Questa sera torna la nostra rubrica La Bottega del Cineasta, e lo fa con nuove mini-recensioni da porre alla vostra attenzione.

Tra i tantissimi film che noi di Universal Movies mastichiamo ininterrottamente, qui trovate alcune considerazioni su 4 titoli molto diversi tra loro:

  • La Bella e la Bestia, nella nuova versione live della Disney,
  • il film animato Star Wars: The Clone Wars,
  • l'indiano Anbe Sivam
  • il cinecomic Venom.

Anbe Sivam di Sundar C. - Il film indiano, recitato in tamil e in inglese, è un caleidoscopio di situazioni e immagini, che, iniziando con il racconto di un incontro-scontro tra due uomini, utilizza ben più di un'ora per raccontare il passato del protagonista da cui il film prende il nome. La pellicola non ha avuto subito successo, ma, col tempo, è diventato un cult, amato da milioni di spettatori. Ottimo il ruolo di Kamal Haasan che riesce ad essere fragile e potente contemporaneamente. Il film, ricco di effetti speciali e scene intense, merita di essere visto con grande interesse. Voto: 7

La Bella e la Bestia di Bill Condon - Sarebbe stato facile per Condon girare un film shot by shot ma il regista ha re-inventato il film con un occhio differente. Certo, il look di molti personaggi è simile, come pure alcune scene, ma il senso generale del film è completamente diverso. Brava la Watson e strepitose le canzoni del film originale che non sono invecchiate di un secondo e regalano più di un brivido. Voto: 7

Star Wars: the Clone Wars di Dave Filoni - Il film, collegato alla serie tv a cartoni animati dall'omonimo nome, si colloca esattamente tra il secondo e il terzo film della prima trilogia di Star Wars (quella dei primi anni 2000, per intenderci), mantenendone il tono e il ritmo: difatti più di una volta ho avuto la sensazione di vedere proprio un film di George Lucas. La regia è televisiva, la fotografia è notevole ma il tratto, il disegno è pessimo, ricordando spesso i giochi del Commodore 64. Indispensabile per gli amanti della saga spaziale, dimenticabile per gli altri. Voto: 6

Venom di Ruben Fleischer - Durante tutta la visione della pellicola con Tom Hardy la domanda che ripetutamente si affacciava nella mia mente era "Ma perchè?". Perchè fare un film così vecchio stile? Perchè ignorare tutto ciò che la Marvel ha costruito in questi anni per fare un inutile film stand-alone senza collegamento alcuno? Purtroppo i fatti mi hanno dato torto perchè Venom ha incassato enormemente, ma la qualità è rasoterra, con scene che sfiorano lo scult e Tom Hardy completamente mal utilizzato. Si salvano gli effetti speciali. Da dimenticare al volo. Voto: 5