Sony e Disney potrebbero aver trovato, con Venom, un modo per rinnovare gli accordi sulla gestione di Spider-Man nel Marvel Cinematic Universe.

Al momento si tratterebbe solo di voci - più o meno valide - ma se fossero vere, i fan di Spider-Man potrebbero iniziare a tirare il classico sospiro di sollievo. Ma andiamo con ordine.

Alcuni giorni dopo la brusca rottura (qui) tra Sony e Disney sugli accordi relativi alla gestione creativa di Spider-Man nel Marvel Cinematic Universe, una voce è apparsa in rete spiegando che, tra i tanti disaccordi avute tra le due società, la mancata presenza di Spider-Man nel Venom del 2018 proprio non sarebbe andata giù alla Sony. La voce in questione spiega che la Sony avrebbe voluto un cammeo di Tom Holland in Venom, ricevendo come risposta un NO secco dalla Disney, causa la NON presenza di questa possibilità negli accordi precedentemente presi.

Ora, a seguito di questa voce, il sempre affidabile We Got This Covered ha citato alcune fonti vicine sia a Sony che a Disney per annunciare che proprio Venom potrebbe essere la chiave per ricucire lo strappo. Secondo il sito, infatti, la Sony sarebbe disposta a tornare in trattativa con la Disney, ma solo se questi ultimi fossero intenzionati a permettere la presenza dello Spider-Man di Tom Holland nei futuri film di Venom, e negli altri capitoli del franchise noto come Sony's Universe of Characters Marvel.

Ad oggi non ci sono conferme ufficiali su questa nuova riapertura, ma al crescente malumore dei fan Marvel - sfociato in movimenti social e altro (qui) - va aggiunta la possibilità che una battaglia legale tra due società sulleproprietà intellettuali relative a Spider-Man non porterebbero di certo buona luce agli affari. Detto questo, è parere comune che il ritorno allo status quo (Spider-Man nell'MCU) eviterebbe pericolosi buchi nel franchise del colosso Disney/Marvel, e re-casting inutili (e non amati dai fan) in casa Sony.

Voi cosa ne pensate? Rispondete nei commenti...