Archivi tag: Il Cattivo Poeta

Box Office Italia: Crudelia vince l’ultimo weekend di maggio

La Disney ha chiuso in testa al Box Office Italia il mese di maggio, e lo ha fatto grazie al live-action Crudelia, protagonista di un weekend da quasi mezzo milione.

Gli incassi complessivi del botteghino nazionale continuano a crescere, con la giornata di ieri infatti il mercato cinematografico italiano per l’ultimo weekend di maggio ha raccolto 1.2 milioni di euro, circa 200 mila euro in più rispetto a sette giorni prima.

A vincere il botteghino è stato Crudelia: il live-action della Disney ha realizzato uno score da circa 450 mila euro in quattro giorni, con circa 600 sale a disposizione. In cinque giorni, il film ha raggiunto 512 mila euro. Il risultato raggiunto va contestualizzato alla scelta della Disney di far esordire Crudelia quasi in contemporanea tra sale cinematografiche e Disney+ (attraverso Accesso VIP), in molti a tal proposito credono che tale politica stia in qualche modo favorendo il triste fenomeno della pirateria online.

La seconda posizione del Box Office Italia è andato a The Father – Nulla è come sembra con un incasso da 226 mila euro, ed una media per sala leggermente più alta di quella del film Disney. L’incasso complessivo in cinque giorni è stato di 285 mila euro. Il podio è stato infine completato da Il Cattivo Poeta con 121 mila euro raccolti nel weekend, e 400 mila euro in totale.


Box Office Italia: quasi 80mila euro per Crudelia di venerdì

Il cinema è ripartito anche in Italia, seppur con numeri ancora lontani da quelli pre-pandemia. Notevole comunque, vista la situazione, il risultato ottenuto ieri al box office da Crudelia, il film con Emma Stone.

Diretto da Craig Gillespie, il film incentrato sulla celebre cattiva Disney del film animato La Carica dei 101 ha incassato ieri 77mila euro salendo così a quota 192mila euro in tre giorni. Resta da vedere come si comporterà il film nei prossimi giorni, dato che non può essere considerato strettamente un film per famiglie.

Secondo posto per The Father – Nulla è come sembra, il film di Florian Zoller che ha fatto vincere ad Anthony Hopkins il suo secondo Oscar. Ieri il film ha incassato 34mila euro raggiungendo i 120mila euro complessivi.

Terzo posto per Il Cattivo Poeta con Sergio Castellitto nei panni del poeta Gabriele D’Annunzio che nella giornata di ieri ha incassato poco meno di 20mila euro per un totale di 314mila euro.

Recensione di Il Cattivo Poeta: opera prima di Gianluca Jodice su D’Annunzio

Arriva oggi in sala Il Cattivo Poeta, opera prima di Gianluca Jodice, con Sergio Castellitto nei panni del sommo poeta Gabriele D’Annunzio, un ritratto di una delle figure chiave della storia moderna nei suoi ultimi anni di vita.

Il film è prodotto da Matteo Rovere e Andrea Paris, una coproduzione italo francese Ascent Film Bathysphere con Rai Cinema, distribuito da 01 Distribution.

Nel cast de Il Cattivo Poeta sono presenti Francesco Patenè nei panni del giovane federale Giovanni Comini, Fausto Russo Alesi è Achille Starace, Massimiliano Rossi è il Commissario Rizzo, Clotide Courau è Amélie Mazoyer, donna di compagnia del poeta insieme a Lidiya Liberman e Janina Rudenska rispettivamente Luisa Baccara ed Emy. Fanno patte del cast anche Tommaso Ragno e Lino Musella.

TRAMA
1936. Giovanni Comini è stato appena promosso federale, il più giovane che l’Italia possa vantare. Ha voluto così il suo mentore, Achille Starace, segretario del Partito Fascista e numero due del regime. Comini viene subito convocato a Roma per una missione delicata: dovrà sorvegliare Gabriele d’Annunzio e metterlo nella condizione di non nuocere. Già, perché il Vate, il poeta nazionale, negli ultimi tempi appare contrariato, e Mussolini teme possa danneggiare la sua imminente alleanza con la Germania di Hitler. Ma al Vittoriale, il disegno politico di cui Comini è solo un piccolo esecutore inizierà a perdere i suoi solidi contorni e il giovane federale, diviso tra la fedeltà al Partito e la fascinazione per il poeta, finirà per mettere in serio pericolo la sua lanciata carriera.

Fausto Russo Alesi e Francesco Patanè ne “Il cattivo poeta”, foto di Paolo Ciriello

Il Cattivo Poeta: la nostra recensione

Gianluca Jodice si addentra per la sua prima regia in un lavoro ambizioso, tratteggiando il ritratto degli ultimi anni di vita di Gabriele D’Annunzio, un “cattivo poeta” sul viale del tramonto definito da alcuni anti italiano perché osò mettere in dubbio l’egemonia fascista nel biennio 1936-38, anni in cui Mussolini si allea con Hitler, e il il regime diventa ancora più aspro e duro verso gli oppositori o chiunque sia in odor di opposizione. Il lavoro dello sceneggiatore-regista Jodice verte su un’attenta documentazione basata sullo scambio epistolare tra Achille Starace, segretario del Partito Fascista Italiano, che nel 1936 affida a Giovanni Comini, giovanissimo neo federale di Brescia, il compito di sorvegliare il Vate D’Annunzio presso il suo domicilio al Vittoriale a Gardone di Riviera.

A vestire i panni dell’immenso poeta c’è un Sergio Castellitto in splendida forma che nella sua interpretazione mostra la nudità dell’artista colma però di sapienza e pericolosità intellettuale che si contrasta alla giovinezza (e insicurezza) del giovane Comini interpretato da Francesco Patanè, al suo debutto sul grande schermo dopo anni di teatro.

Alla corte di D’Annunzio ci sono donne che lo accudiscono fedelmente come Amélie Mazoyer (Clotide Courau) e Luisa Baccara (Lidiya Liberman) ma anche, che assecondano ogni suo desiderio così da riconoscere le sue debolezze e sapere come “colpirlo”.

Un tono malinconico inquadra Il cattivo poeta magistralmente fotografato da Daniele Ciprì che ne tratteggia la freddezza e la diffidenza della corte che ruota attorno al poeta. I picchi ritmici seguono l’altalenarsi di un D’Annunzio illuminante preveggente ed esaltato cocainomane ossessionato dalla presenza di topi immaginari, chiuso in un Vittoriale gremito di spie e lacchè. “Agli italiani piacciono solo le cattive rappresentazioni” – così si esprime Castellitto-D’Annunzio, ma quello che a cui noi assistiamo è una rappresentazione realmente accaduta perchè tutto quello che pronuncia l’attore è stato estrapolato da dichiarazioni fatte dallo stesso D’Annunzio.

Quella a cui assiste lo spettatore, è una storia raccontata tramite le parole di Giovanni Comini (Francesco Patanè) che deve riportare al regime tutto ciò che accade al Vittoriale. La sua missione, apparentemente semplice (osservare, ascoltare e comunicare tutto a Roma) é fondamentale per tenere sotto controllo un alleato del regime che si sta trasformando in un nemico e, che ha la capacità di condurre masse di persone come un’antesignana rockstar. Un uomo capace di influenzare anche un giovane idealista che, al cospetto dell’anziano mentore, vede incrinarsi le sue convinzioni.

Il cattivo poeta ci racconta un uomo che ha deciso di trascorre i suoi ultimi anni di vita, in una villa sontuosa, tra ossessioni, perversioni, donne, cocaina, in cui la sua vena poetica sembra essersi appannata ma che, come una fiammella dormiente si riaccende con l’arrivo di Comini.

D’Annunzio è un personaggio che ha vissuto mille vite e mai nessuno ha osato raccontarlo al cinema, anche solo per questo Gianluca Jodice ha dimostrato coraggio.

Il cattivo poeta, scritto e diretto da Gianluca Jodice, con Sergio Castellitto e Francesco Patanè è disponibile da oggi, 20 maggio, nelle sale italiane distribuito da 01 Distribution.


Il cattivo poeta: il film su D’Annunzio arriva in sala dal 20 maggio

Annunciato per novembre, Il cattivo poeta di Gianluca Jodice con Sergio Castellitto nei panni di Gabriele D’Annnunzio, arriverà sul grande schermo delle sale cinematografiche a partire dal 20 maggio, distribuito da 01 Distribution.

Il cattivo poeta racconta l’inverno della vita del grande poeta e il tramonto di una nazione intera, alle porte della seconda guerra mondiale. Il ritratto di una delle figure chiave della storia moderna, poco raccontata dal nostro cinema.

TRAMA
1936. Giovanni Comini è stato appena promosso federale, il più giovane che l’Italia possa vantare. Ha voluto così il suo mentore, Achille Starace, segretario del Partito Fascista e numero due del regime. Comini viene subito convocato a Roma per una missione delicata: dovrà sorvegliare Gabriele d’Annunzio e metterlo nella condizione di non nuocere. Già, perché il Vate, il poeta nazionale, negli ultimi tempi appare contrariato, e Mussolini teme possa danneggiare la sua imminente alleanza con la Germania di Hitler. Ma al Vittoriale, il disegno politico di cui Comini è solo un piccolo esecutore inizierà a perdere i suoi solidi contorni e il giovane federale, diviso tra la fedeltà al Partito e la fascinazione per il poeta, finirà per mettere in serio pericolo la sua lanciata carriera.

“Non vedevamo l’ora di rimetterci al lavoro – dichiara Luigi Lonigro, direttore di 01 Distribution e presidente dei Distributori – nel senso pieno e industriale di una ripartenza del mercato cinematografico. Le notizie che ci arrivano dal Governo, in particolare quelle legate al coprifuoco, ci rendono ottimisti rispetto a progressivi miglioramenti e ci hanno spinto a posizionare, finalmente, uno dei film di produzione italiana più attesi e importanti del nostro listino nella data del 20 maggio. Siamo certi che l’uscita in sala de Il Cattivo Poeta sia un segnale molto importante per gli esercenti, con ricadute molto positive per tutto il mercato cinematografico. Ringraziamo Groenlandia per essere stati con entusiasmo al nostro fianco in questa decisione.”

“Siamo davvero felici che il nostro film finalmente possa uscire al cinema. Crediamo fortemente nell’unicità dell’esperienza in sala e siamo contenti di poter inaugurare le tanto attese riaperture con un film a cui teniamo moltissimo. Tornare al cinema in sicurezza con il nostro Cattivo Poeta è per noi motivo di orgoglio e un forte segnale di ripartenza per tutto il settore cinematografico” dichiarano Matteo Rovere e Andrea Paris, produttori di Ascent film.

Il cattivo poeta, regia di Gianluca Jodice con protagonista Sergio Castellitto nei panni di Gabriele D’Annunzio sarà distribuito nelle sale cinematografiche italiane a partire dal 20 maggio.
Il film è prodotto da Matteo Rovere e Andrea Paris, una coproduzione italo francese Ascent Film Bathysphere con Rai Cinema. Nel cast, tra gli altri, Francesco PatanèTommaso Ragno e Clotilde Courau.

Di seguito, il trailer di Il cattivo poeta:

Il trailer di Il Cattivo Poeta, film con Sergio Castellitto su D’Annunzio

Questa mattina 01 Distribution ha diffuso in rete il primo trailer di Il Cattivo Poeta, film con protagonista Sergio Castellitto nei panni di Gabriele D’Annunzio.

Di seguito la sinossi ufficiale:
1936. Giovanni Comini è stato appena promosso federale, il più giovane che l’Italia possa vantare. Ha voluto così il suo mentore, Achille Starace, segretario del Partito Fascista e numero due del regime. Comini viene subito convocato a Roma per una missione delicata: dovrà sorvegliare Gabriele d’Annunzio e metterlo nella condizione di non nuocere… Già, perché il Vate, il poeta nazionale, negli ultimi tempi appare contrariato, e Mussolini teme possa danneggiare la sua imminente alleanza con la Germania di Hitler. Ma al Vittoriale, il disegno politico di cui Comini è solo un piccolo esecutore inizierà a perdere i suoi solidi contorni e il giovane federale, diviso tra la fedeltà al Partito e la fascinazione per il poeta, finirà per mettere in serio pericolo la sua lanciata carriera. 

Il Cattivo Poeta, inizialmente annunciato per novembre, sarà distribuito da 01 Distribution a partire dal 20 maggio 2021.