Archivi tag: Groenlandia

Cannes 2021: Ascent Film sarà presente con due film

Ascent Film, parte di Groenlandia Group, sarà presente al Festival di Cannes 2021, al fianco di una compagine di società di produzione europee ed internazionali, con due titoli: France di Bruno Dumont in concorso nella selezione ufficiale e Onoda – 10 000 Notti nella giungla, secondo lungometraggio del regista francese Arthur Harari che aprirà Un Certain Regard.

Da sempre Ascent Film e Groenlandia raccontano storie che per tematica e linguaggio escono dai confini nazionali, storie che, come in questo caso, hanno portato a nuove collaborazioni. Aprirsi e diversificare sui grandi progetti europei, investendo sia su importanti registi come Dumont che su giovani autori come Harari, è da sempre la nostra ambizione, dichiarano Andrea Paris e Matteo Rovere.

FRANCE diretto da Bruno Dumont. Una produzione Francia – Germania – Italia – Belgio 2021Con Léa Seydoux. Una coproduzione 3B Productions (Francia), Red Balloon Film (Germania), Tea Time Film & Ascent Film con Rai Cinema (Italia), Scope Pictures (Belgio), in coproduzione con Arte France Cinéma Bayerischer Rundfunk, con il contributo di MIC. Tra i protagonisti del film l’attrice Léa Seydoux nei panni di una giornalista, star della televisione, impegnata tra set televisivi e una frenetica vita familiare.

ONODA- 10.000 NOTTI NELLA GIUNGLA Diretto da Arthur HarariFrancia – Germania – Belgio – Italia – Giappone 2021. Una produzione Bathysphere, To Be Continued Production (Francia), una coproduzione Ascent Film con Rai Cinema (Italia), Chipangu (Giappone), Frakas Productions (Belgio), Pandora Filmproduktion (Germania), Anti-Archive (Cambogia) in coproduzione con Arte France Cinéma e Proximus con il contributo del MIC e con il sostegno di Eurimages. È la fine del 1944 e il Giappone sta perdendo la guerra. Per ordine del misterioso Maggiore Taniguchi, il giovane Hiroo Onoda viene mandato su un’isola delle Filippine proprio prima dello sbarco degli Americani. Per l’impero, la guerra sta finendo. Per Onoda, finirà 10.000 notti dopo.


Il Primo Re diventerà una serie tv targata Cattleya

Il successo di critica ottenuto da Il Primo Re non è rimasto indifferente al fascino della trasposizione televisiva, tanto che Cattleya è già a lavoro su una nuova serie tv.

Il titolo della nuova serie dovrebbe essere (non è ancora ufficiale) Romulus, e la produzione sarà una collaborazione tra Cattleya e Groenlandia (società che ha prodotto il film apparso di recente al cinema). A confermare lo sviluppo del nuovo show è stato oggi Riccardo Tozzi, presidente di Cattleya.

Secondo le parole di Tozzi, lo show sarà ambientato nello stesso universo narrativo di Il Primo Re, senza però dare continuità alle vicende narrate nel film. Lo show pertanto potrebbe aprire la strada al racconto della fondazione di Roma. Al momento il progetto prevederebbe una prima stagione da 10 episodi, ma non è escluso che l’arco narrativo voluto dalle due società ne attraversi molte di più.

Tozzi ha inoltre confermato che la serie continuerà a proporre l’esperimento linguistico avviato col film, ovvero utilizzerà ancora una volta il latino come lingua ufficiale. Non è escluso, però, una versione doppiata in inglese per dare sfogo anche ad una distribuzione internazionale.

Non resta che attendere nuovi aggiornamenti in merito. Avete già letto la nostra recensione di Il Primo Re? Fatelo qui.