Morto a 94 anni l'attore e regista Sidney Poitier
Artisti Scomparsi People

Morto a 94 anni l’attore e regista Sidney Poitier


Dopo la notizia di ieri riguardante la morte di Peter Bogdanovich, oggi piangiamo la morte dell’attore e regista Sidney Poitier avvenuta all’età di 94 anni. Poitier, ricordiamolo, è stato il primo afroamericano a vincere l’Oscar nel 1964.

Originario di Miami, classe 1927, Poitier iniziò la carriera nel cinema sul finire degli anni Quaranta ma il primo ruolo accreditato è del 1950 nel film Uomo bianco, tu vivrai di Joseph L. Mankiewicz.

Dopo aver lavorato con registi del calibro di Richard Brooks, Martin Ritt, William A. Wellman e Raoul Walsh, Poitier ottenne la sua prima nomination all’Oscar con La parete di fango (1958) di Stanley Kramer condividendo il set con Tony Curtis.

L’anno seguente fu la volta del musical Porgy and Bess di Otto Preminger in cui dimostrò di cavarsela anche nel canto e nel ballo. Con i I gigli del campo (1963), Sidney Poitier divenne il primo afroamericano a vincere l’Oscar entrando di diritto nella storia – e non solo del cinema.

Il 1967 fu un altro anno d’oro per Poitier quando recitò nel cult La calda notte dell’Ispettore Tibbs e nella commedia Indovina chi viene a cena con Spencer Tracy e Katherine Hepburn; due film, questi, che approfittando dei generi poliziesco e commedia fanno ancora riflettere sulla condizione degli afroamericani negli anni Sessanta.

A partire dai primi anni Settanta, e ormai diventato un’icona, Poitier si cimentò anche dietro la macchina da presa non ottenendo in nessun caso, però, ampi consensi di pubblico e critica. Da ricordare, comunque, la regia di Nessuno ci può fermare con protagonisti Gene Wilder e Richard Pryor.

Nel 2002, Sidney Poitier ricevette l’Oscar alla carriera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.