Abbiamo visto Domani e domani e domani, il 13° capitolo della seconda stagione di The Orville. Queste le nostre considerazioni.

Domani e domani e domani, penultimo episodio di questa stagione, è stato diretto da Gary S. Rake  e scritto a 4 mani da Seth MaFarlane e Janet Lin.

Come più volte ribadito, ogni puntata di questo show si concentra in maniera particolare su un personaggio chiave, con un contorno di divertenti siparietti. Questa settimana il focus narrativo è tutto dedicato a Kelly, interpretata da una splendida Adrianne Palicky, e al suo naufragato rapporto sentimentale con Ed (Seth MacFarlane). Un amore probabilmente mai sopito completamente ma che, apparentemente, fa soffrire maggiormente il nostro amato Capitano.

Una distorsione spazio/temporale, causata da un esperimento di Isaac e di John, risucchia a bordo della USS Orville una Kellly più giovane di ben sette anni. Una situazione estremamente imbarazzante per la nostra inaspettata ospite, perché vissuta fino a quel momento in un periodo precedente al suo arruolamento nell'Unione Planetaria, precedente anche al rapporto sentimentale con Ed.

La storia che si sviluppa trova analogie e similitudini con due episodi della saga Star Trek, entrambi intitolati “Il Duplicato”. Stiamo parlando del 4° episodio della prima stagione della TOS e del 24° episodio della sesta stagione di The Next Generation, anche se le maggiori aderenze le troviamo proprio in quest’ultimo.

Qui MacFarlane gioca in maniera intelligente su come un individuo possa cambiare con il tempo, attraverso le diverse esperienze che in qualche modo modificano il proprio essere, tralasciando volutamente (Noi crediamo solo per il momento) le complesse ed imprevedibili interazioni spazio/temporali ed i probabili paradossi che potrebbero crearsi.

Un cambiamento che può essere radicale, tanto da poter considerare una stessa persona, appartenente però a due diversi periodi temporali, come due esseri completamente distinti.

Si può essere gelosi ed infastiditi da se stessi? Interessante è lo sviluppo del rapporto che la giovane Kelly imbastisce, sia con il suo "Ater Ego" più anziano che con Ed, per quest'ultimo una vera e propria seconda occasione da non mancare.

Ma la grande sorpresa di Domani e domani e domani è nel finale che forse non ci saremo aspettati. Una conclusione da considerare come un vero e proprio cliffhanger, i cui interessanti sviluppi saranno, con molta probabilità, il tema portante del prossimo e conclusivo capitolo di questa straordinaria stagione di The Orville.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.