Mar. Gen 21st, 2020

Roma FF14: Santa Subito di Alessandro Piva vince il premio del pubblico

festa del cinema di roma 14

Annunciato poco fa il nome del vincitore del premio del pubblico BNL, assegnato a "Santa Subito" di Alessandro Piva.

Chiude domani la 14esima Festa del Cinema di Roma. Una rassegna, di anno in anno che registra numeri positivi, regalando un entusiasmo dilagante tra organizzatori e pubblico. Si conferma una qualità nella scelta degli ospiti, a Roma non solo per la sfilata sul red carpet ma per condividere la loro passione per il cinema con incontri inaspettati.

Una Festa in cui si sono distinte le donne, non solo in qualità di attrici ma registe di qualità: 19 film diretti da forti personalità femminili sono stati accolti in questi giorni.

Stasera la Festa "si chiude" con la proiezione dell'ultimo lavoro della regista italiana Cristina Comencini "Tornare" con Giovanna Mezzogiorno, e l'incontro con l'attrice Viola Davis a cui verrà consegnato il Premio alla Carriera.

La rassegna romana non è un festival come gli altri, è una kermesse dedicata al pubblico, per questo l'unico premio messo in palio è decretato dal pubblico.

Vince il Premio del Pubblico BNL il docufilm "Santa Subito" di Alessandro Piva.

Il documentario del regista barese racconta la storia dell'assassinio di Santa Scorese, giovane attivista cattolica che il 15 marzo 1991 uccisa barbaramente dal suo stalker.

"È un segnale importante quello che riceviamo oggi" - commenta Piva -"soprattutto quando in selezione c'erano film di enorme capacità di intrattenimento. Il pubblico premia un film che parla, attraverso gente normale, di temi reali del nostro Paese, il che vuol dire che si mette in discussione, riflette, si emoziona su fatti diventati piaga della nostro vivere civile. Il riconoscimento va alla famiglia Scorese che da quasi trent'anni, con grande dignità, porta avanti la memoria della loro congiunta, ingiustamente strappata loro, una tragedia annunciata che uno Stato efficiente dovrebbe imparare a evitare quando ci sono segnali così conclamati".

Il Film

Il film verrà proiettato domani sera (ore 20.30) al Frecciarossa Cinema Hall, sala adiacente all'Auditorium Parco della Musica

TRAMA

Bari, la fine degli anni ‘80. Santa - che ha poco meno di vent’anni - come ogni ragazza custodisce sogni e apprensioni, che affida al suo diario. Nel suo cuore ardono fede cristiana e fame di vita: è ferma nel voler assecondare la sua vocazione spirituale, non prima però di aver conseguito la laurea, come ha concordato con i suoi. Qualcuno però si intromette tra Santa e le sue aspirazioni. Un uomo incrociato per caso negli ambienti parrocchiali prende a farle appostamenti, a inviarle lettere deliranti, a pedinarla ovunque per tre lunghi anni, proseguendo di fatto indisturbato nonostante le ripetute denunce. Il 15 marzo del 1991 tredici coltellate mettono fine alla vita di Santa.