), un camorrista dal cuore buono, gestisce un ristorante per riciclare soldi sporchi, e si ritrova a collaborare con Consuelo (Greta Scarano), una chef alla ricerca della perfezione. L’amore per il cibo e il sogno di conquistare una stella Michelin daranno ad entrambi una seconda possibilità e un’occasione di riscatto.

«Vorrei che questo film “profumasse” di realtà proprio come un piatto ben fatto – afferma il regista Davide Minnella – La buona cucina è a tutti gli effetti il terzo protagonista di questo film. È per questo motivo che ho chiesto alla chef stellata Cristina Bowerman di seguirci in questo straordinario percorso culinario fatto di piacere, di gusto, di sangue e di amore».

L’ULTIMA CENA prodotto da Fulvio e Federica Lucisano è una produzione Italian International Film – Gruppo Lucisano e Vision Distribution
Il film sarà distribuito in Italia e nel mondo da Vision Distribution.

Lei mi parla ancora: il nuovo film di Pupi Avati in esclusiva su Sky Cinema e Now Tv

Lunedì 8 febbraio, in esclusiva per SkyCinema alle ore 21.15 e disponibile on demand e in streaming su Now TV, sarà trasmesso il nuovo film di Pupi Avati “Lei mi parla ancora” con Renato Pozzetto, Fabrizio Gifuni, Stefania Sandrelli, Isabella Ragonese, Lino Musella, Nicola Nocella, Alessandro Haber e Serena Grandi.

“Lei mi parla ancora” é un film Sky Original, scritto e diretto da Pupi Avanti, una produzione di Antonio Avati, Bartleby Film di Luigi Napoleone e Massimo Di Rocco, Vision Distribution in collaborazione con Duea Film con il sostegno della Regione Emilia Romagna, è liberamente tratto dal libro omonimo di Giuseppe Sgarbi edito da Skira e pubblicato da La Nave di Teseo.

Stefania Sandrelli e Renato Pozzetto in una foto di scena di “Lei mi parla ancora”

TRAMA: Quello tra Nino (Lino Musella/Renato Pozzetto) e Caterina (Isabella Ragonese/Stefania Sandrelli) é un profondo amore lungo 65 anni che, non si spegne neanche con la morte di lei. Nella speranza di aiutare il padre a superare il lutto, la figlia di Nino (Chiara Caselli) gli affianca Amicangelo (Fabrizio Gifuni), un editor con velleità da romanziere, affidandogli il compito di trascrivere i ricordi del padre sulla storia d’amore dei genitori. Inizialmente il rapporto tra Nino e Amicangelo é caratterizzato da costanti scontri tra le loro personalità, opposte ma, col tempo tra di loro nascerà una sincera amicizia.

“Lei mi parla ancora” é una storia intima e straordinariamente universale sull’assenza. Pupi Avati esplora un territorio parzialmente ancora sconosciuto, quello del dolore personale della perdita, attraverso una narrazione struggente ma mai disperata. Riesce difficile non commuoversi davanti all’interpretazione di Renato Pozzetto nei panni di Nino che ripercorre, con uno scanzonato aspirante scrittore interpretato Fabrizio Gifuni, la sua storia d’amore con Rina, il suo unico amore col volto di una magnifica Stefania Sandrelli.

Pupi Avati, ispirandosi al romanzo “Lei mi parla ancora” di Giuseppe Sgarbi, esplora l’amore puro vissuto in un mondo contadino, presentandoci i due protagonisti di questa “favola” sin da giovani, interpretati da due eccezioni attori come Isabella Ragonese e Lino Musella. Man mano che riaffiorano i ricordi di Nino, scopriamo nuovi tasselli della sua storia d’amore con Rina, assistendo alla purezza di un amore che viaggia tra epoche e generazioni diverse, mostrandoci aspetti degli esseri umani che, seppur diversi sono tutti uniti da un legame indissolubile.

A completare il cast artistico ci sono Nicola Nocella e Serena Grandi. Nicola Nocella nei panni di Giulio, tuttofare per la dimora di Nino che, mette in luce il suo lato umano e protettivo nei confronti del suo datore di lavoro. Rispettoso e composto, con dialoghi calibrati a cui si aggiungono sguardi in macchina che non necessitano di aggiunte verbali. Serena Grandi, interpreta la madre di Nino, Clementina, donna tutta d’un pezzo e altamente tradizionalista della vita di quegli anni; la sua interpretazione aiuta lo spettatore a collocare emotivamente la forza dell’amore tra Nino e Rina, più forte di qualsiasi vecchia radice.

Con “Lei mi parla ancoraPupi Avati porta sulla scena un Renato Pozzetto emozionante che regala alla sua interpretazione un realismo percepibile. Per la prima volta, l’attore mette in scena anche il suo dolore personale e la sua commozione in alcune scene sono palpabili e disarmanti.

Con questo film Pupi Avati accompagna, inoltre, lo spettatore in quel territorio intimo e sacro della grande storia d’Amore, unica e sola che, almeno ognuno ha vissuto nella propria vita. E, questa narrazione, in un momento storico come quello che stiamo vivendo assomiglia ad un abbraccio consolatorio, andando a toccare quella sensibilità dell’animo umano raccontando l’assenza e alcuni temi essenziali della vita come la morte e il per sempre. Quella tra Nino e Rina é sicuramente una grande storia d’amore, raccontata con una delicatezza disarmante messa in scena da interpretazioni di un cast in stato di grazia.

Lei mi parla ancoracon la regia di Pupi Avati sarà trasmesso in esclusiva su Sky Cinema lunedì 8 febbraio alle ore 21.15 e sarà disponibile in streaming e on demand sul NOW Tv.

Classificazione: 4 su 5.

Lei mi parla ancora: il film di Pupi Avati si mostra col primo trailer

Lunedì 8 febbraio, in esclusiva su SkyCinema e NowTv, sarà trasmesso il nuovo film di Pupi Avati Lei mi parla ancora . Ecco il trailer ufficiale.

Lei mi parla ancora é scritto e diretto da Pupi Avati, una coproduzione BartleByFilm e Vision Distribution in collaborazione con DueA film dei fratelli Avati con il sostegno della Regione Emilia Romagna. Nel cast spazio per Renato Pozzetto, Fabrizio Gifuni, Stefania Sandrelli, Isabella Ragonese, Alessandro Haber e Serena Grandi. Il film, “Lei mi parla ancora” é liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Giuseppe Sgarbi.

TRAMA: Quello tra Nino e Caterina é un profondo amore lungo 65 anni che, non si spegne neanche con la morte di lei. Nella speranza di aiutare il padre a superare il lutto, la figlia di Nino gli affianca Amicangelo, un editor con velleità da romanziere, affidandogli il compito di trascrivere i ricordi del padre sulla storia d’amore dei genitori. Inizialmente il rapporto tra Nino e Amicangelo é caratterizzato da costanti scontri tra le loro personalità, opposte ma, col tempo tra di loro nascerà una sincera amicizia.

Il regista e sceneggiatore Pupi Avati, commenta così il suo ultimo lavoro:

“Due anni fa, dopo una lunga esperienza televisiva, siamo tornati al cinema con Il signor Diavolo, un film prodotto in primis per le sale cinematografiche. Debbo dire che si è trattato di n’esperienza appagante l’accompagnare il nostro ultimo nato in una specie di tour elettorale dal Nord al Sud del Paese. Quest’estate, nel realizzare Lei mi parla ancora, in quella sorta di tempo sospeso che ci ha concesso la pandemia, immaginavamo di poter replicare quell’esperienza. Ma non è andata così. La nuova situazione che si è presentata ci ha fatto comprendere che ben difficilmente avremmo potuto contare su una prossima riapertura delle sale. L’opportunità che Sky e Vision Distribution ci hanno prospettato di programmare immediatamente il film, di poter mostrare il prodotto del nostro lavoro ad una così vasta platea, affrancandoci da una snervante attesa, ci ha molto lusingato. L’immaginare di entrare nelle case degli italiani con una storia così intima e personale, con una storia così affettuosa, non può che lusingarci”.

Lei mi parla ancora di Pupi Avati, é un film Sky Original, prodotto da Bartebyfilm e Vision Distribution in collaborazione con DueA film dei fratelli Avati.


Alice nella città nel segno del thriller con Shadows di Carlo Lavagna

Sarà presentato in anteprima ad Alice nella Città “Shadows”, un teso thriller psicologico, secondo lungometraggio di Carlo Lavagna con protagoniste le giovani Mia Threapleton (Le regole del caos di Alan Rickman), Lola Petticrew (A Bump along the way di Shelly Love) e Saskia Reeves (Luther – Serie tv diretta da Brian Kirk; Nymphomaniac di Lars von Trier). 

TRAMA
Alma e Alex sono due sorelle adolescenti che vivono nascoste nell’oscurità dei boschi, in un vecchio hotel abbandonato, con la loro Madre, una donna severa che le protegge dalle misteriose insidie del mondo esterno. Ma con il passare del tempo inizia a farsi spazio nelle due ragazze una nuova consapevolezza che le porterà a infrangere le regole, spezzando l’apparente equilibrio delle loro vite e portando alla luce un inquietante segreto. 

SHADOWS è prodotto da Andrea Paris e Matteo Rovere, una produzione Ascent Film con Rai Cinema, in coproduzione con Feline Films,con il contributo del MiBACT, in associazione con Fís Éireann / Screen Ireland.Scritto da Fabio MolloDamiano BruèVanessa Picciarelli e Tiziana Triana.

Il film sarà presentato questa sera da Alice nella Città alle ore 21 presso l’Auditorium de La Nuvola [Info biglietti]

“Shadows” sarà nelle sale il 16, 17 e 18 novembre 2020 distribuito da Vision Distribution

Cosa sarà: nuovo titolo per il film di Francesco Bruni

Il titolo originale del nuovo film di Francesco Bruni era Andrà tutto bene, ma è stato cambiato in Cosa Sarà.

Il film, prodotto da Palomar e Vision Distribution,  arriverà nelle sale in autunno e Bruni commenta così la decisione di cambiare il titolo del film: “Sono felice di poter annunciare il nuovo titolo del nostro film. Quello scelto in precedenza – più di un anno fa – se al principio sembrava profetico (poiché quell’espressione risuonava ovunque), con l’andare del tempo – ironia della sorte – ha finito per risultare fuorviante, soprattutto perché il nostro film non parla affatto – colgo l’occasione per precisarlo – della pandemia che ha colpito il mondo intero in questi ultimi mesi. Questo nuovo titolo mi sembra esprimere molto bene l’incertezza in cui vive il protagonista e in cui tutti possiamo riconoscerci, ora più che mai. Ringrazio anche Palomar e Vision che hanno subito condiviso questa sensazione e questa scelta.”

Il protagonista del film è Kim Rossi Stuart. Nel cast anche Lorenza Indovina, Barbara Ronchi, Giuseppe Pambieri, Raffaella Lebboroni, Fotiní Peluso, Tancredi Galli, Nicola Nocella.  

LA SINOSSI UFFICIALE

La vita di Bruno Salvati è in una fase di stallo.  I suoi film non hanno mai avuto successo e il suo produttore fatica a mettere in piedi il prossimo progetto. Sua moglie Anna, dalla quale si è recentemente separato, sembra già avere qualcun altro accanto.  E per i figli Adele e Tito, Bruno non riesce a essere il padre presente e affidabile che vorrebbe.
Un giorno Bruno scopre di avere una forma di leucemia. Si affida immediatamente a un’ematologa competente e tenace, che lo accompagna in quello che sarà un vero e proprio percorso a ostacoli verso la guarigione. Il primo obiettivo è trovare un donatore di cellule staminali compatibile: dopo alcuni tentativi falliti, Bruno comincia ad avere seriamente paura, Cosa sarà di lui? 
Suo padre Umberto, rivelandogli un segreto del suo passato, accende in tutti una nuova speranza.


Bruno e la sua famiglia intraprendono un inatteso percorso di rinascita, che cambierà i loro rapporti e insegnerà a Bruno ad alzare gli occhi da sé stesso e a guardare gli altri.

Lei mi parla ancora: al via le riprese del film di Pupi Avati

Dopo Il Signor Diavolo, Pupi Avati ritorna dietro la macchina da presa. Lunedì 3 agosto partiranno le riprese di Lei mi parla ancora, film tratto dall’omonimo libro di Giuseppe Sgarbi che racconta la storia di Nino e Caterina: un amore lungo 65 anni e mai finito, neanche con la morte di lei (in fondo alla pagina trovate la sinossi ufficiale).

La sceneggiatura e il soggetto sono di Pupi e Tommaso Avati. Nel cast ci sono Renato Pozzetto (Nino), Stefania Sandrelli (Caterina), Isabella Ragonese (Caterina giovane), Lino Musella (Nino giovane), Fabrizio Gifuni (Amicangelo), Chiara Caselli, Alessandro Haber, Serena Grandi, Gioele Dix, Nicola Nocella.

In merito al film, Pupi Avati ha dichiarato: “Con Lei mi parla ancora ho voluto raccontare la storia di un grande amore, quello tra Nino e Caterina, un amore lungo 65 anni, un amore che dura oltre la morte. Il pretesto narrativo è un libro di memorie che il protagonista, rimasto vedovo, si è deciso a pubblicare affidandone la scrittura a un ghost writer romano, ambizioso e disincantato. Ed è proprio nella dialettica fra questi due personaggi, così apparentemente diversi tra loro, che ho scorto la possibilità di affrontare il presente della nostra terra e il suo meraviglioso passato, in quella porzione dell’Emilia così speciale che ha saputo trattenere, accanto alla modernità, il grande fascino del suo passato. Delle sue tante memorie. Ho raccontato la nostra terra, la nostra gente, attraverso una ennesima, diversa, angolazione. Per continuare a dare un senso al nostro lavoro”.

Il film è coprodotto da Bartlebyfilm e Vision Distribution in collaborazione con Duea Film e sarà distribuito nelle sale italiane da Vision Distribution. Le riprese dureranno sei settimane tra Roma e Ferrara, dove Sgarbi trascorse parte della sua vita.

LA SINOSSI UFFICIALE

Nino e Caterina sono sposati da sessantacinque anni e si amano profondamente dal primo momento che si sono visti. Alla morte di Caterina, la figlia Elisabetta, nella speranza di aiutare il padre a superare la perdita della donna che ha amato per tutta la vita, gli affianca Amicangelo, un editor con velleità da romanziere, per scrivere attraverso i ricordi del padre un libro sulla loro storia d’amore.

Amicangelo accetta il lavoro solo per ragioni economiche e si scontra subito con la personalità di un uomo che sembra opposta a lui. Ma il rapporto tra i due diventerà ogni giorno più profondo fino a trasformarsi in un’amicizia sincera.

Da oggi Tornare, il film di Cristina Comencini, è disponibile on demand

L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo ha mutuato la distribuzione di diversi film che stanno optando per la diffusione su piattaforme on-demand, è questo il caso di Tornare, l’ultimo lavoro della regista Cristina Comencini.

TORNARE di Cristina Comencini con Giovanna Mezzogiorno, Vincenzo Amato e Beatrice Grannò, inizialmente previsto al cinema per lo scorso 12 marzo, è disponibile da oggi, lunedì 4 maggio, direttamente on demand, una scelta dettata dalla volontà di continuare ad incontrare il pubblico, nonostante le restrizioni imposte in questo periodo, che hanno richiesto la chiusura temporanea delle sale.

SINOSSI: Napoli, anni Novanta. Alice (Giovanna Mezzogiorno), 40 anni, rientra dall’America dopo una lunga assenza. È morto il padre. Alice si ferma nella casa di famiglia, disabitata: con la sorella (Barbara Ronchi) hanno deciso di venderla, e occorre svuotarla degli oggetti di una vita, di tante vite. Ma, inaspettatamente, Alice scopre che la casa è abitata da una ragazza giovane e bellissima (Beatrice Grannò). Con lei inizia un dialogo intenso, come sembra promettente anche il legame che si crea con Marc (Vincenzo Amato), un uomo affascinante e gentile incontrato alla commemorazione del padre. Per Alice si schiude un mondo nuovo, intrigante e pericoloso, che apre squarci sul suo passato e sulla sua esistenza.

Tornare di Cristina Comencini è una produzione Lumière & Co. con Rai Cinema e, da oggi grazie alla collaborazione di Vision Distribuition è disponibile on-demand sulle piattaforme Sky Primafila Première,TIMVISION, Chili, Google Play, Infinity, CG Digital, Rakuten TV.

IL TRAILER


Nelle sale UCI Cinemas arriva il docu-film Lunar City

Il circuito cinematografico UCI Cinemas è pronto ad ospitare nei prossimi giorni il docu-film evento Lunar City.

L’appuntamento è fissato per il 17 febbraio, e terminerà il 19. Il docu-film diretto da Alessandra Bonavina celebra il 50° anniversario dello sbarco sulla Luna, soffermandosi su quello che è da sempre il sogno del genere umano, stabilirsi a pianta stabile sul nostro amato satellite.

Di seguito il comunicato UCI, con gli appuntamenti dettagliati relativamente alla tre giorni dedicata ai sognatori.

Lunar City nelle sale UCI

Il docu-film che celebra i cinquant’anni del primo sbarco sulla Luna raccontando le sfide presenti e future, le tecnologie più avanzate e l’impegno di uomini e mezzi che porteranno il genere umano a ritornare sulla Luna e conquistare lo “spazio profondo”.

Distribuito da Vision Distribution e prodotto e diretto da Alessandra Bonavina, Lunar City spiegherà attraverso interviste alle figure chiave impegnate nelle prossime missioni lunari come, in un futuro non così lontano, gli astronauti potranno partire dal pianeta Terra con una normale capsula Orion, attraccare dopo qualche giorno al Gateway e poi far rotta verso lo spazio interplanetario a bordo del Transport.

Le multisala UCI che proietteranno Lunar City dal 17 al 19 febbraio alle ore 18:00 e alle ore 21: 00 sono: UCI Bicocca (MI), UCI Luxe Campi Bisenzio (FI), UCI Fiumara (GE), UCI Moncalieri (TO), UCI Orio (BG), UCI Parco Leonardo (RM), UCI Pioltello (MI), UCI Porta di Roma (RM).

Le multisala UCI che proietteranno Lunar City nella sola giornata del 18 febbraio alle ore 18:00 e alle ore 21:00 sono: UCI Ancona, UCI MilanoFiori (MI), UCI Meridiana Casalecchio di Reno (BO), UCI Casoria (NA), UCI Montano Lucino (CO), UCI Curno (BG), UCI Ferrara, UCI Firenze, UCI Fiume Veneto (PN), UCI Lissone (MB), UCI Cinepolis Marcianise, UCI Messina, UCI Mestre, UCI Molfetta (BA), UCI Piacenza, UCI Porto Sant’Elpidio, UCI Reggio Emilia, UCI RomaEst (RM), UCI Romagna Savignano sul Rubicone, UCI Sinalunga (SI), UCI Torino Lingotto (TO), UCI Verona.

Le multisala UCI che proietteranno Lunar City nella sola giornata del 18 febbraio alle ore 18:00 sono:  UCI Alessandria, UCI Arezzo, UCI Showville Bari, UCI Cagliari, UCI Catania, UCI Certosa (MI), UCI Seven Gioia del Colle (BA), UCI Luxe Venezia Marcon, UCI Red Carpet Matera, UCI Palariviera (San Benedetto del Tronto), UCI Palermo, UCI Perugia, UCI Villesse (GO).

Per il costo del biglietto visitare il sito www.ucicnemas.it. È possibile acquistare i biglietti presso le casse delle multisale aderenti tramite App gratuita di UCI Cinemas per dispositivi Apple, Android e Windows Phone e sul sito www.ucicinemas.it. I biglietti paper-less acquistati tramite App e i biglietti elettronici acquistati tramite sito danno la possibilità di evitare la file alle casse con –FILA+FILM. Il pubblico può comunque acquistare i biglietti anche tramite il call center (892.960) e le biglietterie automatiche self-service presenti sul posto. Per maggiori informazioni visitare il sito www.ucicinemas.it o la pagina ufficiale di Facebook di UCI Cinemas all’indirizzo: www.facebook.com/ucicinemasitalia. In alternativa contattare il call center al numero 892.960.

Marco D’Amore e gli altri interpreti di L’immortale nelle nostre foto romane

Nella giornata di ieri abbiamo partecipato alla presentazione romana di L’immortale, spin-off cinematografico di Gomorra – La Serie diretto ed interpretato da Marco D’Amore.

L’evento esclusivo è stato organizzato al The Space Cinema Moderno di Roma, tra gli ospiti presenti al photocall il regista/attore Marco D’Amore, il piccolo Giuseppe Aiello, Marianna Robustelli, Salvatore Simeoli e Martina Attanasio.

Nel mostrarvi la nostra gallery, vi ricordiamo che Marco D’Amore sarà presto ospite in due multisala del circuito UCI Cinemas, per tutti i dettagli potete dare una lettura al nostro articolo qui.

L’immortale sarà distribuito nelle sale italiane a partire dal 5 dicembre.

L’immortale

Girato tra Roma, Napoli e Riga, il film è diretto e interpretato da Marco d’Amore e racconta la formazione di Ciro Di Marzio, l’iconico personaggio presente nelle prime tre stagioni della serie basata sul romanzo di Roberto Saviano, con una storia che farà da ponte tra la quarta e la quinta stagione. Alla sceneggiatura Leonardo Fasoli, Maddalena Ravagli, Marco D’Amore, Francesco Ghiaccio e Giulia Forgione.

Nel cast Marco D’amore, Giuseppe Aiello, Salvatore D’Onofrio, Giovanni Vastarella, Marianna Robustelli, Martina Attanasio, Gennaro Di Colandrea, Nello Mascia e Aleksei Guskov

TRAMA: L’IMMORTALE non è solo un’opera cinematografica ma un nuovo capitolo che si integra completamente in “Gomorra” e fa da ponte tra la quarta e la quinta stagione. Un progetto crossmediale e innovativo attraverso il quale, per la prima volta in assoluto nella storia della serialità, un film a sé stante diventa anche un segmento del racconto a cavallo tra le due stagioni di una serie tv. Il corpo di Ciro sta affondando nelle acque scure del Golfo di Napoli. E mentre sprofonda sempre più, affiorano i ricordi. I suoni attutiti dall’acqua si confondono con le urla della gente in fuga. E’ il 1980, la terra trema, il palazzo crolla, ma sotto le macerie si sente il pianto di un neonato ancora vivo. Dieci anni più tardi, ritroviamo quel neonato ormai cresciuto, mentre sopravvive come può alle strade di Napoli, figlio di nessuno. Ricordi vividi di un’educazione criminale che l’hanno reso ciò che è: Ciro Di Marzio, l’Immortale.

L’Immortale é prodotto da Cattleya e distribuito al cinema da Vision Distribuition a partire dal 5 dicembre 2019.

Ciro è vivo! Il trailer di L’Immortale, spin-off di Gomorra

Dopo tanta attesa, quest’oggi Vision Distribution ha diffuso il trailer ufficiale di L’immortale, spin-off cinematografico di Gomorra – La Serie.

Ciro l’immortale è vivo, ed è questa la rivelazione – quasi scontata – che il trailer del film di Marco D’Amore svela ai fan di Gomorra. Nel breve video si alternano sequenze dell’infanzia di Ciro, ed altre in cui viene anticipata quella che si prospetta come la sua nuova vita criminale nell’Est Europa.

L’immortale

Girato tra Roma, Napoli e Riga, il film è diretto e interpretato da Marco d’Amore e racconta la formazione di Ciro Di Marzio, l’iconico personaggio presente nelle prime tre stagioni della serie basata sul romanzo di Roberto Saviano, con una storia che farà da ponte tra la quarta e la quinta stagione. Alla sceneggiatura Leonardo Fasoli, Maddalena Ravagli, Marco D’Amore, Francesco Ghiaccio e Giulia Forgione.

Nel cast Marco D’amore, Giuseppe Aiello, Salvatore D’Onofrio, Giovanni Vastarella, Marianna Robustelli, Martina Attanasio, Gennaro Di Colandrea, Nello Mascia e Aleksei Guskov

TRAMA: L’IMMORTALE non è solo un’opera cinematografica ma un nuovo capitolo che si integra completamente in “Gomorra” e fa da ponte tra la quarta e la quinta stagione. Un progetto crossmediale e innovativo attraverso il quale, per la prima volta in assoluto nella storia della serialità, un film a sé stante diventa anche un segmento del racconto a cavallo tra le due stagioni di una serie tv. Il corpo di Ciro sta affondando nelle acque scure del Golfo di Napoli. E mentre sprofonda sempre più, affiorano i ricordi. I suoni attutiti dall’acqua si confondono con le urla della gente in fuga. E’ il 1980, la terra trema, il palazzo crolla, ma sotto le macerie si sente il pianto di un neonato ancora vivo. Dieci anni più tardi, ritroviamo quel neonato ormai cresciuto, mentre sopravvive come può alle strade di Napoli, figlio di nessuno. Ricordi vividi di un’educazione criminale che l’hanno reso ciò che è: Ciro Di Marzio, l’Immortale.

L’Immortale verrà prodotto da Cattleya e distribuito al cinema da Vision dal 5 dicembre 2019.

Il teaser trailer di L’Immortale, spin-off di Gomorra

Vision Distribution ha diffuso in rete il teaser trailer di L’Immortale, lo spin-off cinematografico di Gomorra – La Serie dedicato a Ciro Di Marzio.

Il film è stato diretto ed interpretato da Marco D’Amore e, come già anticipato in un precedente articolo, farà da ponte narrativo tra la quarta e la quinta stagione di Gomorra – La Serie.

L’Immortale

La sceneggiatura è stata scritta da Leonardo FasoliMaddalena RavagliMarco D’Amore e Francesco Ghiaccio. La regia sarà a cura di Marco D’Amore. Nel cast Marco D’amore.

Sinossi. Il corpo di Ciro sta affondando nelle acque scure del Golfo di Napoli. E mentre sprofonda sempre più, affiorano i ricordi. I suoni attutiti dall’acqua si confondono con le urla della gente in fuga. E’ il 1980, la terra trema, il palazzo crolla, ma sotto le macerie si sente il pianto di un neonato ancora vivo. Dieci anni più tardi, ritroviamo quel neonato ormai cresciuto, mentre sopravvive come può alle strade di Napoli, figlio di nessuno. Ricordi vividi di un’educazione criminale che l’hanno reso ciò che è: Ciro Di Marzio, l’Immortale.

L’Immortale verrà prodotto da Cattleya e distribuito al cinema da Vision a Natale.

https://youtu.be/i-u-e4hA9No