Altri due film e poi smetto“. Questa è stata la dichiarazione che il regista Quentin Tarantino ha rilasciato durante l’Adobe Max Creativity Conference a San Diego. Già da tempo, il regista di Knoxville aveva annunciato la sua intenzione di abbandonare il mestiere di regista al raggiungimento del decimo film, e sembra proprio che sarà così, perché con otto film all’attivo gliene restano due prima di andare (definitivamente?) in pensione.

Creatore di un nuovo stile all’interno del cinema postmoderno e autore di alcuni capolavori della storia del cinema (Pulp Fiction e Bastardi senza gloria, giusto per citarne un paio), Tarantino ha sempre perseguito la propria idea di cinema arrivando quasi sempre al successo e andando anche contro le aspettative di pubblico e critica, come l’ultimo The Hateful Eight:

Fiduciosamente, il modo in cui definisco il successo quando avrò terminato la mia carriera è che sarò considerato uno dei più grandi registi che siano mai esistiti. E più avanti, un grande artista, non solo un regista

Se mai Tarantino smetterà di fare il regista, il cinema perderà una punta di diamante che ha saputo rinvigorire la settima arte andando a pescare quanto era già stato fatto e reinventarlo a sua immagine.

Fonte: The Hollywood Reporter