Un altro grande attore, caratterista e doppiatore del nostro cinema ci ha dato l’addio definitivo: è morto a Milano all’età di 89 anni Riccardo Garrone.

L’attore, nato a Roma nel 1926, frequentò l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico nel 1949, anno in cui esordì al cinema con Adamo ed Eva di Mario Mattoli, regista col quale lavorerà successivamente in Due notti con Cleopatra del 1953.

Oltre alla sua notevole indole comica, non disdegnò ruoli in film drammatici, tra cui quelli per Federico Fellini (Il bidone e La Dolce Vita) e per Valerio Zurlini in La ragazza con la valigia.

Uno dei ruoli per cui viene maggiormente ricordato, oltre a San Pietro nella pubblicità della Lavazza, è quello dell’avvocato Giovanni Cobelli in Vacanze di Natale (1983) di Carlo Vanzina, a cui il pubblico lega l’inossidabile battuta recitata col tipico accento romanesco “…e anche quest’anno, Natale ce lo semo levato dalle palle!”

Da ricordare anche la sua attività di doppiatore: il suo ultimo personaggio doppiato è l’orsetto Lotso in Toy Story 3, a cui l’attore romano è riuscito a dare tutte le sfumature da personaggio inizialmente buono a irrimediabilmente cattivo, a dimostrare la sua naturale qualità in registri diversi.

Diamo dunque l’ultimo saluto a un attore straordinario e indimenticato (e indimenticabile) del nostro spettacolo.