Un’altra edizione degli ambiti Academy Awards è pronta ad essere messa nel cassetto dei ricordi, un’altra edizione degli Oscar del cinema hollywoodianoha dato i propri verdetti, che questi siano condivisi da tutti o o meno, questi sono gli Oscar…. o si amano o si odiano!

Pronti via si parte con il monologo iniziale del presentatore Chris Rock, temuto da tanti ed osannato da pochi a dire il vero; come da previsione il comico ha incentrato i suoi sforzi sulla polemica degli Oscar Bianchi, ovvero la mancanza di artisti di colore all’interno delle nominations portata sotto i riflettori da Will Smith ed altri…. il problema è che forse la ripetitività che non giova al comico.

Fortuna vuole che lo spettacolo doveva andare avanti…ed è andato alla grande con premi che hanno accontentato un po tutti, dal mega blockbuster Mad Max: Fury Road, all’osannato Il Caso Spotlight, senza dimenticare quel Revenant – Redivivo capace di portarsi a casa ben 12 nominations…. e l’Italia? Beh, l’Italia c’è stata e come… chiedere a Quentin Tarantino per avere conferme! Le emozioni son belle quando è possibile sentirle dentro e, quando la sala del Dolby Theatre si è alzata in piedi TUTTA per Ennio Morricone, l’Italia intera si sarà sentita soddisfatta ed emozionata.

Mad Max: Fury Road ha fatto incetta di premi Oscar, alla fine sono stati 6, il problema è che stiamo parlando di quelli tecnici (montaggio, sonoro, missaggio sonoro, scenografia, trucco e parrucco, costumi), la sconfitta “inevitabile” nelle categorie principali quindi non fa poi tanto male.

Per Revenant – Redivivo tre premi…e tutti pesantissimi, ovvero quello per la Miglior Regia ancora una volta ad Alejandro G. Inarritu dopo Birdman lo scorso anno, quello alla miglior fotografia andata per il terzo anno di fila a Emmuanuel Lubezki (prima volta nella storia) e quello (finalmente) a Leonardo DiCaprio, uno che forse sapeva già di averlo vinto prima ancora del primo ciak battuto sul set di Revenant (a volte perderne una quantità industriale serve e come….questo non deve però la sua spettacolare performance).

Con Leonardo DiCaprio gioiscono nella categoria attoriale anche Brie Larson (Room) e Alicia Vikander (The Danish Girl), entrambe alla prima vittoria sulla prima nominations, e Mark Rylance (Il Ponte delle Spie), l’attore che di sicuro avrà fatto storcere il naso a molti visto che nella sua categoria figurava uno di nome Sylvester Stallone.

Le sceneggiature sono andata a Il Caso Spotlight e La Grande Scommessa, forse i premi più scontati in assoluto dopo quello di Leonardo DiCaprio e quello di Inside Out nella categoria animazione.

Si….ok, ma il premio principale a chi è andato? ….and the winner is Il Caso Spotlight, ebbene si proprio il film osannato da tutti alla fine ha vinto il premio più ambito, questo è quello che conta!!!

Come vi avevamo promesso, TUTTI FELICI … O QUASI! (qui tutte le nominations)

Chiaramente nel corso della giornata pioveranno su queste pagine altri articoli post Oscar, quindi non abbandonateci!!!