Mentre Split continua a racimolare guadagni al box office, il regista M. Night Shyamalan ha dichiarato di aver già proposto a un famoso attore di recitare nel sequel che il regista ha intenzione di girare nell'immediato futuro.

Il regista ha fatto il nome dell'attore a cui ha proposto il progetto durante un'intervista concessa a Josh Horowitz nel podcast Josh Horowitz Happy Sad Confused. A proposito del sequel, Shyamalan ha detto:

"Di massima, ho già delineato le scene. È molto lungo, cosa che mi preoccupa alquanto, ma non vedo come potremmo… credo che per sua natura debba necessariamente essere alquanto epico. La storyline che ho ideato è alquanto intricata."

In aggiunta, il regista è entrato maggiormente nel dettaglio. [Attenzione spoiler! Se non avete visto il film vi consigliamo di non leggere oltre]

Facendo riferimento alla scena finale di Split in cui vediamo David Dunn - il personaggio interpretato da Bruce Willis in Unbreakable - Il predestinato - guardare il notiziario alla tv riguardante l'Orda, il regista ha offerto un'interpretazione su quello che potrebbe aver pensato il personaggio interpretato da Willis in quel momento:

"Se dovessimo leggere il fumetto del mio pensiero – e non chiedetemi perché – sarebbe relativo al fatto che Elijah (Samuel L. Jackson) non è mai uscito dall’Istituto in cui è stato rinchiuso. Lui credeva a tutto quello che ha fatto, ma David non è mai stato convinto al 100%. Pensava che fosse particolarmente votato a fare quello che voleva fare e che poi la cosa si sia smorzata un po’. Come l’idea dei fumetti, che il mondo dei comic book sia basato sulla realtà, che è tutto vero… David non aveva trovato alcuna prova a sostegno di ciò. Era solo la farneticazione di un tizio con una malattia alle ossa che è stato rinchiuso in un manicomio. Poi vede quel servizio e realizza “Oh mio Dio, aveva ragione!”.

L'intenzione di Shyamalan, dunque, sarebbe quella di avere nel sequel, oltre a James McAvoy Bruce Willis, anche Samuel L. Jackson che in Unbreakable interpretava l'Uomo di Vetro. Il regista ha dunque proposto il progetto a Jackson il quale si è detto ben disposto a tornare a vestire i panni del personaggio. I due film, cioè Unbreakable e Split, verrebbero così a costituire una sorta di universo cinematografico interconnesso; ciò è rimarcato dal fatto che nello script originale di Split, i riferimenti al precedente film del regista erano più marcati e numerosi, poi eliminati in corso d'opera, ma che vedrebbero la luce in questo sequel.