Archivi tag: Good Films

Tre nuove clip italiane da Il Mistero di Donald C.

Adler Entertainment e Good Films continuano a proporre nuovi contenuti promozionali dedicati a Il Mistero di Donald C., il film diretto da James Marsh. Quest’oggi ci godiamo tre nuove clip italiane.

Il Mistero di Donald C. è stato diretto da James Marsh. Nel cast Colin Firth, Rachel Weisz, David Thewlis e Mark Gatiss.

La Sinossi. Il Mistero di Donald C. racconta l’incredibile storia vera di Donald Crowhurst, velista amatoriale che partecipò alla Golden Globe Race del Sunday Times nel 1968, con la speranza di diventare la prima persona nella storia a circumnavigare il globo in solitaria senza soste. Con una barca non completamente pronta e la propria casa e il lavoro a rischio, Donald lascia la moglie Clare e i loro figli, imbarcandosi, non senza esitazioni, nell’avventura a bordo del trimarano Teignmouth Electron.

Il film uscirà nelle sale italiane dal 5 aprile 2018.

Ecco le clip.

Rachel Weisz e Colin Firth parlano di Il Mistero di Donald C. nelle nuove featurette

Adler Entertainment e Good Films hanno rilasciato in questi giorni due featurette sottotitolate in italiano destinate alla promozionale di Il Mister di Donald C., il nuovo film diretto da James Marsh.

Reduce dal successo ottenuto con la regia dell’ottimo La Teoria del Tutto, il regista James Marsh torna a raccontare una nuova struggente storia vera, mettendo questa volta al centro del suo racconto Donald Crowhurst, velista amatoriale capace di mettersi in gioco nella faticosissima Golden Globe Race.

A parlare del film – nelle due featurette – i protagonisti del cast Rachel Weisz e Colin Firth, quest’ultimo nel ruolo del protagonista della storia, Donald Crowhurst.

Il Mistero di Donald C. è stato diretto da James Marsh. Nel cast Colin Firth, Rachel Weisz, David Thewlis e Mark Gatiss.

La Sinossi. Il Mistero di Donald C. racconta l’incredibile storia vera di Donald Crowhurst, velista amatoriale che partecipò alla Golden Globe Race del Sunday Times nel 1968, con la speranza di diventare la prima persona nella storia a circumnavigare il globo in solitaria senza soste. Con una barca non completamente pronta e la propria casa e il lavoro a rischio, Donald lascia la moglie Clare e i loro figli, imbarcandosi, non senza esitazioni, nell’avventura a bordo del trimarano Teignmouth Electron.

Il film uscirà nelle sale italiane dal 5 aprile 2018.

Ecco le featurette.

 

[Weekend al Cinema] Da stasera Parigi può Attendere e Una Doppia Verità

Inizia un nuovo giovedì di cinema nel Belpaese, ed ovviamente noi di Universal Movies siamo qui per consigliarvi quelli che sono i film in uscita più attesi. In questo articolo spazio a Parigi può Attendere e Una Doppia Verità.

In un weekend di cinema che potrebbe nuovamente premiare ancora una volta La Mummia, il Box Office Italia si prepara ad accogliere due film diversi tra loro, ma entrambi molto interessanti come Parigi può Attendere e Una Doppia Verità, rispettivamente distribuiti da Good Films e Videa.

Se siete alla ricerca di emozionarvi e provare sentimenti oramai assopiti, allora Parigi può Attendere sarà il film fatto apposta per voi. Nel cast diretto da Eleanor Coppola, moglie del celebre regista Francis Ford Coppola, spiccano i volti di Diane Lane e Alec Baldwin, in quella che si presenta come una commedia romantica, dove un viaggio nella magica Parigi spinge una donna a riesaminare le proprie priorità.

Sinossi: In questo film, che segna il debutto alla regia e alla sceneggiatura di Eleanor Coppola (di un film narrativo), l’attrice candidata agli Academy Award® Diane Lane, interpreta il ruolo della moglie di un produttore di Hollywood, la quale, inaspettatamente, si ritrova a fare un viaggio attraverso la Francia che risveglia in lei delle passioni sopite e una gioia di vivere perduta. Anne (la Lane) è a un punto di svolta nella sua vita. E’ sposata da tanti anni con un produttore cinematografico che (Alec Baldwin) pensa solo al successo e che la trascura. Improvvisamente, a seguito di una serie di eventi inaspettati, si ritrova a fare un viaggio in macchina da Cannes a Parigi, assieme a un socio in affari del marito (Arnaud Viard). Quello che doveva essere un banale tragitto di sette ore si trasforma in un viaggio alla scoperta di se stessa, grazie anche agli scorci pittoreschi, al buon cibo, all’ottimo vino, tanto humour, alcune perle di saggezza e molto, molto altro ancora.

Qui due clip

Ovviamente in sala ci sarà spazio anche per coloro che amano il genere thriller. Una Doppia Verità difatti è il film fatto apposta per gli amanti delle cause impossibili, protagonista un rinato Keanu Reeves che assume il ruolo di avvocato difensore (ancora dopo L’Avvocato del Diavolo) di un ragazzo accusato di aver ucciso il padre violento, un caso all’apparenza impossibile da vincere, ma…

Sinossi: Mike Lassiter (Gabriel Basso), ragazzo adolescente, uccide il padre violento (James Belushi). Un caso facile, un colpevole già scritto per tutti, ma non per l’ostinato avvocato difensore Richard Ramsey (Keanu Reeves), che ha promesso alla madre (Renée Zellweger) di scagionare suo figlio. Dopo l’omicidio il giovane Mike decide di trincerarsi in un silenzio ostinato, non rispondendo ad alcuna domanda, dopo aver detto in prima battuta “andava fatto tanto tempo fa”. Un’apparente ammissione di colpa che non convince però Ramsey, intenzionato a portare alla luce la verità a qualunque costo. In un gioco di depistaggi e colpi di scena, si muovono testimoni non affidabili e personaggi ambigui, accompagnando lo spettatore in un labirinto di menzogne per un processo che si trasforma, passo dopo passo, in un’adrenalinica corsa contro il tempo. Ma se tutti mentono, qual è la verità?

Qui di seguito due nuove clip

Diane Lane protagonista di due clip italiane di Parigi può Attendere

Good Films ha rilasciato in questi giorni due nuove clip italiane di Parigi può Attendere, il film d’esordio di Eleanor Coppola, di prossima uscita nelle nostre sale.

Il debutto alla regia della nota documentarista, nonchè moglie del grande Francis Ford Coppola, porta in scena la voglia di rivalsa, emersa durante un viaggio di lavoro a Parigi, di una donna da anni trascurata dal marito produttore hollywoodiano, ovviamente con tutte le conseguenze che un ritorno al passato comporta.

Parigi può Attendere è stato diretto da Eleanor Coppola, nel cast Diane Lane, Alec Baldwin e Arnaud Viard.

Sinossi: In questo film, che segna il debutto alla regia e alla sceneggiatura di Eleanor Coppola (di un film narrativo), l’attrice candidata agli Academy Award® Diane Lane, interpreta il ruolo della moglie di un produttore di Hollywood, la quale, inaspettatamente, si ritrova a fare un viaggio attraverso la Francia che risveglia in lei delle passioni sopite e una gioia di vivere perduta. Anne (la Lane) è a un punto di svolta nella sua vita. E’ sposata da tanti anni con un produttore cinematografico che (Alec Baldwin) pensa solo al successo e che la trascura. Improvvisamente, a seguito di una serie di eventi inaspettati, si ritrova a fare un viaggio in macchina da Cannes a Parigi, assieme a un socio in affari del marito (Arnaud Viard). Quello che doveva essere un banale tragitto di sette ore si trasforma in un viaggio alla scoperta di se stessa, grazie anche agli scorci pittoreschi, al buon cibo, all’ottimo vino, tanto humour, alcune perle di saggezza e molto, molto altro ancora.

Parigi può Attendere arriverà nelle sale italiane il 15 giugno 2017.

Ecco le clip

Good Films e Adler Entertainment rilasciano la versione italiana del poster di The Circle

Good Films e Adler Entertainment hanno rilasciato questa mattina la versione italiana del nuovo poster di The Circle, il film diretto da James Ponsoldt tratto dall’omonimo best seller di Dave Eggers, protagonista dell’artwork promozionale ovviamente il duo formato da Emma Watson e Tom Hanks.

The Circle è stato scritto e diretto da James Ponsoldt, nel cast Emma Watson, Tom Hanks, John Boyega e Karen Gillan.

Sinossi: Basato sul bestseller internazionale “Il Cerchio” di Dave Eggers, The Circle è un emozionante thriller psicologico, interpretato da Tom Hanks, Emma Watson, John Boyega e Karen Gillan. Appena fa il suo ingresso nella più grande azienda di tecnologia e social media del mondo, The Circle, Mae (Emma Watson) è incoraggiata dal Fondatore della società Eamon Bailey (Tom Hanks) a rinunciare alla propria privacy e a vivere la sua vita in un regime di trasparenza assoluta. Ma nessuno è veramente al sicuro quando tutti hanno la possibilità di guardare.

The Circle uscirà nelle sale il 27 aprile 2017

Ecco il poster

Emma Watson e Tom Hanks nelle immagini esclusive di The Circle

Adler Entertainment e Good Films hanno rilasciato questa mattina tre foto ufficiali di The Circle, il thriller psicologico diretto da James Ponsoldt, tratto dall’omonimo romanzo firmato da Dave Eggers, ed interpretato da Tom Hanks ed Emma Watson. Protagonisti dei nuovi scatti proprio i due attori citati.

The Circle è stato diretto da James Ponsoldt, nel cast Emma Watson, Tom Hanks, John Boyega e Karen Gillan.

Sinossi: Basato sul bestseller internazionale “Il Cerchio” di Dave Eggers, The Circle è un emozionante thriller psicologico, interpretato da Tom Hanks, Emma Watson, John Boyega e Karen Gillan. Appena fa il suo ingresso nella più grande azienda di tecnologia e social media del mondo, The Circle, Mae (Emma Watson) è incoraggiata dal Fondatore della società Eamon Bailey (Tom Hanks) a rinunciare alla propria privacy e a vivere la sua vita in un regime di trasparenza assoluta. Ma nessuno è veramente al sicuro quando tutti hanno la possibilità di guardare.

The Circle arriverà nelle sale italiane dal 27 aprile 2017

Ecco le foto

Tom Hanks and Patton Oswalt star in STX Entertainment’s THE CIRCLE.
Motion Picture Artwork © 2017 STX Financing, LLC. All Rights Reserved.
Photo Credit: Courtesy of STX Entertainment
Emma Watson stars in STX Entertainment’s THE CIRCLE.
Motion Picture Artwork © 2017 STX Financing, LLC. All Rights Reserved.
Photo Credit: Courtesy of STX Entertainment
Emma Watson stars in STX Entertainment’s THE CIRCLE.
Motion Picture Artwork © 2017 STX Financing, LLC. All Rights Reserved.
Photo Credit: Courtesy of STX Entertainment

Data di uscita e teaser trailer italiano di The Circle, il film con Emma Watson e Tom Hanks

Adler Entertainment e Good Films hanno rilasciato oggi il teaser trailer italiano di The Circle, il thriller diretto da James Ponsoldt e interpretato da Emma Watson e Tom Hanks che uscirà al cinema il 27 aprile.

Sinossi:

Basato sul bestseller internazionale “Il Cerchio” di Dave Eggers, The Circle è un emozionante thriller psicologico, interpretato da Tom Hanks, Emma Watson, John Boyega e Karen Gillan. Appena fa il suo ingresso nella più grande azienda di tecnologia e social media del mondo, The Circle, Mae (Emma Watson) è incoraggiata dal Fondatore della società Eamon Bailey (Tom Hanks) a rinunciare alla propria privacy e a vivere la sua vita in un regime di trasparenza assoluta. Ma nessuno è veramente al sicuro quando tutti hanno la possibilità di guardare.

The Circle è stato diretto da James Ponsoldt, nel cast Emma Watson, Tom Hanks, John Boyega e Karen Gillan. Il film uscirà in Italia il 27 aprile.

Ecco di seguito il teaser trailer italiano del film:

Si studia intorno al fuoco nelle nuove clip italiane dell’intenso Capitan Fantastic

Ad un giorno dall’esordio nelle sale italiane, l’intenso capolavoro diretto da Matt Ross dal titolo Capitan Fantastic si presenta ancora al pubblico del web grazie a due nuove clip italiane rilasciate da Good Films.

In una delle due clip Viggo Mortensen interroga i suoi piccoli figli sui progressi fatti nello studio, un modo efficace per tenere traccia dell’istruzione della famiglia no?


Capitain Fantastic è stato diretto da Matt Ross, il cast comprende Viggo Mortensen, Frank Langella, Missi Pyle, Erin Moriarty, George MacKay, Ann Dowd, Samantha Isler, Annalise Basso, Kathryn Hahn, Steve Zahn. Il film uscirà nelle sale italiane il 7 dicembre distribuito da Good Films.

Ecco la Sinossi

Nel cuore delle foreste del Nord America, lontano dalla società, un padre fuori dal comune (Viggo Mortensen) dedica la propria vita a trasformare i suoi sei figli in adulti straordinari. Ma una tragedia si abbatte sulla sua famiglia, costringendolo a lasciare quel paradiso, faticosamente costruito, per iniziare, insieme con i suoi ragazzi, un viaggio nel mondo esterno che metterà in dubbio la sua idea di cosa significa essere un genitore, e tutto ciò che ha insegnato ai suoi figli.

Capitain Fantastic sarà nelle sale italiane dal 7 dicembre 2017

Ecco le clip

Un nuovo trailer italiano per Captain Fantastic, il film vincitore della Festa del Cinema di Roma

Good Films ha rilasciato questa mattina un nuovo trailer italiano di Captain Fantastic, il film vincitore dell’ultima edizione della Festa del Cinema di Roma, diretto da Matt Ross ed interpretato da uno straordinario Viggo Mortensen.

Date una lettura qui per la nostra recensione.


Captain Fantastic è stato diretto da Matt Ross, il cast comprende Viggo Mortensen, Frank Langella, Missi Pyle, Erin Moriarty, George MacKay, Ann Dowd, Samantha Isler, Annalise Basso, Kathryn Hahn, Steve Zahn. Il film uscirà nelle sale italiane il 7 dicembre distribuito da Good Films.

Ecco la Sinossi

Nel cuore delle foreste del Nord America, lontano dalla società, un padre fuori dal comune (Viggo Mortensen) dedica la propria vita a trasformare i suoi sei figli in adulti straordinari. Ma una tragedia si abbatte sulla sua famiglia, costringendolo a lasciare quel paradiso, faticosamente costruito, per iniziare, insieme con i suoi ragazzi, un viaggio nel mondo esterno che metterà in dubbio la sua idea di cosa significa essere un genitore, e tutto ciò che ha insegnato ai suoi figli.

Captain Fantastic sarà nelle sale italiane dal 7 dicembre 2017

Ecco il trailer

https://youtu.be/dPHlphti1OY

Il trailer di Captain Fantastic, il film con Viggo Mortensen

Captain Fantastic è il film di Matt Ross, il quale ha vinto il premio Un Certain Regard per la miglior regia all’ultimo Festival di Cannes, che è stato presentato alla Festa del Cinema di Roma in collaborazione con Alice nella Città, e che noi abbiamo visto e recensito (potete leggere la recensione qui). La Good Films, casa di distribuzione del film, ha rilasciato il trailer ufficiale del film che potete visionare a fine articolo.

Sinossi:

Nel cuore delle foreste del Nord America, lontano dalla società, un padre fuori dal comune dedica la propria vita a trasformare i suoi sei figli in adulti straordinari. Ma una tragedia si abbatte sulla sua famiglia, costringendolo a lasciare quel paradiso, faticosamente costruito, per iniziare, insieme con i suoi ragazzi, un viaggio nel mondo esterno che metterà in dubbio la sua idea di cosa significa essere un genitore, e tutto ciò che ha insegnato ai suoi figli.

A proposito del film, soprattutto per quanto riguarda il personaggio di Ben interpretato da Viggo Mortensen, il regista Matt Ross ha dichiarato quanto segue:

“Sono affascinato da tutti i temi che ruotano attorno all’essere genitori. Ben ha abbandonato il mondo esterno e qualsiasi ambizione personale per dedicare la sua vita a essere il miglior padre possibile. La questione è: è il miglior padre del mondo, oppure il peggiore? Quello che fa è folle, oppure follemente bellissimo?”


Captain Fantastic è stato diretto da Matt Ross, il cast comprende Viggo Mortensen, Frank Langella, Missi Pyle, Erin Moriarty, George MacKay, Ann Dowd, Samantha Isler, Annalise Basso, Kathryn Hahn, Steve Zahn. Il film uscirà nelle sale italiane il 7 dicembre distribuito da Good Films.

Di seguito potete vedere il trailer del film.

https://youtu.be/VnSuwMXNoQY?list=PLJNavrkDU7HuUJbf1DO1t-Y4GFJV4PMsl

 

 

 

[RomaFF11] La recensione di Captain Fantastic, il film di Matt Ross

Alice nella città, in collaborazione con Festa del Cinema di Roma, presenta oggi all’Auditorium la storia di quel Captain Fantastic che ha appassionato il pubblico del Sundance Festival ed ha permesso al regista Matt Ross di trionfare all’ultimo Festival di Cannes.

Matt Ross porta sullo schermo un padre fuori dal comune che decide di crescere i propri figli lontano dai capitalistici centri urbani, li forma a diventare degli adulti autosufficienti ed unici come i nomi che ognuno di loro porta.

Ben Cash (Viggo Mortesen) decide con sua moglie Leslie (Trin Miller) di crescere la propria famiglia in mezzo al verde, rendendola autonoma da tutti i meccanismi contrastanti del capitalismo, i ragazzi studiano in maniera approfondita filosofia, politica, in modo da diventare degli uomini e delle donne con ampie capacità di comprensione ed un idealismo ben radicalizzato. Una grave forma di bipolarismo porta alla morte la giovane Leslie, la sua famiglia così intraprende una missione di salvataggio nei confronti della sua salma che, per volere dei nonni cristiani, riceve inizialmente tutti i riti funebri della loro religione contrastandosi così dal volere originario della figlia.

Non sarà facile per la famiglia Cash adattarsi agli standard della vita reale, la loro missione viene prima di tutto, proprio per questo Ben decide di affrontare la famiglia della moglie che non ha mai accettato la vita hippie di Leslie.

Per i ragazzi Cash la loro vita é normale, non comprendono all’inizio che la loro educazione é fuori dagli standard che la civiltà attuale detta, non vanno ad una scuola, quello che sanno lo imparano dai libri assegnati dal padre Ben che li sprona ad esternare ogni loro pensiero e ad argomentare quello che stanno apprendendo. Qualcosa inizia a vacillare però quando il figlio maggiore Bo (George MacKay) riceve le lettere d’ammissione ai più prestigiosi college statunitensi, ed inizia ad accusare il padre di averlo reso uno “strambo” agli occhi altrui, di non riuscire ad avere un approccio normale con le ragazze della sua età.

E se la scelta di Ben e Leslie fosse stata del tutto sbagliata portandolo ad aver rovinato la vita dei propri figli vissuti nell’isolamento, tanto che i più piccoli Nai (Charlie Shorwell) e Zaja (Shree Crooks) non avevano mai conosciuto i propri nonni prima dell’incontro al funerale della madre? E’ questo è il quesito che si pone il Capitano della famiglia quando deve decidere cosa é meglio per il loro futuro.

“Captain Fantastic” pone al centro dell’attenzione del pubblico il dramma di ogni genitore che deve essere in grado di offrire un’educazione adeguata ai propri figli, ma soprattutto che risulti anche la più giusta per il proprio futuro, e coi tempi che corrono non sempre risulta essere la più efficace. Basti pensare a quando Ben interroga i due nipoti adolescenti Justin (Elijah Stevenson) e Jackson (Teddy Van Ee), i quali non riescono a rispondere al suo quesito, mentre sua figlia di soli 8 anni é in grado non solo di rispondere, ma anche di articolare la propria risposta.

La storia scritta dallo stesso regista prende spunto dalla propria infanzia trascorsa all’interno delle comunità tra la California settentrionale e l’Oregon, ben lontano dalle tecnologie con cui crescevano i suoi coetanei; la sua esperienza di vita é riportata nella crisi esistenziale di Bo che si trova in un punto cruciale della vita in cui si sente attratto dall’altro sesso, ma non sa come muoversi, come instaurare una conversazione senza sembrare eccessivamente strano.

Viggo Mortensen porta in scena il dramma di un padre, ma allo stesso la sua forza quotidiana, nel crescere 6 figli in mezzo al verde, li addestra come se fossero dei piccoli soldatini insegnando loro a come uccidere la selvaggina utile sia come alimentazione sia come mezzo per crearsi degli abiti, ognuno di loro dal più grande al più piccolo é in grado di scalare una montagna e sapersi difendersi con il proprio corpo, non solo con le armi che gli regala. La director casting Jeanne McCarthny ha fatto un ottimo lavoro nella scelta degli interpreti giovani, scegliendo sei attori di enorme talento che esprimono ognuno un grande carisma. Da Bodevan (George MacKay) a Vespyr  (Annalise Basso) e Kielyr (Samantha Isler) fino ai più piccoli Nai (Charlie Shorwell) e Zaja (Shree Crooks), con un occhio particolare a Rellian (Nicholas Hamilton), il primo a mostrare segni di totale insofferenza e a mettere in discussione le scelte del padre, preferendogli inizialmente l’accogliente e maestosa casa dei nonni. Non solo dialoghi forti ma anche sguardi d’intesa che trasmettono allo spettatore quell’unicità su cui si fonda la famiglia, il cui affetto viene completamente esternato nella missione di salvataggio e nella “liberazione” delle ceneri della madre, e nel canto corale durante la sua cremazione sulle note di “Sweet  Child O’Mine”.

 

Il nostro parere: 7

“Captain Fantastic” é una storia estrema, ma totalmente attuale per chi affronta l’essere genitore ai giorni nostri, e si deve chiedere come poter crescere i propri figli nella normalità e come essa possa essere rappresentata giustamente. Interpretazioni toccanti e sincere che rendono la narrazione speciale, deliziata dalle musiche di  Alex Somers.

 

“Captain Fantastic” di Matt Ross con Viggo Mortesen uscirà nelle sale italiane il 1 dicembre, distribuito da Good Films.

[Recensione] Neruda di Pablo Larraín: la teatrale fuga del Poeta cileno

Pablo Larraín potrà ricordarsi del 2016 come uno dei suoi anni migliori, ha da poco presentato alla Mostra del Cinema di Venezia Jackie con Natalie Portman e nei mesi precedenti si era presentato al Festival di Cannes il suo “Neruda” che uscirà il prossimo 13 ottobre nelle sale italiane ed é stato scelto per rappresentare il Cile ai Premi Oscar.
Il regista cileno rende omaggio ad un uomo immenso, un poeta, un Premio Nobel, e lo fa raccontando attraverso un mix di realtà e finzione il periodo drammatico della sua fuga dal Cile. Neruda venne eletto senatore per il partito comunista, ma il suo stesso Presidente Videla (Alfredo Castro) lo vuole vedere in gabbia accusato di provocare la resistenza popolare, sarà costretto alla fuga, rincorso da un disperato poliziotto Oscar Peluchonneau (Gael García Bernal) che lo disprezza ma allo stesso tempo lo ammira per quello che rappresenta.

Le parole di Neruda sono ovunque, così come la sua presenza in Cile “sono nell’aria, nell’acqua, nel sangue, nel sudore” così Larraín descrive l’immensità di quell’uomo che ha segnato qualsiasi cileno.

Quello che viviamo sullo schermo é il divertente gioco tra il gatto e il topo che il poeta architetta per il suo inseguitore accecato dalla disperata missione che gli viene affidata, e resa ancor più divertente dai libri che Neruda gli lascia lungo l’inseguimento, un modo per suggerirgli la mossa successiva ma allo stesso tempo per inebriarlo con la magnificenza della letteratura.

Neruda è magistralmente interpretato da Luis Gnecco che dà corpo all’arte di quell’uomo, non solo fatta di parole su carta, ma la sua poesia viaggia e prende vita mettendo in piedi uno spettacolo a cui il poeta si “presta” costruendoci intorno scenografie e costumi che lo rendono protagonista insieme ai suoi versi.

Un uomo insaziabile, innamorato della vita, delle donne e dell’amore e questo lo comprendeva la sua compagna, l’artista argentina Delia (Mercedes Morán) che lo accompagna e supporta per buona parte della sua fuga fino a rendersi partecipe della stessa fantasiosa narrazione che stava erigendo con la sua ricamata arte della parola.

Sono serviti 5 anni di lavorazione, di documentazione, affinché Larraín si sentisse pronto per realizzare questo immaginario viaggio scritto con lo sceneggiatore fidato Guillelmo Calderón, in cui l’accento non viene posto sull’arrivo ma sul travagliato viaggio che rendono leggendario il personaggio del poeta cileno.

Il regista cileno ci conduce nel mondo di Neruda come un pifferaio magico, e lo fa attraverso le immagini e il suo montaggio onirico tradito dal realismo che si cela nella narrazione, attraverso la declamazione dei suoi versi, ci inebria e ci ricorda che l’arte non cambia il mondo, anche se promette di farlo, ma ispira chi vuole veramente cambiarlo.

Il nostro parere: 9

Un road movie più che un biopic, ma anche un giallo fitto di misteri ed indizi che ci fanno conoscere meglio colui che scrisse “Canto Generale”, un poema composto proprio durante la sua fuga ed esilio, in cui la poesia e la politica si uniscono con furia e rabbia. Un film vertiginoso caratterizzato da contrappunti sonori, raddoppiamenti e finti raccordi che accentuano la virtuosità dell’azione.

 

“Neruda” di Pablo Larraín con Gabriel García Bernal e Alfredo Castro sarà visibile nelle sale italiane dal 13 ottobre, distribuito da Good Films.