Non si placano le polemiche riguardanti James Cameron e le sue critiche mosse nei confronti del cinecomic Wonder Woman. Ora, l'ex Wonder Woman Lynda Carter ha preso parte al dibattito rispondendo per le rime al regista di Avatar.

Tutto ebbe inizio ad agosto quando Cameron, in un'intervista a The Guardian, espresse il suo pensiero su Wonder Woman muovendo critiche non certo velate:

"Un passo indietro. Tutte le congratulazioni e le pacche sulle spalle che Hollywood si sta dando a proposito di Wonder Woman sono sbagliate. E' un'icona resa oggetto, è la Hollywood dei maschi che fa sempre la stessa cosa."

Subito dopo ci pensò la regista del film Patty Jenkins a difendere il personaggio e il film stesso, ma ora è intervenuta Lynda Carter che non ha usato mezzi termini si è scagliata apertamente contro Cameron:

"A James Cameron: smettila di INSULTARE Wonder Woman, anima povera. Forse non capisci il personaggio, io lo capisco di certo. Come tutte le donne, che sono più della somma delle loro parti. Gli attacchi criminali a una regista brillante, Patty Jenkins, sono poco avveduti. Il film ha fatto centro. Gal Gadot è stata grande. Lo so, signor Cameron, perché ho abbracciato quel personaggio per quarant'anni. Insomma, SMETTILA."

La polemica non finirà certamente qui, ma Cameron ha ribadito ancora una volta la sua posizione difendendo il suo pensiero sul film. In ogni caso, si sta parlando di un cinecomic, un prodotto d'intrattenimento, e così va preso.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.