All Cheerleades Die è un horror prodotto nel 2013, remake dell’omonimo film del 2001 diretto dagli stessi Lucky Mckee e Chris Sivertson che, avendo a disposizione un budget decisamente superiore rispetto a quello disponibile per il primo film, hanno deciso di realizzarne una nuova versione.

La pellicola racconta la storia di Maddy, una ragazza decisa a vendicare la morte, avvenuta tre mesi prima a causa di un incidente durante gli allenamenti, di Alexis, arrogante ed altezzosa cheerleader. Maddy, convinta che la morte dell’amica non sia stata un semplice incidente, decide di entrare nel team di cheerleader per vendicarsi.

Questo revange movie suggerisce fin dal titolo non solo una parte fondamentale della trama, anche se in un certo senso le aspettative saranno tradite, ma anche l’ambientazione e il contesto in cui si svolge la vicenda. I registi prendono tutti gli elementi tipici degli horror per teenager tanto in voga nei primi anni 2000, con una strizzatina d’occhio anche agli slasher movie d’ambito studentesco degli anni ‘80/’90, e creano un film in cui ogni stereotipo dei suddetti generi è presente, quasi a creare un opera che sia il compendio di questi elementi caratterizzanti del filone.

Ci sono le cheerleader belle e ingenue, talvolta anche altezzose, i giocatori di football arroganti e scontrosi, la sfigata che nessuno prende sul serio ma che in realtà è l’unica con un briciolo di cervello, questo solo riguardo i personaggi. Le situazioni non sono da meno: sesso, risse, battibecchi, piagnistei, oltre che musica pop e linguaggio giovanile.

Esistono film in cui questi elementi vengono presi e rinnovati, non è questo il caso, semplicemente è tutto già visto…

Voto: 4

[youtube width=”600″ height=”320″]https://youtu.be/W6wW89sOP7Q[/youtube]