Archivi tag: Antoine Fuqua

Il secondo nuovo trailer di Infinite, il thriller sci fi di Antoine Fuqua

Prima della sua uscita in patria, prevista per il 10 giugno prossimo, Paramount+ ha diffuso il secondo nuovo trailer di Infinite, il thriller sci fi diretto da Antoine Fuqua.

In questo nuovo trailer sono presenti scene inedite ad alto tasso adrenalinico, da cui possiamo facilmente intuire il carattere fortemente action del film, inoltre sono state rilasciate maggiori informazioni riguardanti la trama. Questa la sinossi di Infinite.

Per Evan McCauley (Mark Wahlberg), abilità che non ha mai imparato e ricordi di luoghi che non ha mai visitato perseguitano la sua vita quotidiana. Automedicato e sull’orlo di un crollo mentale, Evan è ricercato da un gruppo segreto che si fa chiamare “Infiniti”, rivelandogli che i suoi ricordi potrebbero essere reali, ma provengono da più vite passate. Gli Infiniti portano Evan nel loro mondo straordinario, dove a pochi dotati viene data la capacità di rinascere con i loro ricordi e le conoscenze accumulate nei secoli. Con segreti critici sepolti nel suo passato, Evan deve lavorare con gli Infiniti per sbloccare le risposte nei suoi ricordi in una corsa contro il tempo per salvare l’umanità da uno di loro (Chiwetel Ejiofor) che cerca di porre fine a tutta la vita per fermare ciò che vede come il ciclo maledetto e infinito della reincarnazione.

INFINITE

Il film è stato diretto da Antoine Fuqua su una sceneggiatura scritta da Ian Shorr e prodotto da Mark Vahradian in coppia con Lorenzo Bonaventura per Paramount Pictures. Nel cast Mark Wahlberg, Chiwetel Ejiofor, Dylan O’Brien, Sophie Cookson, Jason Mantzoukas, Rupert Friend, Toby Jones, Tom Hughes e Jóhannes Haukur Jóhannesson.

La premiere di Infinite è prevista negli USA il 10 giugno 2021, attraverso la piattaforma streaming Paramount+. In Italia il film sarà distribuito da Universal Pictures a partire dal 24 settembre prossimo.

Il trailer di Infinite, l’oscuro thriller sci-fi diretto da Antoine Fuqua

Il nuovo servizio digitale Paramount+ ha diffuso il trailer e il poster di Infinite, il thriller sci fi a tinte fosche diretto da Antoine Fuqua.

La storia di Infinite è vagamente basata sul romanzo The Reincarnationist Papers, scritto da D. Eric Maikranz e pubblicato lo scorso 4 maggio. Questa la trama: “Evan McCauley (Mark Wahlberg) crede di soffrire di una forma di schizzofrenia sino a quando viene catturato da un misterioso personaggio (Chiwetelu Ejiofor), il quale afferma che le turbe psichiche da cui è afflitto non sono altro che ricordi delle sue vite passate. Evan viene però liberato da una donna di nome Tammy (Sophie Cookson) prima che possa conoscere in maniera più approfondita le rivelazioni del suo aguzzino.”

INFINITE

Il film è stato diretto da Antoine Fuqua su una sceneggiatura scritta da Ian Shorr e prodotto da Mark Vahradian in coppia con Lorenzo Bonaventura per Paramount Pictures. Nel cast Mark Wahlberg, Chiwetel Ejiofor, Dylan O’Brien, Sophie Cookson, Jason Mantzoukas, Rupert Friend, Toby Jones, Tom Hughes e Jóhannes Haukur Jóhannesson.

La premiere di Infinite è prevista negli USA il 10 giugno 2021, attraverso la piattaforma streaming Paramount+. In Italia il film sarà distribuito da Universal Pictures a partire dal 24 settembre prossimo.


Taylor Kitsch con Chris Pratt nel film The Terminal List

Taylor Kitsch si è unito a Chris Pratt nel cast di The Terminal List, thriller prossimo ad approdare su Amazon Prime Video.

La pellicola sarà tratta dall’omonimo romanzo firmato da Jack Carr incentrato su James Reece, un Navy SEAL il cui plotone è vittima di un’imboscata durante una missione segreta. Quando il soldato torna a casa, con ricordi contrastanti sull’incidente, inizia a porsi domande sulla sua colpevolezza, ma quando vengono alla luce nuove prove, Reece scopre forze oscure che lavorano contro di lui e che mettono in pericolo sia la sua vita che quella dei suoi cari.

Nel film Chris Pratt avrà il ruolo del protagonista “James Reece“, mentre Taylor Kitsch secondo il The Hollywood Reporter avrà quello del migliore amico “Ben Edwards“, un ex SEAL che ora lavora per la CIA.

Amazon Studios e Civic Center Media stanno producendo in associazione con MRC Television. I produttori esecutivi di The Terminal List sono lo stesso Chris Pratt e Jon Schumacher attraverso Indivisible Productions; Antoine Fuqua (che dirigerà i film) produrrà con la sua Fuqua Films; così come Daniel Shattuck e lo scrittore Jack Carr. In cabina di sceneggiatura, infine, David DiGilio.


Antoine Fuqua dirigerà Siege of Bethlehem, film tratto da fatti realmente accaduti

Bron Studios ha ingaggiato Antoine Fuqua in merito alla regia di Siege of Bethlehem, dramma bellico tratto da fatti realmente accaduti.

Il film, come detto, sarà ispirato alla storia di un musulmano, un ebreo israeliano e un cristiano americano, i quali dovettero fare squadra per evitare un sanguinoso scontro tra l’esercito israeliano e un gruppo di soldati palestinesi che avevano trovato rifugio nella basilica della Natività a Betlemme. Dopo 39 giorni di negoziati, nonostante l’opposizione di molti dei loro colleghi e superiori, i tre riuscirono a trovare un accordo, ponendo fine all’assedio e evitando una guerra in territorio sacro.

Attualmente impegnato con la produzione di Emancipation, il regista Fuqua dirigerà una sceneggiatura, tratta dal libro del giornalista Joshua Hammer intitolato A Season in Bethlehem: Unholy War in a Sacred Place, firmata da Avi Issacharoff (Fauda), e Matt Cook (Patriots Day, Triple 9), quest’ultimo veterano che ha combattuto in Iraq.

Al momento mancano notizie relative al casting.


Chris Pratt e Amazon Studios per la serie thriller The Terminal List

Amazon Studios svilupperà The Terminal List, una nuova serie thriller con protagonista Chris Pratt.

Abbandonato per il momento il ruolo di Star-Lord nell’MCU, e prossimo a tornare sul set per il terzo capitolo della saga Jurassic World, l’attore Chris Pratt è pronto a collaborare con Amazon Studios per una serie dai profondi toni thriller, e tratto dal romanzo ominimo di Jack Carr.

La trama della serie riguarderà il ritorno a casa di un marines dopo che la sua squadra è caduta in un’imboscata durante la sua ultima missione. Il suo obiettivo sarà scoprire la verità sull’accaduto, e perchè tutte le tracce portano a lui. Chi vuole incastrarlo?

Chris Pratt sarà anche produttore della serie, così come David DiGilio. In cabina di produzione con Amazon Studios anche Civic Center Media e MRC Television. La regia della serie è stata affidata a Antoine Fuqua, con Pratt anche in occasione della realizzazione del film I Magnifici 7.

Come consulenza per la stesura della sceneggiatura verranno coinvolti alcuni veterani con le loro famiglie.


Mark Wahlberg al posto di Chris Evans nel thriller d’azione Infinite

L’attore Mark Wahlberg è in trattative per sostituire Chris Evans nel prossimo di Antoine Fuqua, un thriller d’azione dal titolo Infinite.

Da poco abbandonato il ruolo di Captain America, l’attore Chris Evans ha dovuto abbandonare il cast di Infinite a causa di il sopraggiungere di nuovi impegni. La Paramount Pictures dal canto suo ha già raccolto la candidatura di Mark Wahlberg, tanto da intavolare con l’attore una trattativa.

Il film Infinite sarà liberamete tratto dal romanzo The Reincarnationist Papers, di D. Eric Maikranz. La trama del romanzo ruota intorno ad un uomo che soffre di uno strato disturbo: lotta contro il ricordo di due vite passate. L’uomo scoprirà l’esistenza di una società segreta che ha come adepti persone che ricordano tutte le vite passate. Il romanzo ha raccolto molte critiche positive, tanto da portare la Paramount a realizzarne un film già molto atteso.

La sceneggiatura del film è stata già firmata da Ian Shorr, mentre in cabina di regia spazio per Antoine Fuqua.


The Equalizer 2: Senza Perdono, la recensione del film con Denzel Washington

The Equalizer 2 – Senza Perdono è un film del 2018, diretto da Antoine Fuqua, con Denzel Washington. Questa è la nostra recensione.

Il Film

Alcuni anni dopo i fatti narrati nel primo capitolo, il vigilante noto come l’Equalizzatore (Denzel Washington) continua ad “aiutare” in gran segreto coloro che hanno subito torti e violenze. Un crimine che colpisce la sua sfera sentimentale, però, lo costringe ad uscire allo scoperto, ed iniziare un percorso di vendetta.

Nel cast diretto da Antoine Fuqua, oltre al protagonista interpretato da Denzel Washington, anche Pedro Pascal, Melissa Leo, Bill Pullman, e Ashton Sander.

La Recensione

La premiata ditta artistica formata da Antoine Fuqua e Denzel Washington è tornata a lavorare insieme, per loro la quarta volta dopo Training Day, The Equalizer e I Magnifici 7. Bissare il successo di critica ottenuto dall’originale (The Equalizer) nel 2014, era ovviamente l’obiettivo principale. Ci saranno riusciti?

Beh, partiamo dal presupposto che il genere action movie è stato spesso vittima nella storia hollywoodiana di pericolosi scivoloni, in special modo quando si è trattato di dare vita a sequel, prequel e reboot vari dello stesso franchise. Realizzare un buon sequel di The Equalizer, pertanto, rappresentava una sfida abbastanza rischiosa per due filmmakers del calibro di Denzel Washington e Antoine Fuqua, una sfida però raccolta da entrambi in maniera oculata, e quasi priva di rischi.

La narrazione in The Equalizer 2 – Senza Perdono è lineare, pulita e coinvolgente, così come la regia del sempre talentuoso Fuqua. L’originalità è ciò che manca alla pellicola, ma d’altro canto ci troviamo di fronte ad una storia inedita, costruita però su di un franchise noto, a tal proposito va ricordato, per i meno virtuosi mnemonicamente, che i due capitoli cinematografici di The Equalizer sono entrambi tratti dall’omonina serie tv datata anni ottanta (Un Giustiziere a New York). Detto questo…

La pellicola presenta in corso d’opera alcuni importanti colpi di scena, ma in questo caso, la costruzione di tali “finzioni” cinematografiche risulta scontata, quasi telefonata. Si tratta senza dubbio di un’occasione mancata, che avrebbe potuto permettere a The Equalizer 2 – Senza Perdono di ingranare quella marcia in più rispetto ad un primo capitolo, sotto questo punto di vista, perfetto.

La sceneggiatura segue un andamento quasi armonico, suddividendosi il più delle volte tra momenti compassati, ed altri più frenetici, senza mai però dare l’impressione di spezzare il ritmo, e pertanto mandare in “paranoia” lo spettatore medio. Talento e carisma di Denzel Washington, premio Oscar proprio con Fuqua in Training Day, a tal proposito riescono a celare i pochi momenti in cui la sceneggiatura sembra scadere qualitativamente.

Scritto di Denzel Washington, il cast soffre la mancanza di interpreti capaci di bilanciare la classe del protagonista. Non ce ne voglia il pur bravo Pedro Pascal, impeccabile nella serie tv Narcos, ma il carisma da grande o ce l’hai o non ce l’hai. Discorso a parte, invece, per Melissa Leo e Bill Pullman, per i due attori ruoli solo di contorno, e non adatti al loro talento.

Un nuovo capitolo nel futuro di questo franchise? Perchè no!


Un sequel riuscito ed avvincente, che sembra però aver paura di osare.


Antoine Fuqua nuovamente in lizza per la regia del nuovo Scarface

Antoine Fuqua torna a sorpresa in lizza per la regia del nuovo remake del classico hollywoodiano Scarface, il regista sembra pronto ad impugnare la cinepresa appena dopo le riprese del suo The Equalizer 2.

Non si fermano le sorprese in casa Universal Pictures. Dopo aver perso Antoine Fuqua in agosto a causa degli impegni del regista, e perso successivamente David Ayer per gli stessi medesimi motivi, lo studios sembra aver trovato il modo di tornare sullo stesso Fuqua. Secondo un aggiornamento odierno pare che il nuovo cambio di rotta dello studios sarebbe figlio di uno slittamento dei lavori per Scarface, manna dal cielo per Fuqua finalmente libero da impegni ed ora pronto a rientrare in trattative per il ruolo di regista.

Non resta che attendere ulteriori notizie riguardo l’ufficialità di questa trattativa.

Il primo Scarface arrivò nelle sale nel lontano 1932 grazie alla regia di Howard Hawks. Il remake è divenuto un vero cult nel 1983 con Brian De Palma alla regia e Al Pacino nel ruolo da protagonista.

Scarface sarà sceneggiato dai fratelli Coen, Joel e Ethan. Nel cast Diego Luna.

Scarface arriverà nelle sale il 10 agosto 2018.

Il remake del cult Scarface perde il suo regista Antoine Fuqua

Così come successo per The Batman nella notte italiana, anche la produzione legata al remake del cult Scarface ha perso il suo regista, Antoine Fuqua ha difatti abbandonato la regia per alcuni conflitti sulla sua agendina lavorativa.

Heroic Hollywood ha confermato questa mattina che il remake del cult Scarface da stamane non potrà più contare sulla regia di Antoine Fuqua, il regista ha dovuto rinunciare a tale impiego a causa degli impegni presi in precedenza con la Sony Pictures per il sequel di The Equalizer, l’action movie con Denzel Washington, le cui riprese sembrano più vicine di quanto sembri.

La fonte rivela inoltre che la produzione abbia trovato in Diego Luna (Rogue One: A Star Wars Story) il volto adatto per dare vita al nuovo protagonista di Scarface, che vi ricordiamo sarà un remake di un remake datato 1932.

Il primo Scarface arrivò nelle sale nel lontano 1932 grazie alla regia di Howard Hawks, il primo remake è invece divenuto un vero cult nel 1983 con Brian De Palma alla regia e Al Pacino nel ruolo da protagonista.

Denzel Washington e Antoine Fuqua torneranno per The Equalizer 2

In occasione di una proiezione privata di I Magnifici 7, il produttore Todd Black si è ritrovato a parlare con Collider del sequel di The Equalizer, l’action movie diretto da Antoine Fuqua nel 2014.

Il produttore ha rivelato che la Sony Pictures proverà a battere il primo ciak di The Equalizer 2 già dal prossimo settembre con Antoine Fuqua e Denzel Washington pronti a tornare, rispettivamente come regista e protagonista assoluto.

Secondo Black la sceneggiatura firmata da Richard Wenk è oramai già conclusa, ovviamente senza dare nessun indizio a proposito del suo contenuto.


The Equalizer è arrivato nelle sale nel 2014, la regia è stata di Antoine Fuqua, mentre il ruolo da protagonista è stato assunto da Denzel Washington, il film tratto dalla storica serie tv anni ottanta ha incassato la bellezza di 192 milioni di dollari nel Box Office Worldwide.

The Equalizer 2 sarà diretto da Antoine Fuqua, nel cast Denzel Washington

The Equalizer 2 non ha una data di rilascio

Fonte: Collider via Empire

Venezia 73 – La conferenza stampa di I Magnifici 7 con gli attori e il regista

Nel bene e nel male, I Magnifici Sette di Antoine Fuqua è il film del giorno alla 73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Dopo averlo visto e recensito (potete leggere la recensione qui), abbiamo assistito alla conferenza stampa del film dove erano presenti, oltre al regista, i protagonisti Denzel Washington e Chris Pratt; e noi vi raccontiamo com’è andata.

Accolti con un boato e un applauso alla loro entrata in sala conferenza, Fuqua, Washington e Pratt hanno risposto alle domande di alcuni degli accreditati che erano presenti. In breve tempo, la conferenza stampa si è tramutata in un three men show grazie al considerevole carisma dei tre protagonisti.

Inevitabili le domande sui due precedenti film a cui questo remake si ispira, ovvero I sette samurai di Akira Kurosawa e I magnifici Sette di John Sturges: Fuqua ha detto di amare considerevolmente il film di Kurosawa e di essersi ispirato a quello per aver realizzato una versione contemporanea del film, con un occhio ovviamente al remake di Sturges. Molto importante è stato soprattutto il cinema di Sergio Leone che ha cambiato il modo di concepire e mostrare il western. Il regista, però, ha voluto sottolineare l’aspetto da entertainment del film, rifiutando (ma non disprezzando) qualsiasi lettura politica di esso.

I due attori, invece, hanno parlato dei loro personaggi, di cose vi si sono approcciati facendo riferimento in particolare alla loro filmografia; Pratt, in particolare, si è reso complice di una gag che lo ha visto coinvolto dopo che una giornalista gli ha chiesto se era più difficile lavorare con procioni (in riferimento al film Guardiani della Galassia), con dinosauri (Jurassic World) o con i cavalli…

Tutto sommato, una conferenza stampa piacevole e divertente; un momento di commozione (con un meritato applauso) al ricordo di James Horner, compositore del film che, come ha detto Fuqua, aveva composto sette musiche del film dopo aver letto la sceneggiatura.

Ecco una breve galleria di foto della conferenza stampa.

Venezia 73 – La recensione di I Magnifici 7, di Antoine Fuqua

I Magnifici Sette è il film (fuori concorso) di Antoine Fuqua scelto come film di chiusura della 73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Il remake del celebre film di John Sturges è interpretato da Denzel Washington, Chris Pratt, Ethan Hawke, Vincent D’Onofrio Peter Sarsgaard.

La trama

Quando la sonnacchiosa città di Rose Creek si ritrova sotto il tallone di ferro del magnate Bartholomew Bogue, per trovare protezione i cittadini disperati, capeggiati da Emma Cullen, assoldano sette fuorilegge, cacciatori di taglie, giocatori d’azzardo e sicari: Sam Chisolm, Josh Farraday, Goodnight Robicheaux, Jack Horne, Billy Rocks, Vasquez e Red Harvest. Mentre preparano la città per la violenta resa dei conti che sanno essere imminente, i sette mercenari si scoprono a lottare per qualcosa che va oltre il denaro.

Il film

Al contempo film di chiusura a Venezia e film di apertura al Toronto Film Festival, I Magnifici Sette di Antoine Fuqua si propone di rileggere con una maggiore modernità, per non dire con gusto postmoderno, il celebre western diretto da John Sturges, a sua volta remake del capolavoro di Akira Kurosawa I Sette Samurai.

Su una sceneggiatura di Nic Pizzolatto (creatore e sceneggiatore di True Detective) e Richard Wenk, Fuqua realizza un film di uomini duri richiamando tutto quel cinema western del tempo che fu aggiornandolo con ritmi e gusti adatti al 2016. Il risultato non si discosta molto dall’operazione compiuta dai Fratelli Coen con il remake de Il Grinta, con qualche dovuta differenza: Fuqua punta tutto sui sensi dello spettatore, frastornandolo con sparatorie da ogni dove e con cavalcate riprese con carrellate fulminee. Intorno, si dipana una storia che vede contrapposto il mondo quasi rurale di Rose Creek con quello del business capeggiato da Bogue, affarista senza scrupoli.

E la pecca del film sta proprio qui: per tutta la durata si avverte una visione del mondo troppo manichea in cui i buoni sono nettamente distinti dai cattivi, dove l’onore deve vincere (o così ci si aspetta) sulla vigliaccheria e dove la bontà d’animo sovrasta la sete di denaro. Questa visione, applicata al genere western, poteva avere successo all’epoca del cinema classico hollywoodiano, ma oggi si chiede qualche approfondimento in più, non si dice socio-psicologico, ma almeno nei contenuti: il cattivo è troppo cattivo (Sarsgaard, visto anche in Jackie, sembra provenire da un film Disney) mentre i buoni, che all’inizio non lo sono poi tanto, compiono un viaggio che diventa un viaggio interiore alla ricerca di una redenzione.

Sfugge, dunque, il senso di tutta l’operazione: è sufficiente riprendere un vecchio soggetto e un vecchio genere cinematografico per compiacere il pubblico di oggi? Forse, vista la moda dei remake applicata a Hollywood, ma non abbastanza. Poi, in aggiunta, si può discutere se un film così sia abbastanza valido da chiudere un festival come Venezia, ma questo è un altro discorso.

Il film, comunque, è girato con dovuta perizia e gli attori sembrano divertirsi nei panni di fuorilegge e compagnia varia; gli appassionati di western possono ritrovare in certe scene il respiro epico dei classici, gli altri potrebbero trovare un discreto esempio d’intrattenimento che in ogni caso resta alto, grazie anche a certe dosi di ironia. Ma nulla più di questo.

Ultima colonna sonora composta da James Horner prima della prematura scomparsa.

Voto: 6