Visto il notevole successo di pubblico e l'accoglienza positiva di buona parte della critica televisiva in merito alla serie tv in onda sulla RAI dal titolo La Mafia Uccide Solo d'Estate, giusta espansione televisiva dell'omonimo film diretto, interpretato e coscieneggiato da Pif, al secolo Pierfrancesco Diliberto, non potevamo esimerci dall'intervistare Angela Curri, uno dei personaggi cardine di questa produzione.

La Curri si presenta come un'attrice che nonostante la giovanissima età ha già alle spalle numerose interpretazioni in fiction e film di rilievo. Stiamo parlando di un'attrice che di certo non può essere definita semplicemente come una promessa del panorama cinematografico italiano, ma decisamente come una realtà già saldamente presente.

La Curri in La Mafia Uccide Solo d'Estate interpreta Angela, una tipica ragazza di fine anni '70 che vive in un periodo non certo facile per la nostra Italia, minata da un terrorismo estremamente politicizzato ed una criminalità organizzata  fin troppo presenti nel nostro vivere quotidiano. Nel dare vita al personaggio la giovane attrice ha dimostrato grande professionalità ed una buona dose di acuta testardaggine, dimostrando così di meritare gli onori del caso.

La nostra impressione è stata quella di trovarci di fronte ad una ragazza estemamente determinata nel raggiungere i propri obiettivi, matura, sottile e dotata di una grande sensibilità.

Ma adesso basta con le chiacchiere, è il momento di leggere la nostra intervista:

  • John Tag - Perché hai scelto di appassionarti al mondo della cinematografia?
  • Angela - Quando avevo 10 anni ho fatto il mio primo film "nel mio amore" di Susanna Tamaro ed ero rimasta affascinata da questo mondo. Crescendo mi ha sempre di più incuriosito la possibilità attraverso il cinema di dar vita a personaggi realmente esistiti o totalmente inventati e poter vivere una vita diversa dalla mia attraverso loro.
  • John Tag - Nel tuo passato c'è lo Zecchino d'Oro e la passione per la musica. Ad oggi hai ancora piani per dare sfogo a questa passione? Inoltre, da amanti della buona musica, ci piacerebbe conoscere i tuoi gusti musicali.
  • Angela - Si quand'ero piccola sono arrivata alla semifinale dello zecchino d'oro. La musica ha sempre avuto un ruolo importante nella mia vita. Oggi do sfogo a questa passione cantando e scrivendo testi che forse un giorno prenderanno vita. Invece per quanto riguarda i miei gusti musicali sono un amante della musica italiana. Ascolto Mia Martini, Loredana Bertè, Luigi Tenco, Ivano Fossati, Mina, Lucio Battisti.
  • John Tag - Da protagonista della serie TV molto seguita intitolata Braccialetti Rossi, sei stata molto brava nel non spettacolarizzare il dolore e non cadere nel patetico. come hai vissuto la storia di Bea?
  • Angela - Ho vissuto la storia di Bea con gli occhi di una ragazzina di quindici anni, con questo sguardo puro e ingenuo di fronte ad una vicenda così drammatica. È stato un personaggio che mi ha fatto crescere molto interiormente e che mi ha fatto conoscere una realtà che per me prima era lontana.
  • angela curri foto
    Angela Curri

    John Tag - Come è stato interpretare Angela in “La “Mafia Uccide Solo d’Estate” , una ragazza che vive in un contesto estremamente diverso da quello attuale, in cui i giovani sono sicuramente più schierati politicamente rispetto ai giovani di oggi e dove non esistono ancora i Social Network, per cui i rapporti umani risultano sicuramente vissuti in maniera diversa?

  • Angela - È stata un 'esperienza meravigliosa potersi immergere nel 79 e vivere in un contesto dove sicuramente c'era più attenzione e più sensibilità verso il mondo circostante. Oggi siamo tutti un po' distratti e ci lasciamo travolgere da tante cose che prima non c'erano perdendo di vista quello che è realmente importante. Il personaggio di Angela di sicuro mi ha regalato la voglia di ribellione, l'importanza dei valori fondamentali e l'amore per l'altro.
  • John Tag - Quali sono i tuoi obiettivi futuri ed hai qualche cosa che bolle in pentola da svelarci?
  • Angela - Il mio obiettivo è crescere sempre di più come attrice. Ho appena finito un film "Dei" di Cosimo Terlizzi e presto usciranno altri progetti come la miniserie Rai "Chiedilo al mare" di Alessandro Angelini e poi "Raffaello - Il principe delle arti 3D" di Luca Viotto dove interpreto la Fornarina.

Nel ringraziare la brava e talentuosa Angela Curri, vi rimandiamo alla nostra prossima intervista, rimanete connessi su Universal Movies!!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.