Presso L’Isola del Cinema di Roma abbiamo assistito all’anteprima stampa di Tafanos, il nuovo film di Riccardo Paoletti, prodotto da SKY Cinema e Minerva. Questa la nostra recensione.

Appartenente al filone delle horror comedy, Tafanos si pone come primo prodotto italiano di questa categoria. Interamente recitato in inglese, è stato ridoppiato in italiano per il mercato interno. Dal 4 luglio è disponibile sulla piattaforma SKY. Nel film vengono raccontate le vicende di un gruppo di ragazzi in vacanza che si trova a dover affrontare una terribile minaccia costituita da tafani assassini che attaccano ogni essere vivente che incontrano.

Riccardo Paoletti, con questo film, non solo fa il verso ai B-Movie anni ’70 e ’80, ma sembra voler rendere omaggio al cinema anglosassone. vero mattatore di questo genere con film divenuti cult come L'alba dei Morti Dementi (Shaun of the Dead) e La Fine del Mondo (The World's End).

Tafanos si presenta come un film corale, dove ogni attore può essere visto come il protagonista dell’intera vicenda. A tal proposito, per evitare di distogliere l'attenzione del pubblico dalla coralità della storia, il regista si è avvalso di un cast giovane, con nomi non troppo conosciuti ma con delle discrete doti artistiche. Maria Chiara Giannetta, Salvatore Langella, Alessio Lapice, Cristina Marino, Andrea Scarduzio, Giulio Greco, Filippo Tirabassi, Giulio Neglia, Lana Vlady hanno tutti un ruolo importante per la storia, ed ognuno riesce a suo modo a lasciare il segno. Non mancano volti noti all'interno del cast. Stefano Chiodaroli e Clive Riche (attore e musicista) in questo contesto riescono ad offrire un'interpretazione sopra le righe e d’impatto.

[Per dare una lettura alle nostre interviste al cast cliccate qui]

All'interno della sceneggiatura sono presenti alcuni buchi narrativi che comunque non pregiudicano la qualità complessiva della pellicola. Gli effetti speciali spesso sembrano volutamente approssimativi, anche se lasciano il risultato generale godibile. Le scene splatter presenti non arrecano disturbo allo spettatore, in quanto la loro spettacolarizzazione le rende di per se assurde e lontane anni luci dal piano reale, e pertanto coerenti con il contesto in cui vive il film di Paoletti.

A nostro modesto parere riteniamo che Tafanos deve essere giudicato per la tipologia a cui appartiene, un B-Movie. In quest’ottica lo si può considerare un buon prodotto. Pertanto chi spera di vedere Tafanos e trovarsi dinanzi un horror classico potrebbe rimanere deluso. Esso si inserisce contestualmente in un settore cinematografico a cui appartengono film come Scary Movie, differendo però da questi per una trama definita, l’assenza di citazioni a film di successo ed un livello di comicità che non scade mai nel trash ed in battute demenziali inserite solo per aumentarne il minutaggio.

Tafanos
  • Alessio Bucci
3

Riassunto

Presso L’Isola del Cinema di Roma abbiamo assistito all’anteprima stampa di Tafanos, il nuovo film di Riccardo Paoletti, prodotto da SKY Cinema e Minerva. Questa la nostra recensione.