Questa è la nostra recensione scritta in anteprima di Atomica Bionda, il nuovo film interpretato da una funambolica Charlize Theron.

Trent’anni fa un muro divideva una città, diventando il simbolo di un frazionamento di potere, la musica elettronica iniziava a farsi strada e da Berlino il mondo iniziava a cambiare drasticamente. David Leitch riadatta per il grande schermo “The Coldest City”, fumetto firmato da Anthony Johnston, regalando al pubblico un film che racconta i giorni adiacenti la caduta di quel muro attraverso una spy-story ansiogena ed imprevedibile.

In quei giorni di gran caos, un agente inglese dell’MI6 viene ucciso per una lista contenente tutte le vere identità di tutte le spie internazionali. Bisogna recuperare quella lista prima che finisca in mani sbagliate, i servizi segreti britannici inviano la loro migliore agente per recuperarla, Lorraine Broughton (Charlize Theron). A Berlino Est l’agente Broughton incontra il suo contatto (James McAvoy) che si é integrato benissimo nel regime sovietico governante in quell’area della città, la bionda spia comprende sin da subito che quella non sarà tra le sue missioni più semplici.

Emotivamente fredda e distaccata, evita qualsiasi attaccamento relazionale, la vita da spia ti costringe a diventare così. Non é ammissibile alcuna distrazione, ma il piacere sotto le lenzuola é sempre concepibile anche se con una collega spia francese (Sofia Boutella), indifesa e incoscientemente rivela notizie assolutamente utili per la missione che non viene mai messa da parte.

La Berlino di fine anni Ottanta sembra una città uscita da un videoclip confezionato alla perfezione dal marketing di MTV: Depeche Mode, David Bowie, Queen, Duran Duran sono solo alcuni nomi che caratterizzano la colonna sonora di Atomica Bionda e si alternano tra luci al neon, accentuando quella torbida ed oscura suggestione estetica scenografica.

Charlize Theron é una spia d’altissimo livello che non lascia nulla per scontato, e riesce ad ingannare persino lo spettatore, oltre i suoi superiori (Toby Jones, James Faulkner) che la interrogano per ore con i colleghi d’oltreoceano del FBI (John Goodman), cercando di rivoltare la sua storia svelandoci l’inganno a cui stiamo assistendo, ma nulla è come sembra.

David Leitch non si fa trovare distratto e regala inquadrature sofisticate di interni, degne scenografie per esaltare il sensuale corpo dell’attrice di origini sudafricane che non passa inosservato.

Atomica Bionda di David Leitch, con Charlize Theron, James McAvoy e John Goodman, uscirà nelle sale italiane a partire dal 17 agosto 2017, distribuito da Universal Pictures Italia.

Summary
Review Date
Reviewed Item
Atomica Bionda
Author Rating
41star1star1star1stargray