Archivi tag: Matt Damon

L’epico trailer italiano di The Last Duel, il nuovo film di Ridley Scott

20th Century Studios ha diffuso oggi il trailer italiano di The Last Duel, il nuovo epico dramma storico diretto da Ridley Scott, con protagonista Matt Damon e Ben Affleck.

Girato da Ridley Scott quando la Fox non era ancora nelle mani di casa-Disney, il film The Last Duel è finalmente giunto alla prova della saga, o meglio lo sarà a partire dal 14 ottobre prossimo. Nell’attesa, quest’oggi Walt Disney Company Italia, attraverso ovviamente il rinato asset 20th Century Studios ha presentato al pubblico il primo epico trailer.

Con il trailer, che trovate in fondo alla pagina, vi proponiamo il comunicato stampa ufficiale di presentazione, al suo interno tutte le informazioni di produzione di The Last Duel:

21 luglio 2021 – Il lungometraggio targato 20th Century Studios The Last Duel è un’appassionante storia di tradimento e vendetta ambientata nella brutalità della Francia del XIV secolo. Diretto dal regista quattro volte candidato all’Academy Award®, Ridley Scott (Sopravvissuto – The Martian, Black Hawk Down – Black Hawk abbattuto, Il Gladiatore, Thelma & Louise), il film arriverà il 14 ottobre nelle sale italiane, distribuito da The Walt Disney Company Italia.

Il film storico è un dramma cinematografico che fa riflettere, ambientato durante la guerra dei cent’anni, che esplora l’onnipresente potere degli uomini, la fragilità della giustizia, e la forza e il coraggio di una donna disposta a lottare da sola in nome della verità. Basato su eventi reali, il film rivela ipotesi a lungo sostenute sull’ultimo duello autorizzato in Francia tra Jean de Carrouges e Jacques Le Gris, due amici diventati acerrimi rivali. Carrouges è un rispettato cavaliere noto per il suo coraggio e la sua abilità sul campo di battaglia. Le Gris è uno scudiero normanno la cui intelligenza ed eloquenza lo rendono uno dei nobili più ammirati a corte. Quando la moglie di Carrouges, Marguerite, viene ferocemente aggredita da Le Gris, accusa che lui nega, lei si rifiuta di rimanere in silenzio, facendosi avanti per accusare il suo aggressore: un atto di coraggio e di sfida che mette in pericolo la sua vita. Il conseguente processo per combattimento, un estenuante duello all’ultimo sangue, mette il destino di tutti e tre nelle mani di Dio.

Il vincitore dell’Oscar® Matt Damon (Will Hunting – Genio ribelle, Le Mans ’66 – La grande sfida) è Jean de Carrouges; il due volte candidato all’Academy Award® Adam Driver (Storia di un matrimonio, BlacKkKlansman) è Jacques Le Gris; la vincitrice dell’Emmy® Jodie Comer (Killing Eve, Free Guy – Eroe per Gioco) è Marguerite de Carrouges; e il due volte premio Oscar® Ben Affleck (Argo, Will Hunting – Genio ribelle) è il conte Pierre d’Alençon. La sceneggiatura è firmata dalla candidata all’Oscar® Nicole Holofcener (Copia originale) & Ben Affleck & Matt Damon e si basa sul libro di Eric Jager. Il film è prodotto da Ridley Scott, Kevin J. Walsh (Manchester by the Sea), Jennifer Fox (Lo sciacallo – Nightcrawler), Nicole Holofcener, Matt Damon e Ben Affleck, mentre Kevin Halloran (Le Mans ’66 – La grande sfida), Drew Vinton (Promised Land), Madison Ainley (Justice League) sono i produttori esecutivi.

The Last Duel è basato sul libro di Eric JagerThe Last Duel: A True Story of Crime, Scandal, and Trial by Combat in Medieval France”, che fa rivivere il turbolento Medioevo con dettagli impressionanti. Quando l’etichetta, le aspirazioni sociali e la giustizia erano guidate dai codici cavallereschi, le conseguenze dello sfidare le istituzioni del tempo – la Chiesa, la nobiltà di corte, un re adolescente – potevano essere gravi. Per una donna che si faceva strada in questi tempi violenti, una donna che non aveva alcuna posizione giuridica senza il supporto del marito, la posta in gioco era ancora più alta.

Amo lavorare con Matt, quindi è stato un valore aggiunto poter lavorare con lui e Ben sia come attori che come sceneggiatori, insieme a Nicole Holofcener, e sapevo che avremmo ottenuto un grande risultato”, afferma il regista e produttore Ridley Scott. “Avevo apprezzato la serie Killing Eve e cercavo un’opportunità per presentare a Jodie Comer un ruolo stimolante. La sua interpretazione di Marguerite la renderà una delle grandi attrici della sua generazione”.

Questo film è un tentativo di raccontare nuovamente la storia di una donna eroica della storia, di cui la maggior parte delle persone non ha mai sentito parlare. Abbiamo ammirato il suo coraggio e la sua risoluta determinazione, e sentivamo che questa era una storia che doveva essere raccontata e la cui drammaticità avrebbe catturato il pubblico nel modo in cui ha commosso noi come sceneggiatori. Approfondendo ulteriormente la storia, abbiamo scoperto che molti aspetti del patriarcato formale e codificato dell’Europa occidentale del XIV secolo sono ancora presenti in modo residuo (e in alcuni casi quasi immutato) nella società di oggi”, affermano Nicole Holofcener, Ben Affleck e Matt Damon. “Abbiamo scelto di usare l’espediente di raccontare la storia dal punto di vista di diversi personaggi per esaminare il fatto immutabile che, anche se spesso più persone che vivono lo stesso evento ne escono con resoconti diversi, ci può essere una sola verità”.

The Last Duel – Poster Italiano

Festival di Cannes 74: dall’apertura ai primi giorni sulla Croisette

La 74. edizione del Festival di Cannes prosegue senza sosta, seppur con qualche inceppamento durante il percorso tra Covid e problemi con le prenotazioni online. Ma, problemi a parte, quello che conta davvero è il cinema e quindi facciamo un riassunto di ciò che è accaduto finora sulla croisette.

Il Festival di Cannes si è aperto con Annette del funambolico Leos Carax con protagonista l’inedita coppia formata da Marion Cotillard e Adam Driver. Carax è un pupillo di vecchia data del festival e i suoi film che vantano tanti estimatori quanti detrattori lasciano sempre il segno, nel bene e nel male.

Poi è stata Jodie Foster a primeggiare su tutto e tutti quando le è stata consegnata la Palma d’onore per coronare una carriera iniziata nel cinema adulto proprio a Cannes quando, nel 1976, recitò in Taxi Driver vincitore della Palma d’oro. Memorabile il suo discorso durante l’accettazione del premio in cui l’attrice e regista, rivolgendosi a tutte le donne, ha detto “è il momento“, ricordando che quand’era giovane non c’erano registe sui set.

Se Jodie Foster ha regalato un momento empatico e di grande importanza civile, l’arrivo di Sophie Marceau ha portato eleganza e fascino. L’attrice è protagonista di Tout c’est bien passé di François Ozon, film che ha conquistato pubblico e critica con una storia sulla vecchiaia, la morte e l’eutanasia.

Molti applausi per A Chiara, il film di Jonas Carpignano che chiude la trilogia di Gioia Tauro dopo Mediterranea e A Ciambra. Stavolta il regista punta quasi esclusivamente sulla finzione (anche se definire i precedenti come documentari sarebbe riduttivo) e conquista il festival.

Ha in parte deluso (inaspettatamente) The Velvet Underground, il documentario di Todd Haynes incentrato sulla celebre band di Lou Reed e vicina alla Factory di Andy Warhol. Privo di un vero fulcro e solo in parte davvero accattivante, da un regista come Haynes (che si era già approcciato alla musica con Velvet Goldmine e Io non sono qui) ci si aspettava di più.

Paul Verhoeven ha portato Benedetta, film-scandalo ispirato alla reale vicenda di Benedetta Cerlini, suora lesbica del 1600. Come al solito, il film di Verhoeven ha spaccato in due la critica, ma realizzare un’opera che fosse al livello del precedente Elle non era impresa semplice. Molti applausi, standing ovation e commozione del protagonista Matt Damon per La ragazza di Stillwater di Tom McCarthy in cui l’attore interpreta un padre disposto a tutto per aiutare la figlia accusata di omicidio. Oscar in arrivo?

Stiamo a vedere cosa accadrà da oggi in poi in questa “speciale edizione” del Festival di Cannes, nella speranza che il Covid (di cui alcune persone presenti sulla croisette sono risultate positive) non intralci ulteriormente un festival già non perfetto.


Il poster italiano di La ragazza di Stillwater, dramma con Matt Damon

Universal Pictures ha diffuso in rete il poster italiano di La ragazza di Stillwater, dramma diretto da Tom McCarthy (Il Caso Spotlight), con protagonista Matt Damon.

Nei giorni scorsi lo studios ha anche diffuso il primo trailer italiano (lo trovate a questo indirizzo), mentre il poster è visibile in fondo alla pagina. Ricordiamo che il film sarà disponibile nelle sale Usa a partire dal 30 luglio, con una data italiana ancora da fissare, inoltre sarà presentato durante il prossimo Festival di Cannes.

LA RAGAZZA DI STILLWATER

PRODUZIONE: Il film è stato diretto da Tom McCarthy. La sceneggiatura è stata co-scritta dallo stesso McCarthy insieme a Thomas Bidegain e Noé Debré. E’ stato prodotto dalla Participant Media. CAST: Matt Damon, Abigail Breslin, Camille Cottin, Deanna Dunagan, Robert Peters e Moussa Maaskri. DISTRIBUZIONE: Nelle sale Usa dal 30 luglio 2021. Prossimamente in Italia.

TRAMA: Un operaio dell’industria petrolifera, parte dall’Oklahoma alla volta di Marsiglia per visitare la figlia, finita in carcere per un delitto che sostiene di non aver commesso. Messo alla prova dalle barriere linguistiche, dalle differenze culturali e da un complesso sistema legale, Bill rende la battaglia per la libertà della figlia la propria missione. Durante questo percorso, sviluppa un’amicizia con una donna locale e la sua piccola bambina, che lo porterà ad allargare il proprio sguardo e a scoprire un nuovo e inatteso senso di empatia con il resto del mondo.


La Ragazza Di Stillwater: il trailer italiano del nuovo film con Matt Damon, in concorso a Cannes

La Ragazza Di Stillwater é il nuovo film di Tom McCarthy, regista de Il caso Spotlight, che sarà presentato al prossimo Festival di Cannes; vi presentiamo il trailer italiano.

Protagonista de La Ragazza Di Stillwater é Matt Damon che interpreta un operaio che lotta per far rilasciare di prigione sua figlia interpretata da Abigail Breslin, incarcerata in Francia per un crimine che dice di non aver commesso.

TRAMA
Un operaio dell’industria petrolifera, parte dall’Oklahoma alla volta di Marsiglia per visitare la figlia, finita in carcere per un delitto che sostiene di non aver commesso. Messo alla prova dalle barriere linguistiche, dalle differenze culturali e da un complesso sistema legale, Bill rende la battaglia per la libertà della figlia la propria missione. Durante questo percorso, sviluppa un’amicizia con una donna locale e la sua piccola bambina, che lo porterà ad allargare il proprio sguardo e a scoprire un nuovo e inatteso senso di empatia con il resto del mondo.

Nel cast del film troviamo anche Camille Cottin, Deanna Dunagan, Robert Peters e Moussa Maaskri. McCarthy ha scritto la sceneggiatura con Noé Debré (Le fidèle), Thomas Bidegain (La famosa invasione degli orsi in Sicilia) e Marcus Hinchey (Love & Secrets).

Di seguito, il trailer italiano de La Ragazza Di Stillwater, prossimamente al cinema:

Ridley Scott dirigerà Matt Damon e Ben Affleck in The Last Duel

Il regista Ridley Scott molto presto dirigerà il duo hollywoodiano formato da Matt Damon e Ben Affleck per il film The Last Duel.

Amici sul set, nella vita e partner produttivi con la loro Pearl Street Films, i due attori Matt Damon e Ben Affleck saranno i protagonisti di The Last Duel, film co-scritto con la sceneggiatrice Nicole Holofcener, e tratto sul romanzo firmato da Eric Jager.

Il regista Ridley Scott, oltre al ruolo registico, sarà a bordo del progetto in qualità di produttore con la sua Scott Free Productions.

The Last Duel sarà ambientato nella Francia medievale del 14° secolo. Al centro dell’attenzione ci sarà una storia di vendetta, intrisa da eventi criminali, e combattimenti all’ultimo sangue.

Non sono note ulteriori aggiornamenti sul progetto.


Matt Damon e Christian Bale nelle immagini ufficiali di Ford v. Ferrari

La rivista Entertainment Weekly ha rilasciato le prime immagini ufficiali di Ford v. Ferrari, il film ambientato nel mondo dell’automobilismo diretto da James Mangold.

Le immagini regalano un primo sguardo ai personaggi interpretati nel film da Christian Bale e Matt Damon. Come noto, il film è un adattamento cinematografico di Go Like Hell: Ford, Ferrari, and Their Battle for Speed and Glory at Le Mans, il libro firmato da A.J. Baime.


Ford v. Ferrari è stato diretto da James Mangold. Nel cast Matt Damon sarà Carol Shelby, un ingegnere ingaggiato da Henry Ford II per costruire l’auto più veloce del mondo, e Christian Bale in quelli di un pilota di auto da corsa di nome Ken Miles.

Il film approderà nelle sale dal 15 novembre 2019.




La Recensione di Downsizing – Vivere alla Grande, di Alexander Payne

Abbiamo partecipato all’anteprima di Downsizing – Vivere alla Grande, il nuovo film del regista Alexander Payne, con Matt Damon tra i protagonisti. Questa è ovviamente la nostra recensione.

Downsizing è una satira drammatica della società moderna, ed a differenza da quello che traspare dai trailer rilasciati è un film molto profondo e che fornisce allo spettatore diversi punti di riflessione. Matt Damon svolge il compito assegnatogli con una discreta bravura ma la sorpresa del film è l’attrice Hong Chau, nota per il ruolo di Jackie in Big Little Lies. Per il ruolo di Ngoc Lan Tran – Attivista Vietnamita – la Chau ha ricevuto la nomination al Golden Globe.

La storia inizia, come abbiamo avuto modo di vedere nei teaser, con Paul Safranek (Matt Damon) e la moglie Audrey (interpretata da Kristen Wiig, la Ruth del film sull’alieno Paul) che in difficoltà finanziarie decidono di aderire al programma di miniaturizzazione, messo a punto in Norvegia qualche anno prima. Diventare dei “minuscoli” ha dei vantaggi economici non indifferenti, con il capitale che viene più che decuplicato si può accedere a delle condizioni di vita di alta società, con la possibilità di risiedere in ville con piscina e dimenticarsi di lavorare.

Durante il film vengono affrontati diversi aspetti di etica e di vita sociale, che non vengono per nulla banalizzati ed inseriti in un contesto narrativo serio e di critica verso la paura del “diverso” propria dell’uomo moderno. I personaggi, anche se inseriti in un contesto fantascientifico, sono reali, vivono i problemi della quotidianità e cercano di sfruttare capacità e ambizioni per sopravvivere od arricchirsi all’interno del tessuto sociale in cui si trovano inseriti. Lo scanzonato vicino di Paul – Dusan – interpretato da un sornione Christoph Waltz, va ben oltre le apparenze di superficialità in cui sembra collocarlo Payne all’inizio della pellicola.

Sorprende il modo in cui verso la metà del film, gli eventi prendono una strada differente da quella immaginata fino a quel momento e dove si ha un passaggio ad argomenti più seri e ci si rende conto che non ci troviamo di fronte all’ennesima versione di Arietty o dei Rubacchiotti.

Romanticismo e qualche risata arricchiscono un film che nonostante i 140 minuti di durata non appare mai prolisso o pesante. Da segnalare le scenografie per le quali la nostra Stefania Cella ha ricevuto la candidatura Art Directors Guild Awards per la miglior scenografia in un film contemporaneo.

Due nuove clip italiane da Downsizing – Vivere alla Grande

A poche ore dal rilascio della nostra recensione in anteprima, il nuovo film di Alexander Payne, dal titolo Downsizing – Vivere alla Grande, si mostra al popolo del web con due nuove clip italiane.

Ricordiamo che in Italia il film sarà distribuito da 20th Century Fox Italia il prossimo weekend cinematografico, ovvero dal 25 gennaio.

Diretto da Alexander Payne, il film vede un cast composto da Matt Damon, Christoph Waltz, Jason Sudeikis, Kristen Wiig e Hong Chau.

Sinossi. Downsizing segue le avventure di Paul Safranek (Matt Damon), un uomo ordinario di Omaha che, insieme alla moglie Audrey (Kristen Wiig), sogna una vita migliore. Per rispondere alla crisi mondiale causata dalla sovrappopolazione, gli scienziati hanno sviluppato una soluzione radicale che permette di rimpicciolire gli essere umani a pochi centimetri d’altezza. Le persone presto scoprono che i loro risparmi valgono di più in un mondo più piccolo e, con la promessa di uno stile di vita lussuoso oltre ogni loro aspettativa, Paul e Audrey decidono di correre il rischio di sottoporsi a questa pratica controversa, imbarcandosi in un’avventura che cambierà le loro vite per sempre.

Downsizing – Vivere alla Grande arriverà nelle sale Usa il 22 dicembre 2017. In Italia dal 25 gennaio 2018.

Ecco le clip.

 

Il trailer italiano di Suburbicon, la black comedy di George Clooney

01 Distribution ha rilasciato il trailer italiano di Suburbicon, la black comedy diretta da George Clooney e da lui scritta insieme ai fratelli Coen presentata in concorso alla 74° Mostra di Venezia.

Sinossi: Suburbicon è lo specchio ideale di un gioioso sobborgo californiano degli anni ’50, dove il meglio e il peggio dell’umanità si riflettono nelle azioni della gente comune. Ma dopo un misterioso omicidio, una famiglia apparentemente perfetta è costretta a ricorrere al ricatto, alla vendetta e al tradimento per sopravvivere.

Suburbicon è stato sceneggiato dallo stesso Clooney insieme ai fratelli Coen e Grant Heslov. Nel cast Matt Damon, Julianne Moore, Noah Jupe e Oscar Isaac.

Suburbicon uscirà al cinema il 14 dicembre 2017.

Ecco il trailer italiano del film.

https://youtu.be/XDRoct8qH58

Questione di dimensioni nel nuovo trailer italiano di Downsizing – Vivere alla Grande

La divisione nazionale della 20th Century Fox ha rilasciato oggi il nuovo trailer italiano di Downsizing – Vivere alla Grande, il film diretto da Alexander Payne.

Il film presenato durante la scorsa Mostra di Venezia avrà una distribuzione italiana a partire dal prossimo gennaio 2018. Di seguito anche la nuova versione della sinossi ufficiale.

Diretto da Alexander Payne, il film vede un cast composto da Matt Damon, Christoph Waltz, Jason Sudeikis, Kristen Wiig e Hong Chau.

Sinossi. Downsizing segue le avventure di Paul Safranek (Matt Damon), un uomo ordinario di Omaha che, insieme alla moglie Audrey (Kristen Wiig), sogna una vita migliore. Per rispondere alla crisi mondiale causata dalla sovrappopolazione, gli scienziati hanno sviluppato una soluzione radicale che permette di rimpicciolire gli essere umani a pochi centimetri d’altezza. Le persone presto scoprono che i loro risparmi valgono di più in un mondo più piccolo e, con la promessa di uno stile di vita lussuoso oltre ogni loro aspettativa, Paul e Audrey decidono di correre il rischio di sottoporsi a questa pratica controversa, imbarcandosi in un’avventura che cambierà le loro vite per sempre.

Downsizing – Vivere alla Grande arriverà nelle sale Usa il 22 dicembre 2017. In Italia da gennaio 2018.

Ecco il trailer.

Rilasciato un nuovo trailer per Downsizing, il film diretto da Alexander Payne

Osannato alla Mostra di Venezia, e successivamente al centro di critiche discrete al Toronto International Film Festival, il film Downsizing quest’oggi si mostra ancora al popolo del web grazie al rilascio di un nuovo trailer.

Downsizing sarà distribuito da Paramount Pictures negli Usa dal prossimo 22 dicembre, in maniera tale da concorrere per qualche premio, durante la lunga notte degli Oscar 2018.

Diretto da Alexander Payne, il film vede un cast composto da Matt Damon, Christoph Waltz, Jason Sudeikis, Kristen Wiig e Hong Chau.

Sinossi. Paul e Audrey Safranek si trovano sempre più in difficoltà economica, anche a causa della crisi che ha colpito l’America e tutto il mondo. Il loro futuro si prospetta piuttosto grigio, fino a quando non incontrano alcuni amici di un tempo ad una cena; amici che sono stati rimpiccioliti la metà della metà di quanto fossero precedentemente. Questi raccontano la loro nuova vita ‘small’, molto più benestante e serena. Vivono in una cittadina creata su misura, abitata da tutti gli americani che hanno deciso di subire lo stesso intervento; non conoscono criminalità o crisi alcuna e inoltre il loro impatto sull’ecosistema è notevolmente ridotto, dato che i rifiuti che consumano sono pochissimi rispetto a quelli di un umano di taglia normale. I Safranek scoprono quindi che nel mondo si è giunti ad una importantissima scoperta scientifica, in grado di rimpicciolire l’essere umano, sia per ridurre i consumi in un mondo che si sta distruggendo poco a poco, sia per poter affrontare con più tranquillità e ricchezza il futuro. I coniugi decidono di sottoporsi all’intervento irreversibile, ma qualcosa va storto.

Downsizing arriverà nelle sale Usa il 22 dicembre 2017.

Ecco il trailer.

 

Ben Affleck e Matt Damon produrranno il thriller The Shadows

Gli amici affiatati Ben Affleck e Matt Damon saranno tra i produttori del thriller The Shadows insieme alla Pearl Street Films di Jennifer Todd e alla Paramount Pictures.

The Shadows, la cui sceneggiatura è stata scritta da Chris Bremner, è tratto da un articolo pubblicato sul Boston Globe Magazine in cui viene raccontata la storia dei primi agenti sotto copertura di Boston dopo che il sindaco Josiah Quincy Jr. in collaborazione col comitato cittadino diede il potere all’agente Francis Turkey di creare una task force chiamata appunto The Shadows infiltrandosi nei gruppi criminali e stringendo legami con gli informatori.

Attualmente il film è ancora senza un regista.