Se nella giornata di domani verranno rese note – finalmente – le nomination agli Oscar 2017, ieri i critici cinematografici di Londra hanno consegnato i London Critics’ Awards e, come era prevedibile, La La Land è stato riconosciuto miglior film dell’anno mentre il nostro Fuocoammare è stato premiato come miglior documentario (attenzione Academy!).

Un po’ inaspettatamente, ma anche giustamente, l’ungherese Làszlò Nemes ha vinto il premio come regista dell’anno per Il Figlio di Saul (Oscar come miglior film straniero agli Oscar 2016); Casey Affleck è stato premiato come miglior attore per Manchester by the Sea mentre il premio per la controparte femminile è andato a Isabelle Huppert per Elle. I, Daniel Blake, il film di Ken Loach vincitore della Palma d’Oro a Cannes, è stato eletto miglior film britannico mentre l’apprezzato Vi presento Toni Erdmann è stato eletto miglior film straniero.

Ecco l’elenco completo dei vincitori:

  • Film dell’anno: La La Land;
  • regista dell’anno: László Nemes (Il figlio di Saul);
  • attore dell’anno: Casey Affleck (Manchester By The Sea),
  • attrice dell’anno: Isabelle Huppert (L’Avenir);
  • attore non protagonista dell’anno ex aequo: Mahershala Ali (Moonlight) e Tom Bennett (Amore e inganni);
  • attrice non protagonista dell’anno: Naomie Harris (Moonlight);
  • Sceneggiatore dell’anno: Kenneth Lonergan (Manchester By The Sea);
  • film straniero dell’anno: Vi presento Toni Erdmann:
  • documentario dell’anno: Fuocoammare;
  • miglior risultato tecnico dell’anno: Sturla Brandth Grovlen, direttore della fotografia (Victoria);
  • film inglese/Irlandese dell’anno: Io, Daniel Blake;
  • attore inglese/irlandese dell’anno: Andrew Garfield (La battaglia di Hacksaw Ridge e Silence);
  • attrice inglese/irlandese dell’anno: Kate Beckinsale (Amore e inganni);
  • Regista inglese/irlandese rivelazione dell’anno: Babak Anvari (Under The Shadow);
  • giovane attore inglese/irlandese dell’anno: Lewis MacDougall (A Monster Calls);
  • cortometraggio inglese/irlandese dell’anno: Sweet Maddie Stone;
  • Dilys Powell Award For Excellence In Film: Isabelle Huppert.