Monster Hunter film recensione
Recensioni

Recensione Monster Hunter, il film con Milla Jovovich

Abbiamo visto Monster Hunter, l’adattamento cinematografico dell’omonimo videogame della Capcom interpretato da Milla Jovovich, qui affiancata dall’attore thailandese, esperto in arti marziali, Tony Jaa. Questa la recensione.

Monster Hunter, in distribuzione nelle sale italiane a partire dal 17 giugno 2021, è stato scritto e diretto da Paul W.S. Anderson, nel cast trovano spazio Milla Jovovich, Tony Jaa, Ron Perlman, TI Harris, Diego Boneta, Meagan Good, Josh Helman.

Il Tenente Artemis (Milla Jovovich) e la sua squadra di militari armati fino ai denti, a causa di una misteriosa tempesta, vengono proiettati in un mondo popolato di mostruose creature. Dopo aver visto morire uno a uno i suoi soldati, vittime delle gigantesche creature, Artemis incontra un esperto cacciatore di mostri (Tony Jaa) con il quale si allea per cercare di sopravvivere in questa infernale dimensione.


Monster Hunter è una trasposizione assolutamente fedele della saga ludica da cui è tratto, tutti i dettagli nel film sono stati attentamente studiati. La sceneggiatura risulta banale, così come in molte delle pellicole tratte da videogiochi, ma ciononostante scorre, intrattiene ma soprattutto diverte, e questo grazie anche alle grandi capacità atletiche di Tony Jaa e alla prestazione di una Milla Jovovich già avvezza in pellicole di genere.

Dal momento che il Tenente Artemis piomba nella misteriosa dimensione tutto sembra fatto a misura dei fan: Paul W.S. Anderson riproduce sul set in maniera maniacale l’aspetto del gioco, particolare cura, difatti, viene data a costumi, armi e acconciature. L’unica licenza artistica, a tal proposito, è rappresenta dall’acconciatura “a dir poco particolare” creata per il personaggio interpretato da Ron Perlman.

Gli effetti speciali e il CGI risultano efficaci, la ricostruzione delle creature che popolano la dimensione “mostruosa” è minuziosa, in particolare l’iconico mostro alato Rathalos rasenta la perfezione. Tutte le ambientazioni appaiono adeguate e la colonna sonora entra puntualmente, con il risultato di sottolineare e amplificare la drammaticità e la violenza di molte delle scene.

A nostro avviso, Monster Hunter è un film consigliato agli amanti della saga videoludica da cui esso è tratto, molto di meno ad altri target di pubblico: lo spirito con il quale Paul W.S. Anderson ha realizzato questo piccolo gioiello è in fin dei conti non destinato a tutti.


Monster Hunter
Recensione Monster Hunter, il film con Milla Jovovich

Director: Paul W.S. Anderson

Date Created: 2021-06-12 11:50

Editor's Rating:
3

Lascia un Commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.