Archivi tag: Paramount+

Tanti nuovi attori per il cast del Pet Sematary di Paramount+

Il cast del nuovo adattamento cinematografico del romanzo Pet Sematary ha accolto in questi giorni alcuni nuovi attori, tra cui Natalie Alyn Lind, attrice vista in Big Sky.

Attraverso un aggiornamento proveniente dal The Hollywood Reporter, la Paramount ha deciso di portare a bordo del progetto Pet Sematary quattro nuovi attori, ossia Jack Mulhern (Omicidio a Easttown), Forrest Goodluck (Revenant – Redivivo), Natalie Alyn Lind (Big Sky) e Isabella Star LaBlanc (In an Instant). La celebre fonte non ha però specificato la natura dei ruoli affidati ai quattro nuovi attori.

In precedenza era stato annunciato l’ingresso nel cast di Jackson White nel ruolo di Jud Crandall, personaggio del romanzo di Stephen King interpretato in passato da attori del calibro di Fred Gwynne (1989) e John Lithgow (2019).


Il nuovo Pet Sematary sarà prodotto da Lorenzo di Bonaventura e Mark Vahradian, mentre la distribuzione sarà affidata al nuovo servizio digitale Paramount+. Ricordiamo, inoltre, che nel 2019 è stato realizzato un ennesimo adattamento diretto da Kevin Kölsch e Dennis Widmyer, con protagonista Jason Clarke.

Questa di seguito è la sinossi del romanzo di Stephen King:

Il dottor Louis Creed ha appena accettato l’incarico di direttore sanitario dell’Università del Maine, e con un certo entusiasmo: posizione di prestigio, magnifica villa di campagna dove Eileen e Gage, i suoi bambini, possono crescere tranquilli, vicini gentili e generosi in una cittadina idilliaca lontana dal caos metropolitano. Persino Winston Churchill, detto Church, il loro pigro e inseparabile gattone, sembra subito godere dei vantaggi della nuova situazione. Ben presto, però, la serena esistenza dei Creed viene sconvolta da una serie di episodi inquietanti: piccoli incidenti inspiegabili che coinvolgono i bambini, pericolosi e giganteschi camion che sfrecciano sulla superstrada proprio sotto casa Creed, incontri diabolicamente sorprendenti e, soprattutto, sogni. Sogni oscuri e terribilmente realistici che perseguitano Louis da quando ha visitato il Pet Sematary, il cimitero dove i ragazzi di Ludlow seppelliscono da sempre i loro animali domestici. Ufficialmente. Perché oltre quella radura, nascosto tra gli alberi, c’è un altro terreno di sepoltura, ben più terrificante. Un luogo carico di presagi e di richiami, spaventosi quanto irresistibili, provenienti da un altro mondo. Un luogo dove al dottor Creed toccherà una scoperta raggelante: a volte è meglio essere morti… Pet Sematary, definito dal Washington Post «folle, potente, disturbante», è un vero e proprio classico della letteratura horror, ispirato, parola di King, da un leggendario racconto popolare: La zampa di scimmia.


Quasi al termine le riprese di Star Trek: Strange New Worlds

Le riprese di Star Trek: Strange New Worlds sono giunte quasi al termine, ad affermarlo in un suo tweet è Anson Mount, l’interprete del mitico Capitano Christopher Pike.

I lavori del nuovo spettacolo Trek, dedicato alle gesta del Capitano che ha preceduto l’iconico James T. Kirk al comando dell’Enterprise NCC 1701, sono iniziate ufficialmente il 21 marzo scorso. Anson Mount, attraverso il suo account ufficiale di Twitter, ha voluto informare i tantissimi fan, ed in particolare quelli più legati alla TOS, del buon andamento dei lavori, oramai giunti quasi al termine. Questo il contenuto del messaggio:

Le riprese dell’ultimo ep della stagione 1 iniziano oggi (ndr 7 luglio). I fan della vecchia scuola saranno MOLTO entusiasti di vedere cosa stiamo cercando di ottenere con questo. Mi sto tanto divertendo nel riuscire a fare molte delle cose che come attore non ho mai tentato di fare”.

Al termine delle riprese, che crediamo possano proseguire ancora per pochi giorni, inizierà il grande lavoro di post-produzione, pertanto è presumibile che lo show possa essere trasmesso, come contenuto esclusivo della nuova piattaforma streaming Paramount+, già a partire dai primi mesi del 2022,

Giova ricordare che Star Trek: Strange New Worlds avrà uno sviluppo più episodico e meno serializzato rispetto alle ultime produzioni Trek, tornando quindi ad un andamento più classico e in linea con la Serie Originale. L’arco temporale in cui lo show potrà essere ambientato è quello compreso tra il 2254, anno in cui si svolgono gli accadimenti visti ne “Lo Zoo di Talos” e il 2264, anno in cui James T. Kirk prende il comando dell’Enterprise, subentrando così al Capitano Christopher Pike.

STAR TREK: STRANGE NEW WORLDS

PRODUZIONE: La serie tv sarà prodotta da CBS Studios, Roddenberry Entertainment e dalla Secret Hideout di Alex Kurtzman, creatore di Discovery e Picard e demiurgo del nuovo universo televisivo di Star Trek. Kurtzman ha inoltre scritto, insieme a Roberto Orci, i due Star Trek di J.J. Abrams. Gli showrunners saranno però Akiva Goldsman (anche showrunner di Picard) e Henry Alonso Myers. Goldsman ha scritto l’episodio pilota (da un soggetto concepito con Kurtzman e Jenny Lumet) e lo dirigerà. Goldsman, Kurtzman e Lumet saranno produttori esecutivi insieme ad Alonso Myers, Heather Kadin, Frank Siracusa, John Weber, Rod Roddenberry e Trevor Roth. CAST: Anson Mount (Pike), Ethan Peck (Spock), Rebecca Romijn (Numero Uno), Babs Olusanmokun, Christina Chong, Celia Rose Gooding, Jess Bush e Melissa Navia.

La nuova serie arriverà su Paramount+ in USA


Jackson White è il primo nome del nuovo adattamento di Pet Sematary

L’attore Jackson White è il primo nome per il cast di Pet Sematary, l’ennesimo adattamento cinematografico del celebre romanzo firmato da Stephen King.

Destinato alla piattaforma Paramount+, e affidato alle mani registiche di Lindsey Beer, il nuovo Pet Sematary (almeno è questo il titolo del film) vedrà, secondo Deadline, l’attore Jackson White (Mrs. Fletcher) incarnare Jud Crandall, personaggio interpretato in passato da attori del calibro di Fred Gwynne (1989) e John Lithgow (2019). Il casting è appena iniziato, pertanto è lecito aspettarsi nomi nuovi nelle prossime settimane.

Il nuovo Pet Sematary sarà prodotto da Lorenzo di Bonaventura e Mark Vahradian, mentre la distribuzione sarà affidata al nuovo servizio digitale Paramount+. Ricordiamo, inoltre, che nel 2019 è stato realizzato un ennesimo adattamento diretto da Kevin Kölsch e Dennis Widmyer, con protagonista Jason Clarke.

Questa di seguito è la sinossi del romanzo di Stephen King:

Il dottor Louis Creed ha appena accettato l’incarico di direttore sanitario dell’Università del Maine, e con un certo entusiasmo: posizione di prestigio, magnifica villa di campagna dove Eileen e Gage, i suoi bambini, possono crescere tranquilli, vicini gentili e generosi in una cittadina idilliaca lontana dal caos metropolitano. Persino Winston Churchill, detto Church, il loro pigro e inseparabile gattone, sembra subito godere dei vantaggi della nuova situazione. Ben presto, però, la serena esistenza dei Creed viene sconvolta da una serie di episodi inquietanti: piccoli incidenti inspiegabili che coinvolgono i bambini, pericolosi e giganteschi camion che sfrecciano sulla superstrada proprio sotto casa Creed, incontri diabolicamente sorprendenti e, soprattutto, sogni. Sogni oscuri e terribilmente realistici che perseguitano Louis da quando ha visitato il Pet Sematary, il cimitero dove i ragazzi di Ludlow seppelliscono da sempre i loro animali domestici. Ufficialmente. Perché oltre quella radura, nascosto tra gli alberi, c’è un altro terreno di sepoltura, ben più terrificante. Un luogo carico di presagi e di richiami, spaventosi quanto irresistibili, provenienti da un altro mondo. Un luogo dove al dottor Creed toccherà una scoperta raggelante: a volte è meglio essere morti… Pet Sematary, definito dal Washington Post «folle, potente, disturbante», è un vero e proprio classico della letteratura horror, ispirato, parola di King, da un leggendario racconto popolare: La zampa di scimmia.


Paramount+ perde i due showrunner della serie live-action Halo

La serie in live-action dedicata alla celebre saga videoludica Halo ha subito una importante battuta d’arresto, e questo nonostante sia entrata in fase di post-produzione.

Variety questa sera ha comunicato che Steven Kane e Kyle Killen hanno ufficialmente abbandonato i ruoli di co-showrunner della serie. La nota fonte ha specificato che in realtà Killen ha abbandonato il suo ruolo poco prima che la produzione della prima stagione iniziasse, lasciando pertanto il solo Kane collegato al processo creativo. Tale aggiornamento non dovrebbe creare problematiche particolari all’approdo su Paramount+ dei primi 10 episodi di Halo, ma di sicuro spingerà i produttori a cercare un nuovo showrunner per una ipotetica seconda stagione.

La prima stagione di Halo dovrebbe approdare su Paramount+ a partire dai primi mesi del 2022.

HALO

PRODUZIONE: In via di sviluppo dal lontano 2014, la serie tv Halo sarà co-prodotta da Showtime, con Microsoft/343Industries e la Amblin Television di Steven Spielberg. In cabina di sceneggiatura, e nel ruolo di showrunner, ci sarà Kyle Killen e Steven Kane. La regia è stata affidata a Otto Bathurst. CAST: Pablo Schreiber è Master Chief. Natascha McElhone sarà la dottoressa Catherine, brillante creatrice dei supersoldati, e di Cortana, la più avanzata IA della storia (la voce sarà di Jen Taylor). Bokeem Woodbine sarà Soren-066, un soldato che entrerà in conflitto con il suo vecchio amico Master Chief. Shabana Azmi interpreterà l’ammiraglio Margaret Parangosky. Bentley Kalu sarà Spartan Vannack-134, un supersoldato potenziato che assiste Master Chief. Natasha Culza sarà Spartan Riz-028, descritta come “una macchina da guerra”. Kate Kennedy sarà infine Spartan Kai-125, un altro supersoldato. Yerin Ha, interpreterà un nuovo personaggio di nome Quan Ah. DISTRIBUZIONE: Nei primi mesi del 2022 su Paramount+.

TRAMA: La serie sarà incentrata sulla celebre saga videoludica Halo. Essa sarà ncentrata su un epico conflitto, ambientato nel 26simo secolo, tra l’umanità e una razza aliena nota come Covenant.


Il secondo nuovo trailer di Infinite, il thriller sci fi di Antoine Fuqua

Prima della sua uscita in patria, prevista per il 10 giugno prossimo, Paramount+ ha diffuso il secondo nuovo trailer di Infinite, il thriller sci fi diretto da Antoine Fuqua.

In questo nuovo trailer sono presenti scene inedite ad alto tasso adrenalinico, da cui possiamo facilmente intuire il carattere fortemente action del film, inoltre sono state rilasciate maggiori informazioni riguardanti la trama. Questa la sinossi di Infinite.

Per Evan McCauley (Mark Wahlberg), abilità che non ha mai imparato e ricordi di luoghi che non ha mai visitato perseguitano la sua vita quotidiana. Automedicato e sull’orlo di un crollo mentale, Evan è ricercato da un gruppo segreto che si fa chiamare “Infiniti”, rivelandogli che i suoi ricordi potrebbero essere reali, ma provengono da più vite passate. Gli Infiniti portano Evan nel loro mondo straordinario, dove a pochi dotati viene data la capacità di rinascere con i loro ricordi e le conoscenze accumulate nei secoli. Con segreti critici sepolti nel suo passato, Evan deve lavorare con gli Infiniti per sbloccare le risposte nei suoi ricordi in una corsa contro il tempo per salvare l’umanità da uno di loro (Chiwetel Ejiofor) che cerca di porre fine a tutta la vita per fermare ciò che vede come il ciclo maledetto e infinito della reincarnazione.

INFINITE

Il film è stato diretto da Antoine Fuqua su una sceneggiatura scritta da Ian Shorr e prodotto da Mark Vahradian in coppia con Lorenzo Bonaventura per Paramount Pictures. Nel cast Mark Wahlberg, Chiwetel Ejiofor, Dylan O’Brien, Sophie Cookson, Jason Mantzoukas, Rupert Friend, Toby Jones, Tom Hughes e Jóhannes Haukur Jóhannesson.

La premiere di Infinite è prevista negli USA il 10 giugno 2021, attraverso la piattaforma streaming Paramount+. In Italia il film sarà distribuito da Universal Pictures a partire dal 24 settembre prossimo.

Rebecca Romijn ha forse svelato la timeline di Star Trek: Strange New Worlds

Star Trek: Strange New Worlds è lo spin-off in produzione dedicato a Christopher Pike, prepotentemente richiesto e ottenuto dai numerosi fan, i quali hanno ammirato le gesta dell’iconico Capitano nella seconda stagione di Star Trek: Discovery.

Come sappiamo, in questa nuova serie vedremo il Capitano Pike, interpretato da Anson Mount, affiancato da Ethan Peck nei panni di un giovane Sig. Spock e da Rebecca Romijn in quelli dell’affascinante Numero Uno, oltre ad un cast ancora non completamente svelato. Ed è proprio Rebecca Romijn che, intervistata da Looper per il suo ultimo film Endangered Species, ha avuto modo di dare anche qualche dettaglio sulla nuova serie Trek, queste le parole dell’attrice:

“Attualmente stiamo producendo la prima stagione di ‘Star Trek: Strange New Worlds’. Le mie labbra sono sigillate, ma sono a Toronto e siamo all’episodio sette di 10 – e non ci è permesso dire nulla su quello che stiamo facendo”.

Ha proseguito dicendo:

“Questa è la storia dei 10 anni sull’Enterprise, questi sono i 10 anni che hanno preceduto il Capitano Kirk sull’Enterprise… Quindi, questo è il Capitano Pike, il Numero Uno, e Spock è un ufficiale scientifico, Noi lo superiamo in grado, il che è davvero divertente, perché quando mai qualcuno supera Spock?”

Infine ha aggiunto:

“Non posso dire altro perché ci sono così tanti Easter Eggs in questo spettacolo, ma siamo molto, molto, molto entusiasti nel presentarlo. È in linea con la serie originale: sono episodi indipendenti. È un po’ più leggero. Stiamo visitando i pianeti. Stiamo visitando le colonie e siamo così orgogliosi del nostro lavoro finora”.

L’attrice, forse inconsapevolmente, oltre a ribadire l’andamento classico ed episodico dello show, potrebbe aver svelato un dettaglio molto importante, ovvero il periodo in cui Strange New Worlds potrebbe essere ambientato, ovvero a partire dal 2254, immediatamente dopo gli accadimenti visti in Lo Zoo di Talos, il primo pilot della Serie Classica bocciato dal network.

Ecco quindi che questo primissimo episodio, inizialmente non considerato meritevole di un prosieguo, diventa a tutti gli effetti il pilot di Star Trek: Strange New Worlds. A conferma di quanto affermato da Rebecca Romijn ricordiamo che James T. Kirk prende il comando dell’Enterprise nell’anno 2264. Quindi vedremo probabilmente ciò che è successo prima e non il seguito degli avvenimenti vissuti da Christopher Pike in Discovery, perché incardinati nell’anno 2258.

STAR TREK: STRANGE NEW WORLDS

PRODUZIONE: La serie tv sarà prodotta da CBS Studios, Roddenberry Entertainment e dalla Secret Hideout di Alex Kurtzman, creatore di Discovery e Picard e demiurgo del nuovo universo televisivo di Star Trek. Kurtzman ha inoltre scritto, insieme a Roberto Orci, i due Star Trek di J.J. Abrams. Gli showrunners saranno però Akiva Goldsman (anche showrunner di Picard) e Henry Alonso Myers. Goldsman ha scritto l’episodio pilota (da un soggetto concepito con Kurtzman e Jenny Lumet) e lo dirigerà. Goldsman, Kurtzman e Lumet saranno produttori esecutivi insieme ad Alonso Myers, Heather Kadin, Frank Siracusa, John Weber, Rod Roddenberry e Trevor Roth. CAST: Anson Mount (Pike), Ethan Peck (Spock), Rebecca Romijn (Numero Uno), Babs Olusanmokun, Christina Chong, Celia Rose Gooding, Jess Bush e Melissa Navia. DISTRIBUZIONE: La nuova serie arriverà su Paramount+ in USA


Il trailer di Infinite, l’oscuro thriller sci-fi diretto da Antoine Fuqua

Il nuovo servizio digitale Paramount+ ha diffuso il trailer e il poster di Infinite, il thriller sci fi a tinte fosche diretto da Antoine Fuqua.

La storia di Infinite è vagamente basata sul romanzo The Reincarnationist Papers, scritto da D. Eric Maikranz e pubblicato lo scorso 4 maggio. Questa la trama: “Evan McCauley (Mark Wahlberg) crede di soffrire di una forma di schizzofrenia sino a quando viene catturato da un misterioso personaggio (Chiwetelu Ejiofor), il quale afferma che le turbe psichiche da cui è afflitto non sono altro che ricordi delle sue vite passate. Evan viene però liberato da una donna di nome Tammy (Sophie Cookson) prima che possa conoscere in maniera più approfondita le rivelazioni del suo aguzzino.”

INFINITE

Il film è stato diretto da Antoine Fuqua su una sceneggiatura scritta da Ian Shorr e prodotto da Mark Vahradian in coppia con Lorenzo Bonaventura per Paramount Pictures. Nel cast Mark Wahlberg, Chiwetel Ejiofor, Dylan O’Brien, Sophie Cookson, Jason Mantzoukas, Rupert Friend, Toby Jones, Tom Hughes e Jóhannes Haukur Jóhannesson.

La premiere di Infinite è prevista negli USA il 10 giugno 2021, attraverso la piattaforma streaming Paramount+. In Italia il film sarà distribuito da Universal Pictures a partire dal 24 settembre prossimo.


Miles Teller al posto di Armie Hammer nella serie che racconta la realizzazione di Il Padrino

L’attore Miles Teller sarà il nuovo protagonista di The Offer, la serie tv che andrà a raccontare i retroscena legati alla realizzazione del classico della cinematografia “Il Padrino“.

Alcuni mesi dopo il licenziamento di Armie Hammer, causato lo ricordiamo per le accuse di violenza sessuale ai danni di alcune donne, ViacomCBS ha trovato in Miles Teller il suo nuovo protagonista. L’attore apprezzato in Whiplash nella serie tv darà volto a Al Ruddy, il produttore di “Il Padrino” i cui ricordi faranno da base per i contenuti di The Offer. L’attore sarà anche impegnato come produttore esecutivo.

All’inizio del 2021 Armie Hammer è stato accusato da alcune donne di molestie sessuali e pratiche sessuali da ritenere alquanto macabre (qui i dettagli), tale scandalo ha spinto l’attore ad abbandonare diverse produzioni in cui era impegnato, tra queste proprio The Offer. Tutt’oggi Hammer continua a difendere la sua posizione smentendo le accuse.

The Offer è stato ideato da Michael Tolkin (Escape at Dannemora), nominato agli Oscar e agli Emmy, e racconterà le esperienze, mai rivelate prima, del produttore Albert S. Ruddy, mentre si stava realizzando nel 1972 il film Il Padrino, cult diretto da Francis Ford Coppola e adattato dall’opera di Mario Puzo. Le dieci puntate saranno scritte e prodotte da Tolkin in collaborazione con Albert S. Ruddy, Nikki Toscano (Hunters) e Leslie Greif. La produzione è curata da Paramount TV Studios. La messa in onda è prevista su Paramount+.


Il trailer della seconda stagione di Evil, da giugno su Paramount+

La seconda stagione della serie tv Evil sarà trasmessa da giugno su Paramount+, l’annuncio è stato accompagnato dal lancio del primo inquietante trailer.

Spinta da un ottimo esordio su CBS, con numeri tendenzialmente in crescita episodio dopo episodio, la serie creata da Robert e Michelle King è pronta a fare il grande passo, ed il passaggio al nuovo servizio digitale Paramount+, così come fatto di recente da SEAL Team e Clarice. I nuovi episodi di Evil andranno pertanto in onda a partire dal 20 giugno, per l’occasione è stato diffuso il primo inquietante trailer.

Di seguito vi proponiamo la sinossi della seconda stagione:

EVIL è una serie di mistero e psicologia che indaga le origini del male al confine tra scienza e religione. La serie segue le vicende di una psicologa che affianca un uomo che sta per diventare sacerdote e una guardia di sicurezza per scandagliare la lista di misteri irrisolti della Chiesa, dai possibili miracoli alle ipotetiche possessioni demoniache. Il loro lavoro è trovare spiegazioni logiche o verificare che vi sia davvero il soprannaturale in azione. La seconda stagione porta il male ancora più vicino a casa. Kristin fatica a tenere a basa la sua natura oscura dopo aver ucciso un uomo, mentre David subisce la tentazione mentre la sua ordinazione si avvicina sempre di più. Ben, intanto, riceve visite notturne che infestano i suoi incubi delle sue peggiori paure.

EVIL

La serie è stata creata da Robert e Michelle King, tra i protagonisti del cast spazio per Katja Herbers, Mike Colter, Aasif Mandvi, Michael Emerson, Christine Lahti, Kurt Fuller, Brooklyn Shuck, Skylar Gray, Maddy Crocco e Dalya Knapp. La prima stagione è andata in onda nell’inverno del 2019/2020, gli episodi non erano andati oltre i 6.29 milioni di spettatori su CBS, pur migliorando i propri dati di ascolto grazie alle piattaforme di streaming. La seconda stagione conterà 13 episodi.


Paramount+ ha scelto la regista che dirigerà il nuovo Pet Sematary

Annunciato lo scorso 25 febbraio, in occasione del lancio della piattaforma Paramount+, il nuovo adattamento del romanzo Pet Sematary ha finalmente trovato una regista.

Quest’oggi Deadline ha rivelato che la Paramount Pictures ha scelto Lindsey Beer per dare vita ad un nuovo film ambientato nell’universo narrativo creato da Stephen King. La Beer di recente avrebbe anche messo mano anche alla bozza definitiva della sceneggiatura, affidata da tempo a Jeff Buhler. Per la Beer si tratterà di un vero e proprio esordio alla regia, dalla sua solo sceneggiature di film in programma quali Silver Sable e M.A.S.K.: Mobile Armored Strike Kommand.

Il nuovo Pet Sematary sarà prodotto da Lorenzo di Bonaventura e Mark Vahradian, mentre la distribuzione sarà affidata al nuovo servizio digitale Paramount+. Ricordiamo, inoltre, che nel 2019 è stato realizzato un ennesimo adattamento diretto da Kevin Kölsch e Dennis Widmyer, con protagonista Jason Clarke.

Questa di seguito è la sinossi del romanzo di Stephen King:

Il dottor Louis Creed ha appena accettato l’incarico di direttore sanitario dell’Università del Maine, e con un certo entusiasmo: posizione di prestigio, magnifica villa di campagna dove Eileen e Gage, i suoi bambini, possono crescere tranquilli, vicini gentili e generosi in una cittadina idilliaca lontana dal caos metropolitano. Persino Winston Churchill, detto Church, il loro pigro e inseparabile gattone, sembra subito godere dei vantaggi della nuova situazione. Ben presto, però, la serena esistenza dei Creed viene sconvolta da una serie di episodi inquietanti: piccoli incidenti inspiegabili che coinvolgono i bambini, pericolosi e giganteschi camion che sfrecciano sulla superstrada proprio sotto casa Creed, incontri diabolicamente sorprendenti e, soprattutto, sogni. Sogni oscuri e terribilmente realistici che perseguitano Louis da quando ha visitato il Pet Sematary, il cimitero dove i ragazzi di Ludlow seppelliscono da sempre i loro animali domestici. Ufficialmente. Perché oltre quella radura, nascosto tra gli alberi, c’è un altro terreno di sepoltura, ben più terrificante. Un luogo carico di presagi e di richiami, spaventosi quanto irresistibili, provenienti da un altro mondo. Un luogo dove al dottor Creed toccherà una scoperta raggelante: a volte è meglio essere morti… Pet Sematary, definito dal Washington Post «folle, potente, disturbante», è un vero e proprio classico della letteratura horror, ispirato, parola di King, da un leggendario racconto popolare: La zampa di scimmia.


Il primo drammatico trailer della quarta stagione di Star Trek: Discovery

Paramount+ ha rilasciato il primo drammatico trailer dalla quarta stagione di Star Trek: Discovery, la serie che vede al comando della USS Discovery il nuovo Capitano Michael Burnham.

Il video ha fatto il suo debutto durante l’ evento streaming di Paramount+ First Contact Day”, ovvero la ricorrenza della data del primo contatto tra Umani e Vulcaniani avvenuta il 5 aprile del 2063, eventi questi narrati nel film Star Trek: Primo contatto, diretto da Jonathan Frakes nel 1996.

Il trailer mostra, tra l’altro, le nuove uniformi che Burnham e compagni indosseranno nella nuova stagione di Star Trek: Discovery, uniformi molto più variopinte delle precedenti che, come quelle indossate nella TOS da Kirk e dal suo equipaggio, si defferenziano nei colori a seconda del ruolo ricoperto dal personale che le indossa.

La trama orizzontale, che legherebbe un andamento più classicamente episodico dell’intera stagione, è basata sulla presenza di un’enorme anomalia gravitazionale che si espande per un diametro di circa 5 anni luce. Tale fenomeno cosmico potrebbe manifestarsi in qualsiasi parte dell’universo interessato, Toccherà al nuovo capitano della Discovery e all’intero suo equipaggio contrastare l’immane catastrofe attraverso alleanze con nuove civiltà e razze aliene. questa la sinossi ufficiale:

La stagione 4 di Star Trek: Discovery vede il Capitano Burnham e l’equipaggio della USS Discovery affrontare una minaccia diversa da quelle incontrate finora. Mentre i mondi compresi e non compresi nella Federazione percepiscono l’impatto, devono affrontare l’ignoto e lavorare assieme per assicurare un futuro di speranza per tutti.

STAR TREK: DISCOVERY

La quarta stagione di Star Trek: Discovery è prodotta da CBS Television Studios in associazione con Secret Hideout e Roddenberry Entertainment. Alex Kurtzman Michelle Paradise fungono da showrunner. Nel cast, oltre a Sonequa Martin-Green nei panni del Capitano Michael Burnham, trovano spazio Doug Jones, Anthony Rapp, Mary Wiseman, Wilson Cruz, David Ajala, Blu del Barrio e Ian Alexander Le riprese sono iniziate nel novembre del 2020 a Toronto, in Canada e termineranno entro il mese di settembre di quest’anno.

Star Trek: Discovery 4 farà il suo debutto sul servizio streaming Paramount+


Star Trek: Lower Decks 2 – Data per la premiere, e rinnovo per una terza stagione

L’evento noto come First Contact Day è andato in scena nella giornata di ieri e, tra tanti panel dedicati al mondo Star Trek, c’è stato spazio anche per uno dedicato alla serie animata Star Trek: Lower Decks.

Approdata su CBS All Access (qui in Italia su Amazon Prime Video) il 6 agosto scorso, la seconda serie animata della storia relativa al franchise Star Trek ha ottenuto recensioni in gran parte positive, tanto da ottenere il rinnovo per una seconda stagione quasi in tempi record. Durante il First Contact Day, a tal proposito, si è parlato del successo ottenuto dalla serie, della data ufficiale della premiere della seconda stagione, ma anche dell’ufficialità del rinnovo per una terza ondata episodica.

I nuovi episodi della seconda stagione di Star Trek: Lower Decks arriveranno su Paramount+ (ex CBS All Access) a partire dal 12 agosto 2021, ovvero nello stesso periodo dell’anno in cui ha esordito la prima (6 agosto). Sulla terza stagione, invece, i produttori si sono limitati a confermare che ci sarà, e che questa potrebbe approdare su Paramount+ nel corso del 2022 (forse ad agosto?).

Star Trek: Lower Decks ha debuttato su CBS All Access il 6 agosto scorso, qui in Italia i dieci episodi sono stati rilasciati su Amazon Prime VIdeo a partire dal 22 Gennaio 2021.