Robin Williams: ecco il trailer del documentario che onora la sua memoria
Trailer Artisti Scomparsi

Robin Williams: ecco il trailer del documentario che onora la sua memoria

E’ stato pubblicato il trailer del documentario, intitolato Robin’s Wish, che racconterà gli ultimi giorni di vita di Robin Williams. Diretto da Tylor Norwood e distribuito dalla Vertical Entertainment, il documentario sarà disponibile on demand a partire dal prossimo 1 settembre.

A proposito del suo documentario Norwood ha dichiarato: “Con questo documentario ho voluto chiudere il cerchio e onorare la memoria di Robin. Per il mondo intero sarà un momento per guardare più in profondità nel carattere ispiratore e nelle esperienze vissute di un uomo davvero incredibile, qualcuno che ha toccato il cuore di tutti noi. Spero che faremo del bene al mondo, mostrando quello che stava attraversando Robin”.


Era l’11 agosto del 2014 quando Robin Williams ci ha lasciati, impiccandosi nella sua villa a Paradise Cay, California. L’amatissimo attore non era affetto dal morbo di Parkinson, di cui si è inizialmente parlato, ma della demenza a corpi di Lewy e cioè una patologia che attacca il cervello provocando ansia, insicurezza e depressione. 

Il documentario racconta ciò che è accaduto nelle settimane precedenti alla tragedia e attraverso le confessioni di attori, registi e medici che lo videro nell’ultimo anno tra cui  il regista Shawn Levy, John R. Montgomery e David E. Kelley.

Shawn Levy, che ha diretto Robin Williams in Una notte al museo: il segreto del faraone, racconta che si accorse, durante le riprese, che l’attore non stava bene: “Sul set fu chiaro a tutti che qualcosa non andava in lui”.

A dire la sua è soprattutto la vedova di Williams, Susan Schneider: “La sua andatura era lenta e claudicante e a volte non riusciva a muoversi e quando ne usciva, era frustato. La cosa peggiore era quando si bloccava mentre parlava, perché non riusciva a trovare le parole. Aveva problemi di vista, non riusciva a valutare ne la distanza, ne la profondità. Era sempre confuso, poi gli hanno diagnosticato la malattia. Lo sapeva, era cosciente del brutto male che aveva, ma cercava sempre di controllarsi. L’ultimo mese, non ce la faceva più ed è così che è arrivata la caduta finale”.

IL TRAILER
https://youtu.be/258xga9HsjE

Lascia un Commento...