Lacci Film Recensione
Al Cinema Recensioni

Recensione Lacci, il film di Daniele Luchetti

Arriva oggi nelle sale cinematografiche Lacci, regia di Daniele Luchetti, tratto dall’omonimo romanzo di Domenico Starnone, presentato in anteprima a Venezia 77; vi presentiamo la nostra recensione.

Lacci che si incrociano e si annodano ma, che rimangono vicini anche se sciolti e separati.

Dopo anni d’amore, Aldo (Luigi Lo Cascio) ha tradito Vanda (Alba Rohrwacher), e abbandona a Napoli lei e i loro figli Anna e Sandro, trasferendosi a Roma dove lavora come conduttore radiofonico e per vivere la sua nuova relazione con Lidia (Linda Caridi). Ma, a volte certi amori fanno dei giri immensi per poi tornare dove (e con chi) si è stati felici.

Lacci è la storia devastante di un amore che si (auto) distrugge i cui frammenti non vengono gettati ma, bensì conservati per essere mostrati (e rinfacciati) dagli Aldo (Silvio Orlando) e Vanda (Laura Morante) del presente. In questa storia tormentata, i figli Anna e Sandro assistono alla distruzione dei genitori fino a cogliere l’opportunità di vendicarsi.

La sceneggiatura, co-firmata da Francesco Piccolo, si adatta senza eccessive variazioni all’omonimo romanzo, e la regia di Daniele Luchetti, alternando i punti di vista, prova a regalare una certa dinamicità alla narrazione. Una dinamicità in cui lo spettatore tenta di orientarsi per acquisire una sua opinione, ma che spesso rischia di confondere perchè sorretta da uno status emotivo dei protagonisti con colpevolezza e sofferenza generata in equal misura. Ad Anna (Giovanna Mezzogiorno) e Sandro (Adriano Giannini), figli adulti di Aldo e Vanda, è affidato il compito di “risolvere” gli errori dei genitori attraverso la distruzione di casa, così da costringerli ad affrontare e risolvere i propri conflitti.

Lacci sembra seguire lo schema classico del dramma in cui la donna tradita e distrutta, ne esce continuamente penalizzata, e in questo è bravissima Alba Rohrwacher (il volto della Vanda giovane) che si contrasta al taciturno intellettuale Aldo (interpretato da Luigi Lo Cascio). Per i ruoli adulti, il regista preferisce optare – come detto – per un’altra coppia di attori, Laura Morante e Silvio Orlando. Se la Morante segue i movimenti della Rohrwacher, Orlando si discosta dall’interpretazione di Lo Cascio, regalandoci Aldo un volto più benevolo e segnato dalla vita senza mostrar rancore.

Classificazione: 3 su 5.

Lacci di Daniele Luchetti con Alba Rohrwacher, Luigi Lo Cascio, Laura Morante, Silvio Orlando, Giovanna Mezzogiorno e Adriano Giannini è nelle sale cinematografiche, distribuito da 01 Distribution.


Lascia un Commento...