Lo sterminato catalogo di Netflix è davvero una manna per tutti i malati di Serie TV, ma una scelta così vasta presenta anche una spiacevole controindicazione: alcune meravigliose serie, magari poco pubblicizzate in Italia, vengono snobbate dal grande pubblico senza che venga data loro una possibilità. E’ tempo di rimediare.

DI SEGUITO LE CINQUE GEMME NASCOSTE CHE NON POTETE PERDERVI PER NESSUN MOTIVO AL MONDO:

BETTER CALL SAUL: USA. 2 stagioni, in corso. Creato da Vince Gilligan, con Bob Odenkirk e Jonathan Banks.

James McGill è un avvocato che non vale niente. Nessun cliente di prestigio si affiderebbe mai alla sua tutela legale. Dopo essere stato in prigione per truffa, Jimmy ha ritrovato la libertà ed è riuscito anche a conseguire una laurea in legge in un college di seconda fascia. Ignorato dai grandi studi, si guadagna da vivere rappresentando imputati squattrinati come legale d’ufficio presso il tribunale di Albuquerque, New Mexico. Oltre ad una carriera che non decolla Jimmy ha anche dei seri problemi familiari. Il fratello, Chuck, è un ex avvocato di grande successo che ora vive tappato in casa 24 ore al giorno perché convinto che le onde elettromagnetiche all’esterno dell’abitazione lo ucciderebbero. Tutti i giorni Jimmy fa la spola tra la casa del fratello e una locale casa di riposo nella quale il novello azzeccagarbugli si procura qualche dollaro redigendo le volontà testamentarie degli anziani che vivono nella struttura. Una mattina, parlando con un’anziana, l’avvocato si rende conto che da anni la casa di riposto truffa gli anziani per milioni dollari con rimborsi gonfiati. E’ l’occasione di una vita. 

UN GIUDIZIO: Better Call Saul è un’opera d’arte che ha mantenuto tutti i punti di forza di Breaking Bad, aggiungendo un altro protagonista da Emmy Award. Obbligatoria. VOTO 9

ORPHAN BLACK CANADA/USA. 4 stagioni, in corso. Creato da Graeme Manson, con Tatiana Maslany e Michiel Huisman.

Sarah Manning è un’orfana sbandata che vive di espedienti per riuscire a mantenere sua figlia, Keira. Un giorno alla fermata della metro assiste al suicidio di una ragazza che, piccolo particolare, è identica a lei. Si chiama Beth Childs ed è una poliziotta. Nel tentativo di svuotare il conto in banca di Beth e scappare insieme alla figlia e al suo amico di sempre, Felix, Sara viene intercettata dal collega della ragazza morta suicida, Arthur Bell. A questo punto Sarah è costretta letteralmente ad entrare nella vita di Beth, il cui suicidio è ignoto a tutti, essendo il volto assolutamente irriconoscibile. Con il suo nuovo lavoro da finta poliziotta, Sarah scoprirà presto che la ragazza morta non è una sua sosia, bensì un clone e non è l’unico.

UN GIUDIZIO: Orphan Black è un capolavoro con una trama innovativa e una protagonista sensazionale. Consigliata a tutti, obbligatoria per gli appassionati di Thriller Sci-Fi. VOTO 8,5

RAY DONOVAN: USA. 4 stagioni, in corso. Creato da Ann Biedermann, con Liev Schreiber e Jon Voight.

Ray è un taciturno e affascinante bostoniano trasferitosi a Los Angeles molti anni fa, insieme alla moglie e ai suoi due fratelli. Nonostante il background estremamente povero dal quale proviene, Donovan riesce a farsi strada nel mondo dello star system hollywoodiano, entrando a far parte di uno dei più prestigiosi studi legali della città. Ma lui no, non è un avvocato. Il suo compito è risolvere problemi. Continuamente i pezzi grossi di L.A. lo chiamano per sistemare i guai nei quali si cono cacciati. Con i suoi metodi al limite della legalità, Ray è il migliore sulla piazza, ha raggiunto una certa posizione grazie alla sua attività e tutto sembra andare a gonfie vele. Ma spesso i peccati dei padri ricadono sui figli…

UN GIUDIZIO: Ray Donovan è una serie da Emmy Award in tutte le categorie possibili (miglior serie, miglior attore protagonista e non protagonista). Showtime ha fatto il botto. VOTO 8

VIKINGS: CANADA/IRLANDA. 4 stagioni, in corso. Creato da Michael Hirst, con Travis Fimmel e Katheryn Winnick.

Norvegia, IX secolo d.C. Ragnar è un giovane fattore, pescatore e cacciatore vichingo che durante la stagione estiva, assieme ai suoi compaesani, saccheggia paesi stranieri uccidendo, stuprando e schiavizzando senza pietà. Sempre alla ricerca di nuove terre da depredare, per arricchirsi ed accrescere il proprio prestigio personale di fronte agli dei ed ai propri simili, egli è Convinto di avere un destino glorioso indicatogli dai suoi dei attraverso svariati segni naturali, che interpreta come benevolenti nei suoi confronti. Così raduna un gruppo di spietati ed ambiziosi vichinghi, pronti a sfidare la legge del villaggio nel tentativo di conquistare con la forza denaro e gloria personale. L’obiettivo è una terra leggendaria che si trova ad Ovest del Mare del Nord, chiamata Inghilterra. Ma le cose non andranno esattamente come previsto. 

UN GIUDIZIO: Vikings è una serie storica fatta non solo di sesso e violenza, ma inaspettatamente profonda e ricca di contenuti sui quali riflettere ancora oggi. Voto 7,5

BLACK SAILS: USA/SUD AFRICA. 3 stagioni, in corso. Creato da Jonathan E. Steinberg, con Toby Stephens e Tom Hopper.

All’inizio del XVIII secolo l’isola caraibica di Nassau è una sorta di città stato autogovernata dai pirati che la abitano, continuamente alle prese con i tentativi dell’Impero Britannico di ristabilire l’ordine in questa colonia ribelle. Comandati dall’astuto quanto spietato Capitano Flint e dall’ambiziosa e ingannevole Eleonore Guthrie, i ribelli, per continuare la loro resistenza, devono trovare in fretta il tesoro milionario trasportato dal galeone spagnolo Urca de Lima. L’intera trama costituisce un prequel del celeberrimo romanzo “L’isola del Tesoro” di Robert L. Stevenson. 

UN GIUDIZIO: Black Sails è riuscita nel miracolo di rendere appassionante e non banale il trito e ritrito stereotipo dei puzzolenti pirati sanguinari. Recitazione al top. Voto 7

E ADESSO NIENTE SCUSE, TUTTI SUL DIVANO CON IL TELECOMANDO PRONTO