Si accendono le luci della 14esima Festa del cinema di Roma con la prima regia firmata da Edward Norton, Motherless Brooklyn; vi presentiamo la nostra recensione.

New York, anni '50, Lionel Essrog (Edward Norton) è un investigatore solitario affetto dalla sindrome di Tourette che lo etichetta come "strambo". Indaga meticolosamente sull'omicidio del suo amico mentore Frank Mirra (Bruce Willis), entrando in un pericoloso tracciato che lo conduce nei bassifondi di Brooklyn. Più scava, più la sua vita è in pericolo ma la sua testa rischia di esplodere se non riesce a mettere insieme tutti i tasselli del puzzle e non comprende come una ragazza di colore (Gugu Mbatha-Raw) sia collegata allo squalo dell'urbanistica Mo Randolph (Alec Baldwin).

Edward Norton per la sua prima regia sceglie di adattare l'omonimo bestseller di Jonathan Lethem trasportando la narrazione agli anni '50. Norton ci conduce nelle strade di una New York in totale stravolgimento urbanistico, nei sobborghi di Brooklyn dove quartieri operai rischiano di essere smantellati a causa di smanie costruttive imprenditoriali. Lionel, dopo la morte del suo amico, è rimasto solo, tira e riavvolge il filo senza darsi pace così come si svincola tra ricordi e note di jazz. Per la sua detective story fa il giusto, un montaggio ben dosato non eccessivamente serrato, maneggia la macchina da presa con sapienza, dimostrando ad ogni inquadratura di aver il pieno controllo e il focus della storia ben focalizzato.

Willem Dafoe interpreta Paul Randolph, in un primo approccio un pazzo di quartiere che si rivelerà cruciale per sbrogliare i nodi dell'indagine di Lionel. Norton lo ha definito il suo Obi Wan Kenobi, a lui regala una delle battute cruciali che ci descrivono bene anche la decisione dell'attore--regista di trasportare la narrazione in quegli anni: "Quando qualcuno non è visto per quello che è veramente, è una cosa molto pericolosa".

Ad impreziosire il film è sicuramente la colonna sonora realizzata da Daniel Pemberton, arricchita dal brano "Daily Battles" scritto da Thom Yorke con la collaborazione di Flea. Norton ha inoltre arruolato il musicista jazz Wynton Marsalis per rivisitare alcune composizioni che ricordano lo stile di Miles Davis.

Motherless Brooklyn|I segreti di una città, di Edward Norton uscirà nelle sale italiane il prossimo 7 novembre 2019, distribuito da Warner Bros Pictures.

Motherless Brooklyn
4