Mentre i fan della mitica saga legata all’Agente 007 attendono con ansia di conoscere il nome di colui che vestirà i panni del protagonista, ovviamente se Daniel Craig non dovesse tornare per Bond 25, un altro importante fattore sembra interessare la produzione in queste ore: la ricerca di uno studio di distribuzione.

MGM e EON Productions possiedono da sempre i diritti di produzione della saga James Bond, ma come noto a fan e addetti ai lavori non si spingono nel settore della distribuzione, dal 2006 è infatti Sony Pictures ad occuparsene, ed anche con discreti profitti, questo però status è pronto a cambiare, la causa è la fine del contratto stipulato dalle tre società.

Secondo un articolo del New York Times (via Collider) in queste ore sarebbe partita una vera e propria asta milionaria tra studios per accaparrarsi gli ambiti diritti di distribuzione, con 5 studios oramai pronti a sfidarsi a colpi di milioni. La fonte rivela che gli studios in questione sono Sony Pictures (ovviamente interessato a non perderli), Warner Bros, Annapurna Pictures, Universal Pictures e 20th Century Fox, della partita non farebbero parte i colossi Paramount Pictures, Walt Disney Studios e Lionsgate.

Aggiungiamo inoltre che l’asta prevederebbe, sempre secondo la fonte, la cessione dei diritti di distribuzione di un solo film (Bond 25), una mossa astuta atta a sondare le abilità nel settore del marketing dello studios vincitore.

Vi aggiorneremo sui prossimi aggiornamenti….