Archivi tag: Christopher Pike

The Season of Passage: un nuovo romanzo di Christopher Pike per Mike Flanagan

Mike Flanagan ha annunciato che prossimamente dirigerà un adattamento cinematografico di un nuovo romanzo firmato da Christopher Pike, l’horror fantascientifico The Season of Passage.

Impegnato sul set della serie The Midnight Club, sempre adattata da un romanzo di Pike, il celebre regista ha utilizzato i propri canali social per annunciare ai fan di aver coronato un sogno. Mike Flanagan non solo dirigerà l’adattamento di The Season of Passage, ma co-scriverà la sceneggiatura col fratello James Flanagan, producendo tra l’altro con la sua Intrepid Pictures.

The Season of Passage è stato pubblicato da Christopher Pike nel corso del 1993. Il romanzo, di genere horror fantascientifico, ruota intorno alla storia della dottoressa Lauren Wagner che viene coinvolta in una spedizione spaziale con destinazione Marte. L’intero mondo l’ha ammirata e rispettata, ma Lauren è alle prese con delle voci dentro di lei. La donna deve inoltre fare i conti con il mistero legato alla misteriosa scomparsa del gruppo che era partito prima del suo.

A questo punto della sua carriera, Mike Flanagan può essere considerato un vero e proprio cultore del genere horror, ed in maniera particolare degli adattamenti da romanzi horror. A tal proposito va ricordato che il regista ha diretto le prime due stagioni della serie Netflix Hill House” (quindi anche The Haunting of Bly Manor), Doctor Sleep (sequel di Shining) e prossimamente porterà su Netflix per l’appunto The Midnight Club.


Jake Cannavale nei panni di Kirk nello Star Trek di Christopher Pike?

È dalla conclusione della seconda stagione di Star Trek: Discovery che si vocifera su un ipotetico Spin Off dedicato alla figura del Capitano Christopher Pike, colui che ha preceduto al comando della USS Enterprise il mitico James Tiberius Kirk.

Noi di Universal Movies, in un recente articolo, riportando alcune interviste e piccoli indizi, abbiamo fatto il punto sulla possibilità che questo nuovo spettacolo possa andare in porto. E lo facciamo anche adesso aggiornando sulle nuove indiscrezioni riguardanti il progetto.

Ultimamente il sito Geeks WorldWide avrebbe addirittura affermato che lo Show dedicato a Christopher Pike, identificato provvisoriamente come Strange New Worlds, titolo che sembrerebbe destinato a cambiare in Star Trek: Enterprise, possa essere già in fase di pre produzione, con una prima stagione completamente scritta.

Il sito The CinemaSpot si spinge oltre riportando voci che vorrebbero l’attore Jake Cannavale, ultimamente visto nella serie The Mandalorian, interpretare un giovane ufficiale chiamato James Tiberius Kirk in Strange New Worlds/Star Trek: Enterprise, serie in cui Anson Mount reindosserebbe la divisa del Capitano Christopher Pike.

Jake Cannavale, sempre secondo le voci riportate da The CinemaSpot, avrebbe già fatto un test di scena via Skype con Ethan Peck, test che sarebbe piaciuto ai produttori.

Nonostante i numerosi indizi e le frequenti voci, è necessario dire che al momento non c’è nessuna conferma ufficiale da parte della CBS di uno Spin Off che possa riportare sullo schermo gli iconici personaggi di un passato e glorioso Star Trek. Voi continuate a seguerci, Noi, come sempre, vi terremo aggiornati.


Il punto sull’ipotetico Star Trek dedicato a Christopher Pike

In questo articolo facciamo il punto sullo spin-off televisivo di Star Trek: Discovery dedicato Christopher Pike.

Christopher Pike, come molti sapranno, è il capitano che ha preceduto J. T. Kirk al comando della gloriosa USS Enterprise NCC 1701, personaggio visto per la prima volta nell’episodio Lo Zoo di Talos, il primo pilot bocciato della Serie classica di Star Trek. Rivedremo lo sfortunato capitano nel doppio episodio della TOS intitolato L’Ammutinamento (The Menagerie), esattamente 13 anni dopo gli accadimenti visti in “Lo Zoo di Taolos” (anno 2254).

Christopher Pike fu poi ripescato quale personaggio chiave della seconda stagione di Star Trek: Discovery, scelta sicuramente azzeccata visto il notevole favore da parte dei vecchi e nuovi fan, i quali a gran voce chiedevano uno spin-off a lui dedicato.

In questo articolo, attraverso diverse interviste e piccoli indizi, vogliamo fare il punto sull’eventuale realizzazione di questo sperato, quanto richiesto, spin-off.

Alex Kurtzman, in tal senso, ha avuto già modo di dire che “i fan sono stati ascoltati”, confermando inoltre che “conversazioni attive” si sono svolte in favore di questo probabile nuovo show che vedrebbe Pike nuovamente in compagnia della Numero Uno e di Spock. Lo stesso Kurtzman ha inotre affermato di preferire la realizzazione di una classica serie, piuttosto che una dal numero limitato di episodi, ciò per raccontare l’arco dei 7 anni intercorsi tra la fine della seconda stagione di Discovery e l’incidente che renderà sfigurato ed inabile lo sfortunato capitano.

Sia Anson Mount che Ethan Peck, interpreti rispettivamente di Pike e Spock in Discovery 2, pur non avendo dato nessuna anticipazione o conferma sullo spin-off, si sono già espressi sulla disponibilità nel reinterpretare i loro ruoli.

Anson Mount in una recente intervista su Space.com ha infatti detto:

Mi piacerebbe farlo … stai parlando con un Trekkie che, voglio dire, è semplicemente seduto sulla sedia del capitano, è uno degli onori più rari per un attore oggi. Non abbiamo chiesto a molte persone di farlo. Sono sicuramente grato di aver ricevuto questa responsabilità. E sì, certo “Vorrei continuare a occupare questa sedia. Non mi lamento e non starò lontano. Mi piacerebbe.”

Mentre Ethan Peck, sulle pagine di Ars Technica, si è così espresso:

“Vorrei continuare a interpretare questo personaggio e far parte di questo mondo. Certo, ora sono di parte perché ne facevo parte e ho bevuto Kool-Aid, ma c’è quasi qualcosa di religioso in Star Trek . La sua ideologia offre alle persone una speranza a cui aggrapparsi. Basta guardare la comunità che ha creato. Celebra ciò che ci rende speciali come esseri umani, illumina ciò che ci rende grandi “.

Per finire, una possibile e involontaria conferma sulla realizzazione dello show su Pike potrebbe essere stata data dalla splendida Rebecca Romijn che, pur mantenendo un “alone di segretezza”, su The Daily Front Row ha, tra l’altro, dicharato:

“…. Ho anche lavorato su Star Trek qua e là, ma di questo non posso davvero parlarne.

Noi, da grandi fan della saga creata dalla mente di Gene Roddenberry, siamo fiduciosi, nonché speranzosi, che la CBS possa mettere al più presto in cantiere, pandemia permettendo, uno spin-off che possa riportare l’iconica USS Interprise NCC 1701 alla sua originaria missione: “quella di esplorare strani nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita e di nuove civiltà, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima”.

Star Trek: Rebecca Romijn coinvolta nello spin off dedicato a Christopher Pike?

Rebecca Romijn, l’affasciante Numero Uno a bordo della USS Enterprise di Christopher Pike, in una recente intervista si è lasciata sfuggire di essere ancora coinvolta in Star Trek.

La splendida Rebecca ha recentemente creato la Charlie Dolly, una propria linea di Gioielli. Per il lancio di questo nuovo marchio, l’attrice è stata intervista dalla rivista di moda The Daily Front Row.

A conclusione di questa intervista, dopo aver toccato diversi argomenti, il giornalista ha domandato all’interprete dell’affascinante Numero Uno, Cos’altro stesse facendo, questa è stata la risposta:

L’altra mia passione è salvare gli animali e conduco uno spettacolo su Hallmark Channel, The American Rescue Dog Show , è così appagante e così carino per me…. andrà in onda a metà febbraio. Ho anche lavorato su Star Trek qua e là, ma di questo non posso davvero parlarne.

Che la Romijn stia parlando del tanto richiesto spin off dedicato alle avventure del Capitano Christopher Pike, meravigliosamente interpretato da Anson Mount nella scorsa stagione di Star Trek: Discovery?

Sino a ora la CBS non ha mai ufficializzato l’intenzione di produrre una serie dedicata alle avventure dell’iconico capitano, il quale ha preceduto al comando dell’Enterprise il mitico James Tiberius Kirk, ma queste ultime dichiarazioni di Rebecca Romijn sembrerebbero dare maggiore forza a quest’ipotesi.

Fonte: The Daily Front Row

Cosa riserva il 2019 per i fan della saga Star Trek?

Il 2019 è appena iniziato, e sappiamo già che il 18 gennaio la saga Star Trek farà ritorno in tv, con la seconda attesissima stagione di Star Trek: Discovery. Ma quale altra sorpresa quest’anno riserverà ai fan?

In questo nostro articolo daremo spazio al 2019, visto ovviamente con gli occhi di un trekker, tra notizie ufficiali, altre ufficiose, e mere speculazioni.


Le Notizie Ufficiali

Questa nuova stagione, probabilmente caratterizzata da uno spirito più classico ed all’insegna dell’esplorazione, sarà incentrata, oltre che sul personaggio di Michael Burnman, anche su Spock (Ethan Peck) e Christopher Pike (Anson Mount), il mitico Capitano della USS Enterprise NCC 1701, la cui missione sarà quella di prendere il comando della USS Discovery NCC 1031.

Ma i piani di CBS per l’espansione del franchise sono ben più colossali. A tal proposito vogliamo ricordarvi che, nel corso del 2018, il network ha infatti annunciato ufficialmente il ritorno di Sir Patrick Stewart nei panni di Jean-Luc Picard, proiettando le ambientazioni narrative di questa nuova serie in un periodo successivo agli accadimenti vissuti in The Next Generation.

Altri progetti Trek sono stati messi in cantiere, e forse questi non vedranno la luce almeno per alcuni anni, stiamo parlando della nuova serie animata Lower Decks, di una mini serie che forse potrà essere incentrata sulle gesta del villain per eccellenza Khan, e di un’altra ambientata nella Starfleet Accademy.


In Via Ufficiosa

Si è anche parlato “ufficiosamente” di uno spin-off di Star Trek: Discovery incentrato sulle avventure di Philippa Georgiou, personaggio interpretato dall’affascinante attrice di origini asiatiche Michelle Yeoh. A tal proposito sarebbe interessante vedere l’ex imperatrice del MirrorVerse assoldata nelle file della fantomatica Sezione 31.


Dall’ufficioso, passiamo all’ipotetico.

  • E’ possibile che la CBS abbia voluto “riesumare” Spock e Christopher Pike per relegarli nella sola seconda stagione di Star Trek: Discovery, pur sapendo che ha tra le mani personaggi estremamente iconici, ben saldi nell’immaginario collettivo dei tantissimi fan e dalle grandissime potenzialità?
  • Che questa operazione sia un modo per esplorare, nell’arco di 14 capitoli, le reazioni del pubblico per decidere, se e quando, sviluppare uno spin-off su Christopher Pike? 
  • E se la scelta dei produttori fosse quella di ambientare questa nuova serie tv sulla USS Enterprise NCC 1701, successivamente agli accadimenti di Discovery 2 e sino al famoso incidente che ha completamente sfigurato lo sfortunato capitano costringendolo su una sedia motorizzata e robotizzata?
  • Potremmo, quindi, poter assistere in un futuro prossimo ad un remake dell’episodio TOS intitolato L’ammutinamento, in cui assistiamo al ritorno di Pike su Thalos, grazie alla complicità di Spock?

Dichiarazioni “Pericolose”

Del resto l’ex showrunner Aaron Harberts su tale personaggio ha avuto modo di dichiarare:

“La cosa da considerare, sia dal punto di vista degli spettatori che da quello degli scrittori,  che il Capitano Pike è estremamente eccitante come personaggio chiave (della TOS), nonostante sia stato  esplorato solo due volte nel doppio episodio della Serie Originale “The Menagerie” (L’Ammutinamento), tre considerando il pilot “The Cage” (Lo zoo di Talos). Quando pensiamo al Capitano Pike si aprono diverse grandi possibilità……”

Chiaramente le nostre sono solo affascinanti speculazioni, a seguito di fan theory, certamente non supportate da notizie ufficiali.


Non resta che attendere nuovi viaggi interspaziali, e magari notizie che possano rendere felici le speculazioni di un fan appassionato.


Il Capitano Christopher Pike nell’Universo Star Trek

Il Capitano Christopher Pike è certamente un personaggio di Star Trek  entrato con forza nella memoria collettiva dei fan, nonostante si possa definire solo come un elemento secondario della Serie Classica.

Interpretato originariamente da Jeffrey Hunter, Christopher Pike fu scelto da Gene Roddenberry come Capitano della USS Enterprise NCC 1701 per il primo pilot della TOS intitolato Lo Zoo di Talos (The Cage), tuttavia il pilot non ottenere il via libera dal network, il quale ne commissionò un secondo. Nonostante la bocciatura, la storia – e molte sequenze girate – di Lo Zoo di Talos servirono ad imbastire la trama di L’Ammutinamento (The Menagerie).

A questo punto è utile raccontare brevemente, secondo i canoni della Serie Classica, la storia del personaggio:

Nell’anno 2254 (Lo Zoo di Talos) Cristopher Pike è al comando dell’Enterprise insieme ad un giovane ufficiale vulcaniano di nome Spock, alla sua Numero Uno ed al resto dell’equipaggio. Dopo un sanguinoso scontro contro una razza aliena su Rigel VII,  l’astronave parte per una missione verso la colonia Vega, al fine di prestare aiuto ai suoi abitanti, ma durante il viaggio viene intercettata una chiamata di soccorso proveniente dalla USS Columbia, una nave della federazione creduta dispersa da circa 18 anni.

Il Capitano, arrivato nei pressi di Talos IV, viene però catturato e tenuto prigioniero dai suoi abitanti, un popolo dotato di grandissimi poteri telepatici, capaci di proiettare fortissime illusioni nelle menti dei malcapitati. I Talosiani, attraverso i loro poteri, cercheranno di convincere Pike a restare sul pianeta, in modo che possa accoppiarsi con l’unica sopravvissuta della Columbia, una donna di nome Vina rimasta orrendamente sfigurata e menomata, danni fisici che però spariscono grazie alla “realtà illusioria” alternativa creata dagli abitanti del pianeta.

Tuttavia Pike resiste a queste grandissime pressioni psichiche e, attraverso la sua forza di volontà e sentimenti di rabbia ed odio, riesce a sconfiggere il potere mentale dei Talosiani, guadagnando così la sua libertà. A seguito di questi avvenimenti la Federazione dichiarerà Talos IV pianeta proibito.

Ritroveremo l’ex Capitano dell’Enterpise diversi anni dopo, esattamente nel 2267, oramai completamente inabile ed orrendamente sfregiato a causa di un incidente accadutogli anni prima, interpretato in questa versione da Sean Kennedy.

L’Enterprise riceve una chiamata di Pike dalla Base Stellare 11 (L’Ammutinamento). Una volta giunto sul posto il Capitano James Kirk scopre che la chiamata non è stata effettuata dal suo predecessore. Nel frattempo Spock rapisce Pike e prende inspiegabilmente il comando dell’Enterprise per dirigersi sul pianeta proibito Talos IV, consapevole delle conseguenze del suo comportamento.

Kirk ed il commodoro Mendez, a bordo di una navetta, raggiungono l’Enterprise su Talos IV e qui instituiscono una corte marziale per giudicare l’ammutinamento del Vulcaniano. Spock si difende attraverso la proiezione di alcune immagini di quanto accadde sul pianeta nel 2254 (Lo Zoo di Talos), spiegando che solo la “realtà illusoria” potrebbe dare fine alle atroci sofferenze dell’ex capitano. E’ qui che “saluteremo” per l’ultima volta  Christopher Pike, il quale potrà vivere felice e sano nel suo mondo virtuale, creato appositamente dai Talosiani, in compagnia di Vine a cui è stata restituita l’originaria bellezza.

L’iconico personaggio è stato poi ripescato da J.J. Abrams per il film reboot del 2009, Star Trek: Il Futuro Ha Inizio, ambientato nel Kelvin Universe. In questa realtà alternativa il Capitano Pike, interpretato da Bruce Greenwood, diventa il mentore di un giovane ufficiale un po’ testa calda, scapestratello e sciupafemmine, ma tanto tanto simpatico, chiamato James Tiberius Kirk. Purtroppo il suo destino sarà estremamente drammatico, più di quanto lo fosse nel Prime Universe. Pike, diventato ammiraglio e lasciato il comando della gloriosa Enterpise al suo “figlioccio” Kirk, trova la morte per mano di Khan nel 2259 (anno “Kelvin”), in Star Trek: Into Darkness del 2013.

Chiudiamo il nostro articolo con il famoso cliffhanger della prima stagione di Discovery, le cui scene finali hanno risvegliato nei fan forti sentimenti, con l’apparizione della USS Enterprise NCC 1701. Qui Anson Mount, nei panni del Capitano Christopher Pike al comando addirittura della USS Discovery, avrà l’obiettivo nella seconda stagione di svelare il fitto mistero di alcune esplosioni distribuite su un arco di 30.000 anni luce, rilevate dai sensori dell’Enterprise e legate anche alla scomparsa del suo ufficiale scientifico Spock.

Sperando di aver fatto cosa gradita ai vecchi e nuovi fan di Star Trek, vi invitiamo a seguire il nostro sito sempre attento alle notizie riguardanti questa fantastica Saga.