Un'agghiacciante rivelazione emerge dall'ultima intervista realizzata da Tim Roth in merito al suo triste passato, fatto di abusi e soprusi sessuali ai suoi danni, l'attore infatti rivela per la prima volta che anche il padre fu vittima dello stesso aguzzino, il nonno.

Intervistato da The Guardian, sul passato da politico del padre, Tim Roth ha rivelato che questi dovette abbandonare il partito comunista inglese nel 1970 a causa di alcuni scandali legati ad abusi sessuali, abusi a quanto pare subiti in età giovanissima. Roth ha poi collegato il passato del padre ed il suo svelando l'agghiacciante verità secondo cui l'aguzzino di entrambi fosse la stessa persona, suo nonno.

Continuando l'intervista, Roth ha poi svelato che gli abusi sessuali subiti lo hanno convinto nel 1999 a dirigere Zona di Guerra, un film tratto liberamente dal romanzo di Alexander Stuart in cui un padre abusa della figlia, il suo fu un modo per affrontare psicologicamente il suo dramma.

L'intervista si chiude con Roth che ricorda suo padre come un'anima danneggiata, una persona da lui amata tantissimo, anche perchè con lui condivideva lo stesso trauma infantile.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.