Quest’oggi per la rubrica Cult Classics vi parliamo di Alla Ricerca di Nemo (Finding Nemo), il cartoon ideato da Pixar e distribuito da Walt Disney Studios.

Trama:

Marlin è un pesce pagliaccio che vive nella Grande Barriera Corallina, con lui sta anche il figlio Nemo, in un ambiente sereno e felice.

Ma il piccolo Nemo si perde e il padre, con l’aiuto della simpatica Dory, che soffre di perdite di Memoria a Breve Termine, si lancia alla sua ricerca. Si troveranno ad affrontare tantissime avventure e a conoscere mondi sconosciuti.

Il nostro giudizio:

il film Disney/Pixar è un caleidoscopio di colori, trovate, scenari, personaggi, tutti azzeccati e tutti estremamente divertenti. Capace di suscitare l’interesse anche degli spettatori più piccoli, il film parla anche agli adulti, toccando le corde di ogni genere di persona.

Gonfio di originalità e di trovate affascinanti, il film si ricorda per i personaggi indimenticabili: dalla fantastica Dory, con la perdita della Memoria a Breve Termine, alle tartarughe che corrono nella Corrente Orientale Australiana, fino ai meravigliosi pesci che popolano l’acquario del dentista.

Ma la vera originalità del film è quella di avere una seconda parte quasi del tutto ambientata fuori dal mare, che, per un film incentrato su dei pesci, è una vera contraddizione. Questa parte, che per chi scrive è la parte migliore del film, è stata opportunamente tenuta nascosta, infatti nel trailer non viene né vista, né menzionata, creando un altrove che il film, sulla carta, non dovrebbe assolutamente trattare.

Forte della scuola del mitico Studio Ghibli, a cui gli sceneggiatori della Pixar devono molto, il film punta prima di tutto sulla storia. Bella, intelligente, originale, la sceneggiatura è la colonna portante del film a cui fa seguito tutto il resto.

Alla ricerca di Nemo è un film incantevole, benissimo girato, con colori, personaggi ed ambientazioni originali, che trascina lo spettatore sott’acqua… ma non solo, per un turbine di emozioni e di divertimento come pochi film sanno fare.

Il film è stato un vero successo internazionale della Disney e, fino all’arrivo di Shrek 2, il film di animazione che ha incassato di più dopo Il re leone. Grande successo anche per i critici che hanno osannato quasi unanimemente il film e le sue qualità.

Il film è stato anche rieditato nel 2012 in versione 3D e siamo in attesa del 17 giugno 2016 per tornare negli abissi Alla ricerca di Dory.

Cast:

il regista Andrew Stanton nasce artisticamente con il corto A story, a cui fanno seguito le regie di A bug’s life e Alla ricerca di Nemo. Dopo l’ennesimo capolavoro Pixar Wall-E, il regista si è lanciato nel progetto John Carter che è stato un flop colossale. Torna alla regia nel 2016 con Alla ricerca di Dory. Contribuirà anche alla sceneggiatura del prossimo Toy story 4 in uscita nel 2018.

Il secondo regista Lee Unkrich fa parte anche lui della scuderia Pixar, di cui ha messo la firma su diversi progetti, come Toy Story 2 e 3 e Monsters & co. Adesso lo aspettiamo, sempre come regista per il film Coco, progetto Disney/Pixar di cui si sa ancora pochissimo.

Bellissimi i colori e bellissima la fotografia curata, tra gli altri, da Sharon Calahan. In forze alla Pixar dal 1998, la Calahan ha, di fatto, curato la fotografia solo di questo film, di A bug’s life e di Toy Story 2. Ha, comunque, collaborato anche per Toy Story, John Carter, Ratatouille e Ribelle – Brave.

Sicuramente spicca l’Oscar come miglior film di animazione vinto nel 2004 a fronte di 4 nominations totali. Nominations anche ai Golden Globes. Il colpaccio, però, è stato fatto agli Annie Awards che, su 12 candidature, si è portato a casa ben 9 premi.

La scena da incorniciare:

tra le tante scene, si deve vedere e rivedere quella del gruppo di autoaiuto dei pesci che vogliono smettere di mangiare altri pesci. Favoloso.

Altra scena favolosa, il gran finale a rotta di collo, tutto ambientato nello studio del dentista: capolavoro!

Ecco un trailer e una delle scene su citate:

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=IVTCHjqbCks[/youtube]

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=VBCBB-Hhah0[/youtube]