mia market 2022
Festival del Cinema di Roma News

MIA 2022: gli appuntamenti per i professionisti dell’audiovisivo


Il MIA | Mercato Internazionale Audiovisivo, sotto la nuova direzione di Gaia Tridente, presenta il programma della sua ottava edizione che si svolgerà a Roma dall’11 al 15 Ottobre 2022 a Palazzo Barberini e al Cinema Barberini.

Nato nel 2015 per volontà di ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Digitali) e APA (Associazione Produttori Audiovisivi), il MIA è oggi il più importante evento di settore in Italia ed è entrato a pieno titolo nell’agenda internazionale degli appuntamenti dedicati ai professionisti dell’audiovisivo che ne riconoscono la peculiarità di mercato concepito con cura editoriale.

Il MIA gode del sostegno di Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, Ministero della Cultura, Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Lazio ed è sostenuto anche grazie al supporto di sponsor privati: Unicredit è lo sponsor ufficiale e Fastweb è il partner tecnologico.

Il MIA 2022 gode, quest’anno per la prima volta, del patrocinio di Eurimages, il fondo del Consiglio d’Europa.

MIA 2022: le novità di questa edizione

L’ottava edizione del MIA si annuncia ricca di appuntamenti per ogni segmento di mercato audiovisivo, con pitching forum dedicati, showcase, attività di networking mirate e un ricco programma di conferenze e incontri che affrontano i temi di maggiore rilevanza e attualità per gli addetti ai lavori del settore audiovisivo.

In crescita il numero dei partecipanti (+12% rispetto alle passate edizioni), con un aumento del numero degli accreditati internazionali e dei progetti ricevuti dal mercato di co-produzione, che quest’anno ha raggiunto una cifra record di oltre 500 titoli, provenienti da 65 paesi del mondo. 

È attesa una grande partecipazione di top-players internazionali, tra cui le grandi piattaforme (Amazon, AppleTV+, Netflix, Paramount+, Tubi) e un ensemble di produttori, autori, distributori, agenti, studios che parteciperanno a un ricco programma di attività volte a sostenere le co-produzioni internazionali, la circolazione delle opere e dei talenti. 

Diverse le novità di questa edizione, come la nuova divisione editoriale dedicata all’Animazione che si va ad aggiungere a quelle dedicate a Doc&Factual, Drama e Film. E ancora il B2B Exchange, programma a supporto dell’industria audiovisiva Ucraina, la partnership con COMICON per l’individuazione di nuovi contenuti dal mondo del fumetto che possano diventare produzioni audiovisive e un ricco programma dedicato all’Innovazione per le Industrie creative

Anche quest’anno sarà attiva la piattaforma MIA Digital che consentirà agli accreditati di accedere anche da remoto a tutte le sessioni (in diretta e on-demand).

mia market

MIA 2022: i content showcase

Anche quest’anno i content showcase del MIA con le sezioni C EU SOON, GREENLit, Italian Animation Showcase, Italians DOC it Better, Italian Factual Showcase e What’s Next Italy, presenteranno in anteprima i titoli più attesi e interessanti della prossima stagione.

Questi i 6 film che saranno presentati nell’ambito di C EU SOON:
A sad and vulgar loner (Un vulgar y triste) di Efthymia Zymvragaki, Spagna;
Clara di Sabin Dorohoi, Romania/Germania;
On the way to war (Pe urmele razboiului) di Viorica Tataru, Moldavia/Ucraina;
Once we were pitmen (Wir waren kumpel) di Christian Johannes Koch e Jonas Matauschek, Svizzera/Germania;
Field di Lasha Tskvitinidze, Georgia/Francia, crime/drama;
Matria di Álvaro Gago, Spagna.

Per la divisione Drama, torna GREENLit, l’evento glossy della sezione Drama, che presenta in anteprima internazionale uno showcase dedicato ai titoli italiani scripted più attesi della prossima stagione:

  • La Storia, serie TV tratta dal capolavoro di Elsa Morante, diretto da Francesca Archibugi;
  • Il crime-thriller Brennero (titolo internazionale Pale Mountains), diretto da Davide Marengo e Giuseppe Bonito;.
  • la serie Sky Original La città dei vivi (working title), tratta dall’omonimo romanzo di Nicola Lagioia;
  • la serie dramedy Sky Original prodotta da Sky e Groenlandia, Hanno ucciso l’uomo ragno–La vera storia degli 883 (working title) diretta da Sydney Sibilia, al suo debutto alla regia di una serie TV. La serie è ispirata alla vera storia di Max Pezzali e Mauro Repetto, capaci di dar vita, da giovanissimi, a un progetto – gli 883 – diventato un vero e proprio fenomeno nazionale e generazionale.

Per la divisione Animazione sarà presentato l’Italian Animation Showcase appuntamento dedicato all’industria dell’animazione italiana, un evento di presentazione dei titoli più attesi delle produzioni italiane, dedicato ai lungometraggi, serie TV e special.

I titoli selezionati, quattro serie e tre film di lungometraggio, sono: Klincus (ShowLab; Fabrique d’Image; Telegael; RaiKids; ZDFStudio); Baby Puffins & Bunny (Iervolino & Lady Bacardi Entertainment); The Sound Collector (Enanimation; Eagle vs Bat with RaiKids – ITV); Mini Pet Pals & Mini Dinos (Gruppo Alcuni; RaiKids); Bartali’s Bicycle, di Enrico Paolantonio, (Lynx Multimedia Factory, Toonz Entertainment, Telegael, Rai Kids); Linda Veut du poulet, di Chiara Malta e Sébastien Laudenbach (Dolce Vita Films, Palosanto Films, Miyu Production); Copperbeak (Movimenti Production-società del gruppo Banijay, IdeaCinema, Rai Kids).

Per la divisione DOC & Factual saranno presentati i progetti selezionati per Italians Doc it Better, lo showcase di documentari italiani ultimati nell’ultimo anno e non ancora distribuiti all’estero.

Questi i titoli selezionati:

  • L’estate di Joe, Liz e Richard di Sergio Naitza (Karel società cooperativa);
  • A.P. Giannini- Bank to the Future di Valentina Signorelli e Cecilia Zoppelletto (Daitona srl e Preston Witman Productions);
  • Amate sponde di Egidio Eronico (Schicchera production);
  • Aiutami a fare da solo. L’idea Montessori di Maurizio Sciarra (Le Talee);
  • Nel nome di Gerry Conlon di Lorenzo Moscia (Nightswim);
  • Kill me if you can di Alex Infascelli (Fremantlemedia Italia);
  • La scelta di Maria di Francesco Micciché (Anele);
  • Lotta Continua di Tony Saccucci (Publispei);
  • Margherita. La voce delle stelle di Samuele Rossi (RAI Documentari e Minerva Pictures Group);
  • Sarura di Nicola Zambelli (SMK Videocrew);
  • Le ultime parole del boss di Raffaele Brunetti (B&B Film);
  • Il tempo dei giganti di Lorenzo Conte e Davide Barletti (Dinamo Film). 

Per l’area factual invece all’interno della selezione Italian Factual Showcase saranno presentati alcuni tra i migliori format realizzati in Italia nell’ultimo anno, insieme a format originali inediti.
Questi i titoli selezionati: Falegnami ad alta quota di Katia Bernardi, Davide Valentini (EiE film); Re-Borndi Daniele Cantalupo e Simone Cutri (Visionaria Film Srl); The Clan of Classics di Fabrizio Razza (Filmmaster Productions).

mia market

Per la divisione Film torna l’appuntamento storico con What’s Next Italy, il programma work-in-progress dedicato ai film italiani più recenti.
I buyer internazionali avranno l’opportunità di vedere in anteprima trailer o scene dei film presentati dai registi, produttori e distributori.

La selezione presenta tre opere prime e due opere seconde e rispecchia la vitalità e la capacità produttiva del cinema italiano. Accanto a registi noti, ci sono esordi e conferme di giovani talenti.

Dopo aver diretto diversi episodi della serie Curon, Lyda Patitucci presenta firma la sua prima regia cinematografica con Come pecore in mezzo ai lupi, un action movie su due fratelli, ormai estranei, coinvolti in una rapina, una come agente infiltrata, l’altro come membro della banda; tra gli interpreti, Isabella Ragonese, Andrea Arcangeli e Tommaso Ragno.

Patagonia è il debutto al lungometraggio di Simone Bozzelli, già autore di corti selezionati a festival internazionali e del video I wanna be your slave dei Måneskin, al lavoro sia sul primo lungo sia sulla sua prima serie da regista.

Giuseppe Battiston, al suo esordio alla regia con Io vivo altrove, liberamente ispirato a Bouvard et Pécuchet di Gustave Flaubert, co-scritto con Marco Pettenello, racconta la storia di un’amicizia tra 2 sconosciuti.

Enrico Maria Artale è al suo secondo lungo in El Paraíso, che parla del rapporto tra una donna colombiana e suo figlio (interpretato da Edoardo Pesce).

Un gruppo di adolescenti in rivolta, rinchiusi in una clinica di riabilitazione per giovani di buona famiglia, è al centro di Rossosperanza, opera seconda di Annarita Zambrano.

Con Superluna Federico Bondi ci porta in un piccolo paese appena colpito da un terremoto.

Marco Risi torna dietro la macchina da presa con Il punto di rugiada, storia di redenzione di due giovani scapestrati condannati ai servizi sociali. Tra gli interpreti, grandi protagonisti del teatro italiano come Eros Pagni, Massimo De Francovich e Luigi Diberti.

Lascia un Commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.