Sono passati otto anni dall'ultimo episodio di "Una mamma per amica" (Gilmore Girls), avevamo salutato Rori augurandole un futuro radioso nel giornalismo e finalmente Lorelai ci aveva fatto tirare un sospiro di sollievo con la sua relazione con Luke ma non poteva finire così: da ieri, 25 novembre, su Netflix sono disponibili 4 nuovi episodi sulle nostre ragazze.

In questi nuovi episodi riabbracceremo la maggiorparte dei personaggi che abbiamo imparato a conoscere nelle sette stagioni andate in onda dal 2000 al 2007, ma sopratutto rivivremo quell'eccezionale rapporto madre-figlia che ha reso uniche le ragazze di Stars Hollow. Ritorna a casa anche la "mamma" della serie televisiva, Amy Sherman Palladino che dopo aver abbandonato la serie alla sesta stagione decide di ritornare alla guida per farci vivere un anno delle avventure delle ragazze Gilmore, dividendo la narrazione in 4 episodi da 90 minuti ciascuno col titolo di una stagione dell'anno solare.

Il ritorno a Stars Hollow é caratterizzato dall'atmosfera magica dei fiocchi di neve, una città imbiancata dove le nostre protagoniste si ritrovano al chioschetto ed iniziano ad aggiornarsi su tutto, come se il tempo non sia mai trascorso.

I personaggi sono cresciuti, in alcuni di loro i segni del tempo sono ben visibili mentre alcuni sembrano esser stati congelati come Kelly Bishop nei panni di Emily Gilmore.
una-mamma-per-amica
*NON CONTINUARE A LEGGERE SE NON HAI VISTO ANCORA GLI EPISODI: ALLERT SPOILER!*

Nel corso degli anni abbiamo assistito ai continui litigi tra Lorelai (Lauren Graham) e i suoi genitori Richard (Edward Hermann) ed Emily (Kelly Bishop), ma in "Inverno" troveremo Emily ad affrontare l'improvvisa perdita del marito (Hermann é morto nel 2014).

Per le donne Gilmore continuano gli scontri che cercheranno di tenere sotto controllo seguendo un ciclo di sedute da una terapista che le farà sfogare ed affrontare i problemi finora soffocati.
Rori (Alexis Bledel) nel frattempo é diventata una vagabonda con il guardaroba sparso per le case di amici e parenti che l'hanno accolta nel corso degli anni, dimenticandosi non solo che cosa ha lasciato e dove, ma sopratutto dimenticandosi sistematicamente del suo attuale fidanzato Paul di cui nessuno ha memoria pur stando insieme da 2 anni. In realtà la giovane  ragazza, pur avendo rifiutato la proposta di matrimonio di Logan (Matt Czuchry), non perde occasione per raggiungerlo a Londra appena può.

Rori rappresenta l'inquietudine della sua generazione che superati i 30 anni convive con un senso di inquietudine dovuto dalla mancanza di un lavoro fisso e la ricerca continua di un conforto tra le braccia di un amore del passato. Lei che sembrava immersa in un mondo tutto suo, in cui alla vita sfrenata ha sempre preferito immergersi nella letteratura, inizia a gestire La Gazzetta di Stars Hollow, ma i suoi primi cambiamenti non saranno particolarmente apprezzati dai fedeli lettori della rivista.

Desiderosa di prendere a capocciate la scrivania, arriva Jess (Milo Ventimiglia), il teppistello é cresciuto ed infonde saggezza alla persa ragazza, ricordandole le sue grandi qualità e le consiglia di scrivere un libro su un argomento che conosce a fondo: lei e sua madre. L'idea lascia inizialmente dubbiosa la ragazza ma la spontaneità con cui riesce a scrivere i primi capitoli la convince che Jess aveva mosso la corda giusta, ma quando informa Lorelai del suo nuovo lavoro il suo entusiasmo viene bruscamente spento.

Avevamo già assistito a freddure tra madre e figlia e questa non minerà in maniera fondamentale il loro rapporto, ma il desiderio di Rori di raccontare la vita della madre destabilizzerà Lorelai.

Dopo anni di alti e bassi nella sua vita sentimentale proverà a far crescere la sua relazione esternando il desiderio di un figlio insieme a Luke, come se volesse ricrearsi una famiglia normale, lei che da madre adolescente non é mai riuscita a regalarla a sua figlia e sopperendola nella creazione della sua famiglia lavorativa. Il Dragonfly Inn per lei é sempre stato come una seconda casa, ma dopo due anni non riesce a farsi andar bene nessuno chef che sia in grado di sostituire in cucina la sua amica Sookie (Melissa McCarthy), e avverte che anche lo scorbutico Michel (Yanic Truesdale) la sta lasciando.

Lorelai decide così di prendersi una pausa e ripercorrere l'avventura descritta in Wild (lei specifica, nel libro e non il film!), sola in mezzo alla natura incontaminata dovrà vedersela con insetti e una cucina improvvisata da campeggio, solamente affrontando se stessa riuscirà a trovare la serenità e capire cosa vuole veramente.

Nel corso dei primi tre episodi (Inverno, Primavera, Estate) Amy Shermann Palladino allunga un po' il brodo della narrazione più che altro per contestualizzare tutti i personaggi che hanno incrociato le ragazze Gilmore e lo fa con una cura nei dettagli che ci fanno ricordare il motivo principale per cui gli abbiamo voluto bene, persino a Kirk con i suoi lavoretti inventati la mattina e ridimensionati la sera, senza farci mancare dosi di caffè che ci facevano compagnia durante le battute irriverenti di Lorelai o le citazioni di Rori.

"Una mamma per amica: Di nuovo insieme" ha quell'effetto nostalgico ma appagante in cui le singole storie non vengono stravolte e vengono riportate sullo schermo con nuove situazioni che strizzano l'occhio ad un passato condiviso.

E quando si arriva all'agoniato lieto fine che avevamo sempre sognato, quattro paroline ci fanno saltare dalla sedia ma anche emozionare perché così il cerchio si chiude con esse.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.