Negli ultimi mesi, il web è stato preso d’assalto con le immagini di Suicide Squad, il film diretto da David Ayer che ha scatenato molte polemiche, soprattutto per l’interpretazione di Jared Leto nei panni di Joker. Quest’ultimo, per giunta, si sarebbe scagliato contro la produzione per il taglio di molte scene che lo vedevano protagonista nel montaggio finale.

L’attore avrebbe espresso il proprio disappunto (per usare un eufemismo) durante un incontro con il pubblico a Camp Mars per ripercorrere la propria carriera, affermando di essersi sentito raggirato e ingannato per aver partecipato a un progetto che poi si sarebbe rivelato essere diverso nel risultato finale.

Dopo le polemiche sorte per il look scelto per interpretare Joker da parte del popolo web (e non solo), Leto ha rincarato la dose affermando di non aver ancora visto il film per la delusione nell’aver appreso che molte scene che avevano il suo personaggio come protagonista, o comunque in quelle in cui assumeva un ruolo importante, sono state tagliate, tant’è che in molti hanno storto il naso per l’esiguità di scene in cui compare Joker; ma la campagna promozionale del film non era basata principalmente su questo personaggio? Misteri del marketing…

Un film, comunque, nato sotto una cattiva stella che, sebbene stia andando bene al botteghino, resterà nei ricordi per essere uno dei più polemizzati di sempre.