Nella splendida cornice del Teatro antico Taormina si è svolta la cerimonia di assegnazione dei Nastri d’Argento 2017, i premi assegnati dal SNCCI (Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani) che hanno visto trionfare come miglior film La tenerezza di Gianni Amelio.

La tenerezza, oltre al premio come miglior film, si è aggiudicato anche il premio per la miglior regia, per la fotografia (Luca Bigazzi) e quello per il miglior attore protagonista vinto da Renato Carpentieri.

Dopo aver trionfato ai David di Donatello, Indivisibili di Edoardo De Angelis ha ottenuto ben cinque Nastri d’Argento: miglior produttore, miglior soggetto, migliori costumi, miglior colonna sonora e miglior canzone, questi ultimi vinti da Enzo Avitabile, già vincitore dai David.

Andrea De Sica (nipote di Christian De Sica) ha vinto il premio come miglior regista esordiente per il film I figli della notte, mentre i premi degli attori se li sono aggiudicati Jasmine Trinca come attrice protagonista per Fortunata e Alessandro Borghi come non protagonista per Fortunata e Il più grande sogno.

Clamoroso ex-aequo, invece, per quanto riguarda la miglior attrice non protagonista: ad aggiudicarsi il premio, infatti, sono state Sabrina Ferilli per Omicidio all’italiana e Carla Signoris per Lasciati andare.

A Monica Bellucci è andato il Nastro d’Argento europeo per la sua interpretazione in On the Milky Road – Sulla Via Lattea di Emir Kusturiça mentre Giuliano Montaldo si è aggiudicato il Nastro d’Argento speciale per Tutto quello che vuoi.

Ecco l’elenco completo dei vincitori ai Nastri d’Argento 2017:

Miglior Film

La tenerezza di Gianni Amelio

Miglior regista
Gianni Amelio per La tenerezza

Miglior regista esordiente
Andrea De Sica per I figli della notte

Miglior commedia
L’ora legale di Ficarra e Picone

Miglior produttore
Attilio De Razza per L’ora legale e Pier Paolo Verga per Indivisibili

Miglior soggetto
Nicola Guaglianone per Indivisibili

Migliore sceneggiatura
Francesco Bruni per Tutto quello che vuoi

Migliore attore protagonista
Renato Carpentieri per La tenerezza

Migliore attrice protagonista
Jasmine Trinca per Fortunata

Migliore attore non protagonista
Alessandro Borghi per Fortunata e Il più grande sogno

Migliore attrice non protagonista
Sabrina Ferilli per Omicidio all’italiana e Carla Signoris per Lasciati andare

Migliore fotografia
Luca Bigazzi per La tenerezza e Tutto quello che vuoi

Migliore scenografia
Marco Dentici per Fai bei sogni e Sicilian Ghost Story

Migliori costumi
Massimo Cantini Parrini per Indivisibili

Migliore montaggio
Francesca Calvelli per Fai bei sogni

Migliore sonoro in presa diretta
Alessandro Rolla per Fortunata

Migliore colonna sonora
Enzo Avitabile per Indivisbili

Migliore canzone originale
Abbi pietà di noi di Enzo Avitabile per Indivisibili

Opera dell’anno
The Young Pope di Paolo Sorrentino

Nastro d’argento alla carriera
Roberto Faenza per La verità sta in cielo

Nastro d’argento europeo
Monica Bellucci per On The Milky Road – Sulla via Lattea

Nastro d’argento Speciale
Giuliano Montaldo per Tutto quello che vuoi