Io non so voi, filmmakers e registi indipendenti, cosa volete fare da grandi, ma io le idee chiare le ho da tempo e dopo tanti anni di esperienza, 43 film sulle spalle e una casa di produzione cinematografica appena nata, posso dire che un pò di avventure in questo mondo le ho fatte.

La proposta che sto per fare va valutata senza pregiudizi, senza puzza sotto il naso, senza arroganza o superbia, perchè carissimi colleghi, quanti tra di noi possono dire di avere una carriera?

Forse ci sono alcuni che leggeranno questo progetto, che sono riusciti a produrre un film, dissanguandosi magari e sono riusciti a distribuirlo all’estero o in italia, in dvd o in vod, ricavando qualche migliaio di euro, ma finisce li…

Sono sicuro che quando alcuni leggeranno questo post, storceranno il naso, si sentiranno superiori, rideranno dell’utopia, si sentiranno star perchè hanno fatto un video con 100 visualizzazioni su Youtube e diranno subito che è IMPOSSIBILE.

E’ questo il limite? Pensare che sia impossibile? Facciamo due conti. Tutti noi del settore. Dove vi ha portato fino ad ora la vostra passione o la vostra voglia di far cinema? Lo fate perchè potete pubblicare su facebook qualche foto ed un video dove siete fighi o truccati? Quanti soldi e tempo abbiamo speso per realizzare prodotti, iscriverli a concorsi e magari anche vincerne qualcuno, senza però arrivare a qualcosa di concreto?

Guardiamoci in tasca… Sono CERTO che molti tra noi, quando e se questo progetto che sto per descrivere, verrà realizzato, lo criticheranno, ne parleranno male, cercheranno di affondarlo e distruggerlo perchè in Italia funziona così. Nessuno gioisce per il successo di qualcuno, se lo si fa si gioisce solo per un suo insuccesso. E’ davvero triste e spero che questi ultimi tornino a girare i loro video da mettere su youtube gratis per poter dire che sono registi.

Quello che propongo io è UNIRE LE FORZE. Non fare un film con diversi registi, ad episodi, tutti fatti con due spiccioli, negli scantinati, in locations prestate o che non possiamo sporcare o che dobbiamo abbandonare prima che aprano al pubblico ecc ecc…

Onehundred Film è un progetto che ho appena depositato dal mio avvocato, timbrato e firmato e non è altro che l’idea di fare un film. 100 registi/produttori, indie, uniti per la prima volta al mondo, per creare un prodotto commerciale fatto con i soldi. Un investimento da parte di ognuno di noi, in egual misura, dello stesso importo. Se fissassimo questa cifra a 1.000 euro a testa ad esempio (chissà quanti ne abbiamo già spesi per prodotti minimi e concorsi) arriveremmo già ad un budget di 100.000 euro. Con 2.000 al doppio ecc…

Se unissimo le conoscenze, le attrezzature, le amicizie, se trovassimo una storia, una location, una crew e un cast unici, lasciando da parte manie di protagonismo ed inutili arroganze, potremmo arrivare alla grande distribuzione. Se il film fosse girato in inglese e quindi potesse raggiungere anche l’estero… Ci pensate?

Vi faccio tutti gli esempi che volete. Su www.boxofficemojo.com ci sono i costi i ricavi di praticamente tutti i film fatti dai primi del ‘900 ad oggi.

Andate a vedere, film indipendenti adeguatamente pubblicizzati e senza attori hollywoodiani… Non so, per esempio PARANORMAL ACTIVITY è costato 15.000 euro e ne ha incassati 193 milioni.

OPEN WATER è costato 500.000 euro e ne ha incassati 54 milioni. BURIED costato 2 milioni, ne ha incassati 19. CHRONICLE è costato 12 milioni e ne ha incassati 126.

Lo scopo è molto semplice. Avere abbastanza soldi a disposizione per fare un prodotto in grado di essere redditizio e pubblicizzarlo nella sua prima fase. 100 persone che investono, 100 produttori, 100 registi, 100 menti del settore che hanno conoscenze ed amicizie per arrivare tutti insieme là dove la cricca delle major ci vuole tenere fuori. Il primo film al mondo realizzato in questo modo. Non è crowdfunding. E’ una co-produzione di massa mai fatta prima e gli ostacoli sono tantissimi, primo fra i quali essere d’accordo sulle scelte che si prenderanno, ma che si potrebbero risolvere in maniera molto democratica con una semplice votazione a maggioranza. Se ragioniamo in termini di incasso, per recuperare i nostri 1.000 euro investiti, basterebbe davvero poco. Nella peggiore e catastrofica delle possibilità, avremmo investito 1.000 euro per smettere di giocare a fare i registi, nella media delle ipotesi, ad esempio un incasso tra estero ed italia al cinema di 10 Milioni di euro comprensivi dei diritti home video e televisivi, si parla di un guadagno pro capite di 100.000 euro con i quali ognuno di noi potrà poi fare i propri progetti. Nella migliore delle ipotesi (Paranormal Activity) il guadagno a testa arriverebbe a quasi due milioni di euro. Ditemi voi… sono pazzo? Ho mangiato carne avariata? Sono scivolato in bagno e sbattendo la testa ho visto il flusso canalizzatore?

Sto aprendo una pagina su Facebook che si chiama Onehundred Film. So che molti di voi si faranno una risata, continuando a strisciare nel nulla in cui volenti o nolenti, siamo tutti, ma altri entreranno in questo progetto per costruirlo insieme. Insieme.