Archivi tag: Morena Baccarin

Gerard Butler e Morena Baccarin torneranno per il sequel dello sci-fi Greenland

Gerard Butler tornerà presto a proteggere la propria famiglia contro le forze della natura, è di oggi la notizia infatti dell’avvio della produzione di Greenland: Migration, sequel del disaster movie uscito al cinema lo scorso anno.

Uscito nel corso del 2020, praticamente tra una fase di lockdown e l’altra, il disaster movie Greenland ha ottenuto in queste ore il via libera per un sequel che, a quanto pare, sarà incentrato sugli sforzi della famiglia Garrity di trovare un posto nel mondo dopo la caduta della cometa che ha quasi cancellato la vita sulla Terra.

Le riprese di Greenland: Migration, questo il titolo ufficiale, dovrebbero partire nel corso del 2022, con Gerard Butler e Morena Baccarin pronti a tornare nei loro rispettivi ruoli da protagonisti. Deadline, inoltre, conferma che la regia sarà nuovamente affidata a Ric Roman Waugh, così come la sceneggiatura a Chris Sparling. Per la serie team che vince non si cambia. Potete leggere la nostra recensione di Greenland a questo indirizzo.

GREENLAND

PRODUZIONE: Il film è stato diretto da Ric Roman Waugh, già con Gerard Butler in occasione di Attacco al Potere 3. CAST: Gerard Butler, Morena Baccarin. DISTRIBUZIONE: Dall’8 ottobre ottobre 2020 nelle sale.

TRAMA: La minaccia di una cometa distruttrice si abbatte contro l’umanità e John (Gerard Butler), insieme all’ex moglie Allison (Morena Baccarin) e al giovane figlio Nathan,​compiranno un viaggio impossibile e pieno di insidie nel tentativo di mettersi in salvo. Mentre diverse città in tutto il mondo sono rase al suolo dai frammenti della cometa.


Greenland: Recensione del disaster movie con Gerard Butler

Abbiamo assistito all’anteprima di Greenland, il disaster movie con Gerard Butler e Morena Baccarin. Questa la nostra recensione.

La cometa Clarke è da poco entrata nel nostro sistema solare, non si tratta di un unico corpo solido ma di uno sciame di frammenti cosmici che schizza a forte velocità fra i pianeti, in direzione del nostro Sole. Segretamente viene messo in atto un piano di salvataggio dell’umanità quando si scopre che una parte di detriti è stata deviata nel suo percorso dalla gravità solare. Alcuni pezzi della cometa, infatti, puntano decisamente verso la Terra. Uno di questi, grande come un campo di calcio, sta per abbattersi sul nostro pianeta con la conseguente estinzione della maggior parte delle forme di vita. Rifugi segreti in cui salvaguardare le eccellenze della razza umana sono stati attivati. John Garrity (Gerard Butler), sua moglie Allison (Morena Baccarin) ed il piccolo Nathan faranno parte di coloro che sopravviveranno al cataclisma, ma…

Greenland è l’ennesimo film catastrofico con meteoriti che si ergono a cavalieri dell’apocalisse. Uno schema narrativo che ricalca, fin troppo, quello di 2012, con l’unica differenza che la fine non proviene dalle viscere del pianeta ma da eventi cosmici inarrestabili.

Ric Roman Waugh torna a dirigere Gerard Butler, dopo Attacco al Potere 3 dello scorso anno. Per quanto il film possa essere poco convincente, il connubio tra i due funziona bene. Butler si trova a suo agio nel ruolo dell’eroe a dimensione familiare. È un padre di famiglia disposto a bruciare all’inferno pur di salvare la sua progenie ed il suo amore. Un ruolo congeniale all’attore che già aveva dato prova di sapersi barcamenare con disinvoltura tra cataclismi e fine del mondo nel recente Geostorm. Buona anche la prova offerta da Morena Baccarin che dimostra ancora una volta il suo talento recitativo.

Dal punto di vista sceneggiativo, Greenland scorre via – inesorabile – come il countdown al frammento che metterà fine alla vita sul pianeta. Poche o quasi nulle le emozioni. Il susseguirsi degli eventi è quasi scontato ed allo spettatore non resta che chiedersi quale sarà l’arzigogolato metodo degli sceneggiatori per salvare i nostri eroi a discapito di chi si porrà sulla loro strada per contrastarli o favorirli. In Greenland non conta il messaggio ma la spettacolarizzazione della fine del genere umano, e questo nonostante si cerchi spesso di spostare l’asticella verso il più nobile spirito di unione ed abbattimento delle barriere sociopolitiche che da sempre dividono ed allontanano i popoli: solo lo sconvolgimento totale degli equilibri planetari, e l’avvicinarsi della fine possono far si che ci sia un bene comune ed un ritrovato sentimento di fratellanza universale.

Decisamente validi gli effetti speciali, con un CGI di primo livello e con scene d’azione esagerate ed inverosimili. Del resto, il cinema hollywoodiano ci ha abituato ad imbarazzanti sequenze dove i protagonisti sfuggono a piogge di meteoriti, piuttosto che a voragini che si aprono sotto i loro piedi, restando pressoché illesi.

Greenland è sicuramente un film per gli appassionati del cinema catastrofico che farà storcere il naso ai più critici. In un 2020 così funesto serviva davvero presentare questo progetto nato nel 2018 e che aveva visto gettare la spugna a pochi mesi dalle riprese sia a Chris Evans che al regista di District 9, Neill Blomkamp?

Greenland sarà nelle nostre sale dal 1° ottobre. Guardate il trailer a questo indirizzo.

Classificazione: 2.5 su 5.

Una cometa minaccia l’estinzione nel trailer di Greenland, con Gerard Butler

Dopo aver affrontato qualsiasi tipo di minaccia, il tenebroso Gerard Butler in Greenland dovrà lottare per salvare la famiglia dall’estinzione di massa. La minaccia arriva da una cometa in rotta di collisione con la Terra.

Il film è stato diretto da Ric Roman Waugh, già con Butler in occasione di Attacco al potere 3 – Angel Has Fallen, mentre nel cast spicca la presenza di Morena Baccarin (Deadpool).

Questa è la sinossi ufficiale:

Una famiglia lotta per sopravvivere mentre una cometa sta per distruggere il pianeta Terra. John Garrity (Gerard Butler), sua moglie Allison (Morena Baccarin) e il giovane figlio Nathan compiono un pericoloso viaggio verso un posto sicuro.

Il lancio nelle sale del film è atteso per il 14 agosto 2020.

IL TRAILER


Ben McKenzie e Morena Baccarin sono ufficialmente fidanzati … e prossimi al matrimonio!

L’amore trionfa anche in quel di Gotham, ebbene si Morena Baccarin (37) e Ben McKenzie (38) si sono ufficialmente fidanzati, la conferma è arrivata durante la loro apparizione al recente Gotham Independent Film Awards, occasione unica per mostrare l’enorme anello di diamanti.

I due attori si sono innamorati nel 2014 sul set della serie tv Gotham, da allora l’amore è esploso dando vita ad una figlia lo scorso marzo, il suo nome Frances Laiz Setta Schenkkan, beh non proprio un nome facile da ricordare, noi la chiameremo semplicemente Frances, la Baccarin dal canto suo esce da un matrimonio fallito con Austin Chick.

Non sappiamo quando Ben e Morena convoleranno a nozze, ma dal modo appassionante con cui amano condividere passerelle, eventi e set, pare che questo momento arriverà davvero molto presto.

Date un’occhiata all’anellone sfoggiato dalla bellissima Morena sul red carpet dei Gotham Awards.

Ben McKenzie & Morena Baccarin (Jemal Countess / Getty Images)

Morena Baccarin (Credits – Michael Loccisano / Getty Images)

Fonte: Us Magazine

[Foto] Nuovi villain dal set della terza stagione di Gotham

La terza stagione della serie tv Gotham arriverà sulle frequenze Fox a partire dal prossimo settembre, ragion per cui in questi giorni impazzano le riprese e, ovviamente, dal web sono apparse le primissime foto dal backstage.

Le foto in questione sono state rilasciate via Twitter dal regista e produttore Danny Cannon, queste mostrano in parte alcuni dei vecchi personaggi della serie come la Dott.sa Thompson e Selina Kyle etc, ma soprattutto due volti nuovi, due volti che di certo metteranno in difficoltà Gordon e company. Uno dei nuovi villain sembra riconoscibilissimo, si tratta infatti di Killer Croc, storico villain di Batman, prossimo ad apparire, tra l’altro, nel cinecomic Suicide Squad.


Gotham è stata prodotta da Bruno Heller, Danny Cannon e John Stephens, nel cast spiccano i nomi di Ben McKenzie, Donal Logue, David Mazouz, Robin Lord Taylor, Erin Richards, Sean Pertwee, Camren Bigondova, Jada Pinkett Smith, Morena Baccarin, Jessica Lucas, Jamie Chung, James Frain, Maggie Geha.

Gotham 3 andrà in onda dal prossimo autunno su Fox

Ecco le foto

Fonte: CBM

La recensione di Deadpool con Ryan Reynolds – L’antieroe che non segue le regole

Dopo aver sbancato il box office negli USA arriva nelle sale italiane “Deadpool” il mercenario chiaccherone portato sullo schermo da un emergente regista, Tim Miller.

Gli amanti del fumetto non rimarranno delusi dall’adattamento cinematografico dell’antieroe Deadpool, il lavoro svolto da Tim Miller é stato quello di un attento lettore che non ha voluto stravolgere il personaggio portando nella versione filmica alcuni punti di forza che lo rendono unico. Sboccato,violento, così logorroico da rompere la quarta parete rivolgendosi direttamente agli spettatori, queste le caratteristiche di un eroe dei fumetti Marvel per niente facile da interpretare ma Ryan Reynolds ci riesce senza risultare estremamente banale.

Dopo l’apparizione all’interno dello spin-off dedicato a Wolverine (Wolverine-le origini), Reynolds riveste i panni del mercenario irriverente diventando lui stesso bersaglio delle sue prese in giro.

Wade Wilson (Ryan Reynolds) é un ex soldato mercenario che per sopravvivere fa qualsiasi lavoro, un giorno incontra Vanessa (Morena Baccarin) e la sua vita cambia ma, un cancro mira alla sua felicità. Un misterioso uomo gli offrirà la possibilità di guarire ma qualcosa, durante l’operazione rimane completamente sfigurato, diventa così Deadpool e la sua unica missione è ritrovare il medico che gli ha distrutto la vita. Ad aiutarlo nell’impresa e ad assicurarsi che non combini altri danni troviamo due babysitter particolari, mutanti appartenenti agli X-Men: Colosso (Stefan Kapic) e Testa Mutante Negasonica (Brianna Hildebrand).

La narrazione ritmata, il tono demenziale e poco raffinato, non deluderanno gli affezionati dell’antieroe ma anche chi lo conoscerà per la prima volta. Già i titoli di testa ci mostrano che non siamo davanti al solito film di super eroi, e ci indicano lo stile che attraverserà il film: i tradizionali nomi e cognomi sono sostituiti dai cliché dei credits tipici dei cinecomics (il regista diventa “un idiota pagato troppo”, gli sceneggiatori “i veri supereroi”).

Il nostro parere: 7

Un film comico che strizza l’occhio alla tipica narrazione degli eroi Marvel, con scene altamente ironiche e splatter senza dimenticare l’azione.

“Deadpool” esce nelle sale italiane disponibile per tutte le età (negli Stati Uniti é stata vietata la visione agli under 17) dal 18 febbraio, distribuito da 20th Century Fox Italia.

[socialpoll id=”2335871″ path=”/polls/2335871″ width=”500″]