Archivi tag: Lazzaro Felice

EFA Awards 2018 – Cold War è il miglior film europeo

Gli European Film Awards 2018, i premi assegnati ieri sera a Siviglia al cinema europeo, hanno visto trionfare Cold War di Pawel Pawlikowski.

Il film, già vincitore a Cannes per la regia, oltre a essere stato giudicato miglior film europeo, si è aggiudicato anche il premio per la miglior attrice (Joanna Kulig), per la sceneggiatura e la regia.

Dogman di Matteo Garrone è stato dunque sconfitto, ma il suo protagonista Marcello Fonte – come a Cannes – ha vinto il premio come miglior attore. A Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino è andato, invece, il premio del publico.

Nulla da fare per Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher.


I vincitori agli European Film Awards 2018


Film Europeo 2018
Cold War (Polonia, Uk, Francia), Dir: Pawel Pawlikowski

Documentario Europeo 2018
Bergman – A Year In A Life (Svezia, Germania), Dir: Jane Magnusson

Regista Europeo 2018
Paweł Pawlikowski, Cold War

Attrice Europea 2018
Joanna Kulig, Cold War

Attore Europeo 2018
Marcello Fonte, Dogman

European Discovery – Premio Fipresci
Girl

Sceneggiatore Europeo 2018
Paweł Pawlikowski, Cold War

Commedia Europea 2018
The Death Of Stalin (Francia, Uk, Belgio), Dir: Armando Iannucci

Lungometraggio animato europeo 2018:
Another Day Of Life (Polonia, Spagna, Belgio, Germania, Ungheria), Dirs: Raul De La Fuente & Damian Nenow


La National Board of Review nomina Green Book miglior film dell’anno

Film completamente diverso rispetto alla filmografia irriverente e scorretta del regista, Green Book di Peter Farrelly è stato nominato miglior film dalla National Board of Review.

Il film ha ottenuto il riconoscimento anche per il miglior attore andato a Viggo Mortensen, mentre A Star is Born ha conquistato i premi per la regia (l’esordiente Bradley Cooper), miglior attrice (Lady Gaga, che punta dritta agli Oscar) e miglior attore non protagonista (Sam Elliott).

Da evidenziare la presenza nella top-ten dei migliori film del 2018 di Black Panther e del Leone d’oro Roma, mentre nella top- five dei film stranieri è presente Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher.

Di seguito l’elenco completo con tutti i riconoscimenti della National Board of Review:

Miglior film: Green Book
Miglior regia: Bradley Cooper, A Star Is Born
Miglior regia opera prima: Bo Burnham, Eighth Grade
Miglior attore: Viggo Mortensen, Green Book
Miglior attrice: Lady Gaga, A Star Is Born
Miglior attore non protagonista: Sam Elliott, A Star Is Born
Miglior attrice non protagonista: Regina King, If Beale Street Could Talk
Miglior cast corale: Crazy Rich Asians
Miglior sceneggiatura originale: Paul Schrader, First Reformed
Miglior sceneggiatura non originale: Barry Jenkins, If Beale Street Could Talk
Miglior film animato: Gli Incredibili 2
Breakthrough Performance: Thomasin McKenzie, Leave No Trace
Miglior film straniero: Cold War
Miglior documentario: RGB
William K. Everson Film History AwardThe Other Side of the Wind e They’ll Love Me When I’m Dead
NBR Freedom of Expression Award: 22 July
NBR Freedom of Expression Award: On Her Shoulders

Top Films (in ordine alfabetico)
The Ballad of Buster Scruggs
Black Panther
Can You Ever Forgive Me?
Eighth Grade
First Reformed
If Beale Street Could Talk
Mary Poppins Returns
A Quiet Place
Roma
A Star Is Born

Top 5 Documentari (in ordine alfabetico)
Crime + Punishment
Free Solo
Minding the Gap
Three Identical Strangers
Won’t You Be My Neighbor?

Top 5 Film stranieri (in ordine alfabetico)
Burning
Custody
The Guilty
Happy as Lazzaro
Shoplifters

Top 10 film indipendenti
The Death of Stalin
Lean on Pete
Leave No Trace
Mid90s
The Old Man & the Gun
The Rider
Searching
Sorry to Bother You
We the Animals
You Were Never Really Here


Spirit Awards 2019 – Tutte le nomination, c’è anche Lazzaro Felice

Nella serata di ieri sono state svelati i film candidati agli Indipendent Spirit Awards 2019, i premi assegnati ai migliori film indipendenti.

A spiccare su tutti, con cinque nomination, c’è We the Animals di Jeremiah Zagar. Da segnalare, però, anche film come First Reformed di Paul Schrader, If Beale Street Could Talk di Barry Jenkins e Senza lasciare traccia di Debra Granik.

C’è anche l’Italia nella categoria “Miglior film straniero” con Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher che deve vedersela col Leone d’oro Roma di Alfonso Cuarón e La Favorita di Yorgos Lanthimos, anch’esso premiato a Venezia.

Già assegnato, invece, il Robert Altman Award come miglior cast a Suspiria di Luca Guadagnino.

La cerimonia di premiazione avrà luogo il 23 febbraio 2019.


Le nomination agli Indipendent Spirit Awards 2019

MIGLIOR FILM
A BEAUTIFUL DAY
EIGHTH GRADE
FIRST REFORMED
IF BEALE STREET COULD TALK
SENZA LASCIARE TRACCIA

MIGLIOR REGISTA
Lynne Ramsay, A BEAUTIFUL DAY
Debra Granik, LEAVE NO TRACE
Barry Jenkins, IF BEALE STREET COULD TALK
Tamara Jenkins, PRIVATE LIFE
Paul Schrader, FIRST REFORMED

MIGLIOR FILM DI UN REGISTA ESORDIENTE
HEREDITARY
SORRY TO BOTHER YOU
THE TALE
WE THE ANIMALS
WILDLIFE

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA
Glenn Close, THE WIFE
Toni Collette, HEREDITARY
Elsie Fisher, EIGHTH GRADE
Regina Hall, SUPPORT THE GIRLS
Helena Howard, MADELINE’S MADELINE
Carey Mulligan, WILDLIFE

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
John Cho, SEARCHING
Daveed Diggs, BLINDSPOTTING
Ethan Hawke, FIRST REFORMED
Christian Malheiros, SÓCRATES
Joaquin Phoenix, A BEAUTIFUL DAY

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA
Kayli Carter, PRIVATE LIFE
Tyne Daly, A BREAD FACTORY
Regina King, IF BEALE STREET COULD TALK
Thomasin Harcourt McKenzie, SENZA LASCIARE TRACCIA
J. Smith-Cameron, NANCY

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Raúl Castillo, WE THE ANIMALS
Adam Driver, BLACKKKLANSMAN
Richard E. Grant, CAN YOU EVER FORGIVE ME?
Josh Hamilton, EIGHTH GRADE
John David Washington, MONSTERS AND MEN

MIGLIOR SCENEGGIATURA
Richard Glatzer, Rebecca Lenkiewicz & Wash Westmoreland, COLETTE
Nicole Holofcener & Jeff Whitty, CAN YOU EVER FORGIVE ME?
Tamara Jenkins, PRIVATE LIFE
Boots Riley, SORRY TO BOTHER YOU
Paul Schrader FIRST REFORMED

MIGLIOR SCENEGGIATURA DI UN ESORDIENTE
Bo Burnham, EIGHTH GRADE
Christina Choe, NANCY
Cory Finley, THOROUGHBREDS
Jennifer Fox, THE TALE
Quinn Shephard, Laurie Shephard, BLAME

MIGLIOR FOTOGRAFIA
Ashley Connor, MADELINE’S MADELINE
Diego Garcia, WILDLIFE
Benjamin Loeb, MANDY
Sayombhu Mukdeeprom, SUSPIRIA
Zak Mulligan, WE THE ANIMALS

MIGLIOR MONTAGGIO
Joe Bini, A BEAUTIFUL DAY
Keiko Deguchi, Brian A. Kates & Jeremiah Zagar, WE THE ANIMALS
Luke Dunkley, Nick Fenton, Chris Gill & Julian Hart, AMERICAN ANIMALS
Anne Fabini, Alex Hall and Gary Levy, THE TALE
Nick Houy, MID90S

MIGLIOR DOCUMENTARIO
HALE COUNTY THIS MORNING, THIS EVENING
MINDING THE GAP
OF FATHERS AND SONS
ON HER SHOULDERS
SHIRKERS
WON’T YOU BE MY NEIGHBOR?

MIGLIOR FILM STRANIERO
UN AFFARE DI FAMIGLIA (Japan)
BURNING (South Korea)
LA FAVORITA (United Kingdom)
LAZZARO FELICE (Italy)
ROMA (Mexico)

PIAGET PRODUCERS AWARD (MIGLIORI PRODUTTORI EMERGENTI)
Jonathan Duffy and Kelly Williams
Gabrielle Nadig
Shrihari Sathe

SOMEONE TO WATCH AWARD (PREMIO SPECIALE A UN CINEASTA EMERGENTE)
Alex Moratto, SÓCRATES
Ioana Uricaru, LEMONADE
Jeremiah Zagar, WE THE ANIMALS

JOHN CASSAVETES AWARD (MIGLIOR FILM COSTATO MENO DI 500.000 DOLLARI)
A BREAD FACTORY
EN EL SÉPTIMO DÍA
NEVER GOIN’ BACK
SÓCRATES
THUNDER ROAD

TRUER THAN FICTION AWARD (MIGLIOR REGISTA EMERGENTE DI UN OPERA NON FICTION)
Alexandria Bombach, ON HER SHOULDERS
Bing Liu, MINDING THE GAP
RaMell Ross, HALE COUNTY THIS MORNING, THIS EVENING

ANNUAL BONNIE AWARD (PREMIO SPECIALE PER LA MIGLIOR REGISTA FEMMINILE NON EMERGENTE)
Debra Granik
Tamara Jenkins
Karyn Kusama


European Film Awards 2018 – Dogman e Lazzaro Felice in gara come miglior film

Sono state annunciate le nomination agli European Film Awards 2018 e, motivo d’orgoglio per il cinema italiano, tra i nominati come miglior film ci sono Dogman di Matteo Garrone e Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher.

Entrambi i film sono candidati per le stesse categorie: miglior film europeo, regia, sceneggiatura, attore (Marcello Fonte per Dogman) e attrice (Alba Rohrwacher per Lazzaro Felice).

Ecco di seguito le nomination agli European Film Awards 2018, la cui cerimonia di premiazione avrà luogo il 15 dicembre a Siviglia:

FILM EUROPEO 2018

Border, di Ali Abbasi
Dogman, di Matteo Garrone
Girl, di Lukas Dhont
Cold War, di Pawel Pawlikowski
Lazzaro Felice, di Alice Rohrwacher

DOCUMENTARIO EUROPEO 2018

A woman captured, diretto da Bernadett Tuza-Ritter
Bergman – A year in life, diretto da Jane Magnusson
Of fathers and sons, diretto da Talal Derki
The distant barking of dogs, diretto da Simon Lereng Wilmont
The Silence of Others, diretto da Almudena Carracedo & Robert Bahar

REGISTA EUROPEO 2018

Ali Abbasi per BORDER
Matteo Garrone per DOGMAN
Samuel Maoz per FOXTROT
Paweł Pawlikowski per COLD WAR
Alice Rohrwacher per LAZZARO FELICE

ATTRICE EUROPEA 2018

Marie Bäumer nel ruolo di Romy Schneider in 3 DAYS IN QUIBERON
Halldóra Geirharðsdóttir nel ruolo di Halla / Ása in WOMAN AT WAR
Joanna Kulig nel ruolo di Zula in COLD WAR
Bárbara Lennie nel ruolo di Petra in PETRA
Eva Melander nel ruolo di Tina in BORDER
Alba Rohrwacher nel ruolo di Antonia adulta in LAZZARO FELICE

ATTORE EUROPEO 2018

Jakob Cedergren nel ruolo di Asger in THE GUILTY
Rupert Everett nel ruolo di Oscar Wilde in THE HAPPY PRINCE
Marcello Fonte nel ruolo di Marcello in DOGMAN
Sverrir Gudnason nel ruolo di Björn Borg in BORG/MCENROE
Tomasz Kot nel ruolo di Wiktor in COLD WAR
Victor Polster nel ruolo di Lara in GIRL

SCENEGGIATORE EUROPEO 2018

Ali Abbasi, Isabella Eklöf & John Ajvide Lindqvist per BORDER
Matteo Garrone, Ugo Chiti & Massimo Gaudioso per DOGMAN
Gustav Möller & Emil Nygaard Albertsen per THE GUILTY
Paweł Pawlikowski per COLD WAR
Alice Rohrwacher per LAZZARO FELICE

Box Office Italia – 2 Giugno comandato da Solo: a Star Wars Story

Il caldo che in questi giorni sta attraversando la nostra penisola continua a tenere bassi gli incassi complessivi del Box Office Italia. A tenere la testa del botteghino nella giornata di sabato è stato comunque Solo: a Star Wars Story.

Neppure la festività del 2 giugno – quest’anno caduta di sabato – fa registrare dati alti, a farne le spese “ovviamente” Solo: a Star Wars Story, in testa, ma con incassi solo discreti. L’incasso registrato da Han Solo e la sua Star Wars Story è stato ieri di 324 mila euro, per un totale di quasi 3 milioni di euro, una soglia che sarà superata abbondantemente con gli incassi di oggi.

Si allarga la forbice tra la prima posizione e la seconda. Deadpool 2 rallenta, e ieri ha incassato 176 mila euro, per un totale di 6,3 milioni di euro. La terza posizione del Box Office Italia è andata a La Truffa dei Logan, protagonista di una buona rimonta rispetto ai primi due giorni di programmazione, ieri l’incasso è stato di 121 mila euro, per un totale di 216 mila euro in tre giorni.

Tra le altre new entries, The Strangers – Prey at Night sale a 175 mila euro in tre giorni, mentre Lazzaro Felice ne raccoglie nello stesso lasso di tempo 91 mila euro.

Box Office Italia – Primo venerdì di giugno povero di incassi, Solo: a Star Wars Story stenta

Il caldo estivo come sempre non fa bene agli incassi del Box Office Italia, ed a farne le spese “ovviamente” è ancora Solo: a Star Wars Story, primo ma con un calo rispetto al weekend scorso colossale.

Ieri, venerdì 1 giugno, Solo: a Star Wars Story ha tenuto la prima posizione del botteghino italiano con un incasso di 182 mila euro, ed un totale giugno a quota 2,64 milioni di euro. Il calo rispetto allo scorso venerdì non può che essere preoccupante, visto che parliamo del 41% di incassi in meno. Il confronto con l’altro spin-off della saga Star Wars – Rogue One – continua ad essere impietoso, nel suo secondo venerdì di programmazione giunse quasi a ridosso dei 400 mila euro.

Anche la seconda posizione è rimasta invariata, ed ancora con incassi in calo. Deadpool 2 ha difatti portato a casa solo 106 mila euro, ed ora il totale è balzato a quota 6,1 milioni di euro. Il terzo venerdì di programmazione di Deadpool fu di 107 mila euro, pertanto il passo del sequel è simile al primo capitolo.

Dogman, nonostante le tante new entries, ha tenuto il terzo posto. L’incasso del film di Matteo Garrone è stato ieri di 55 mila euro, per un totale di 1,77 milioni di euro. Tra le new entries spazio per Lazzaro Felice con 37 mila euro in due giorni, e La Truffa dei Logan con 95 mila euro in due giorni.

I consigli di Vantini – Lazzaro Felice e La Truffa dei Logan da oggi al cinema

Premiato per la miglior sceneggiatura a Cannes, esce oggi nelle sale Lazzaro Felice, il nuovo film di Alice Rohrwacher che sulla Croisette ha ricevuto dieci minuti di applausi. Da oggi al cinema anche La Truffa dei Logan di Steven Soderbergh.

Il giovane contadino Lazzaro ha una spontanea bontà che lo fa sembrare un ingenuo agli occhi dei compaesani. La sua bontà permette a Lazzaro di approcciarsi al mondo con serenità insieme al suo amico Tancredi.

Steven Soderbergh torna al cinema d’azione con La Truffa dei Logan (Logan Lucky) in cui i fratelli Jimmy e Clyde, insieme alla sorella Mellie, hanno intenzione di compiere una rapina ai danni del Charlotte Motor Speedway durante la Coca-Cola 600, l’evento Nascar più atteso dell’anno. Dovranno chiedere l’aiuto di Joe Bang, esperto in esplosioni che però è incarcerato… (Leggete qui la nostra recensione)

Tuo, Simon (Love, Simon) di Greg Berlanti è tratto dal romanzo “Non so chi sei ma io sono qui” di Becky Albertalli e racconta la storia di Simon, diciassettenne che non ha ancora rivelato ai genitori di essere gay. Non riuscendo a instaurare veri rapporti sociali, Simon inizia a flirtare su internet con un compagno di classe di cui ignora l’identità e che si fa chiamare Blue. Quando però una mail destinata a Blue finisce per errore nelle mani sbagliate, il suo segreto potrebbe venire alla luce. Leggete qui la nostra recensione.

Sequel dell’horror The Strangers, The Strangers 2: Prey at Night (Strangers: Prey at Night) di Johannes Roberts vede come protagonista una coppia che decide di fare un viaggio con la roulotte insieme ai figli. Ma durante la notte tre psicopatici mascherati renderanno la vita dell’intera famiglia un inferno.

 

Una nuova clip da Lazzaro Felice, il film di Alice Rohrwacher

01 Distribution ha rilasciato oggi una nuova clip di Lazzaro Felice, il film diretto da Alice Rohrwacher, vincitore della Palma d’oro per la Miglior Sceneggiatura alla recente edizione del Festival di Cannes.

Lazzaro Felice è stato scritto e diretto da Alice Rohrwacher. Nel cast Adriano Tardiolo, Alba Rohrwacher, Luca Chikovani, Agnese Graziani, Sergi Lopez, Tommaso Ragno, Natalino Balasso.

Sinossi. Quella di Lazzaro, un contadino che non ha ancora vent’anni ed è talmente buono da sembrare stupido, e Tancredi, giovane come lui, ma viziato dalla sua immaginazione, è la storia di un’amicizia. Un’amicizia che nasce vera, nel bel mezzo di trame segrete e bugie. Un’amicizia che, luminosa e giovane, è la prima, per Lazzaro. E attraverserà intatta il tempo che passa e le conseguenze dirompenti della fine di un Grande Inganno, portando Lazzaro nella città, enorme e vuota, alla ricerca di Tancredi.

Il film arriverà nelle sale il 31 maggio 2018.

Ecco la clip.

Clip e trailer da Lazzaro Felice, il film scritto e diretto da Alice Rohrwacher

01 Distribution ha rilasciato oggi alcune nuove clip italiane di Lazzaro Felice, il film scritto e diretto da Alice Rohrwacher capace di strappare il premio per la Miglior Sceneggiatura allo scorso Festival di Cannes.

Con le clip diamo uno sguardo anche al trailer ufficiale che vi proponiamo all’interno di questo nostro aggiornamento.

Lazzaro Felice è stato scritto e diretto da Alice Rohrwacher. Nel cast Adriano Tardiolo, Alba Rohrwacher, Luca Chikovani, Agnese Graziani, Sergi Lopez, Tommaso Ragno, Natalino Balasso.

Sinossi. Quella di Lazzaro, un contadino che non ha ancora vent’anni ed è talmente buono da sembrare stupido, e Tancredi, giovane come lui, ma viziato dalla sua immaginazione, è la storia di un’amicizia. Un’amicizia che nasce vera, nel bel mezzo di trame segrete e bugie. Un’amicizia che, luminosa e giovane, è la prima, per Lazzaro. E attraverserà intatta il tempo che passa e le conseguenze dirompenti della fine di un Grande Inganno, portando Lazzaro nella città, enorme e vuota, alla ricerca di Tancredi.

Il film arriverà nelle sale il 31 maggio 2018.

Ecco clip e trailer.

 

Cannes 71 – Considerazioni e commenti sui vincitori

Col weekend alle spalle possiamo fare qualche considerazione sui vincitori della 71a edizione del festival di Cannes che ha visto trionfare Shoplifters del giapponese Hirozaku Kore-eda.

Shoplifters è piaciuto alla critica presente alla Croisette, ma occorre subito specificare che in questa edizione di Cannes – polemiche a parte – erano presenti alcuni film meritevoli alla Palma d’oro.

Cominciamo a parlare subito dei “nostri” Dogman e Lazzaro Felice. Il film di Matteo Garrone – che a Cannes ha vinto due volte il Grand Prix con Gomorra e Reality – ha ottenuto dieci minuti di applausi lasciando sperare che potesse aggiudicarsi il premio principale. Si è dovuto accontentare del premio al miglior attore andato allo straordinario Marcello Fonte, il che non è cosa da poco.

Il film di Alice Rohrwacher, invece, ha condiviso il premio per la miglior sceneggiatura con Nader Saeivar e Jafar Panahi (3 Faces): un buon risultato, in ogni caso.

Il polacco Pawel Pawlikowski si è aggiudicato il premio per la miglior regia per Cold War: il film ha catturato per il suo raffinato bianco e nero e per la sua capacità di coniugare una storia d’amore con la Storia europea durante la Guerra Fredda.

Spike Lee ha invece conquistato tutti col suo BlacKkKlansman che ha vinto il Grand Prix: il film è piaciuto, ma viene da pensare che il premio sia andato più al regista che al film in sé. Un discorso simile può essere fatto anche per Jean-Luc Godard e il suo Le Livre d’Image a cui è andata la menzione speciale della giuria. Dopotutto, anche il precedente film del regista (Adieu au langage) vinse il premio della giuria: film che riflettono sul cinema, sul linguaggio e sulle immagini.

Les Filles du Soleil di Eva Husson, invece, ha scontentato praticamente tutti: il film sulle combattenti curde, grondante di retorica, non è piaciuto e non ha avuto da subito alcuna speranza di aggiudicarsi qualsivoglia premio. Anzi, il premio fittizio di film peggiore film presentato a Cannes potrebbe averlo vinto.

 

Cannes 71 – Tutti i vincitori, premiati anche Dogman e Lazzaro Felice

Poco fa sono stati assegnati i premi dell’edizione numero 71 del Festival di Cannes. La Palma d’oro è andata a Shoplifters, premiati anche Dogman e Lazzaro Felice.

La Palma d’oro 2018 per il Miglior Film è andato al Shoplifters, la pellicola incentrata sui legami familiari, diretta da Hirokazu Koreeda, mentre il premio della giuria presieduta da Cate Blanchett è andato a Capharnaüm, di Nadine Labaki. Una menzione speciale è andata invece a Jean-Luc Godard per The Image Book.

Il Grand Prix e la Miglior Regia sono andati rispettivamente a BlacKkKlansman di Spike Lee e a Pawel Pawlikowski per Cold War. Il nuovo film di Matteo Garrone dal titolo Dogman ha trionfato grazie al premio attoriale assegnato a Marcello Fonte. Premio anche per Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher, il quale trionfa per la Miglior Sceneggiatura.

Ma diamo un’occhiata a tutti i premo assegnati da Cannes 71.

Palma d’oro per il miglior film
Shoplifters di Hirokazu Koreeda

Miglior regia
Pawel Pawlikowski per Cold War

Miglior sceneggiatura
Alice Rohrwacher per Lazzaro felice Nader Saeivar e Jafar Panahi per 3 Faces

Miglior attore
Marcello Fonte per Dogman

Miglior attrice
Samal Yeslyamova per Ayka

Prix du Jury
Capharnaüm di Nadine Labaki

Menzione speciale della giuria
The Image Book di Jean-Luc Godard

Grand Prix
BlacKkKlansman di Spike Lee

Caméra d’Or
Girl di Lukas Dhont

Cannes 71 – Due clip da Lazzaro Felice, il film di Alice Rohrwacher

Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher è stato presentato in concorso a Cannes dove ha ricevuto dieci minuti di applausi. Vi presentiamo due clip del film che uscirà nelle sale il 31 maggio 2018.

Sinossi. Quella di Lazzaro, un contadino che non ha ancora vent’anni ed è talmente buono da sembrare stupido, e Tancredi, giovane come lui, ma viziato dalla sua immaginazione, è la storia di un’amicizia. Un’amicizia che nasce vera, nel bel mezzo di trame segrete e bugie. Un’amicizia che, luminosa e giovane, è la prima, per Lazzaro. E attraverserà intatta il tempo che passa e le conseguenze dirompenti della fine di un Grande Inganno, portando Lazzaro nella città, enorme e vuota, alla ricerca di Tancredi.

Lazzaro Felice è il terzo lungometraggio della regista dopo gli ottimi Corpo Celeste e Le meraviglie; quest’ultimo, proprio a Cannes, ha vinto il Grand Prix della Giuria nel 2014. Nel cast figura tra gli altri Nicoletta Braschi il cui marito Roberto Benigni ha infiammato la Croisette col suo temperamento giullaresco.

Lazzaro Felice è diretto da Alice Rohrwacher, nel cast Adriano Tardiolo, Alba Rohrwacher, Luca Chikovani, Agnese Graziani, Sergi Lopez, Tommaso Ragno, Natalino Balasso e con la partecipazione di Nicoletta Braschi.

Ecco le due clip tratte dal film, la prima intitolata “La cena all’inviolata” mentre la seconda “Camminare su un tesoro“: